Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una crepa nel finestrino della cabina di pilotaggio costringe un volo Boeing ANA in Giappone a tornare indietro

Una crepa nel finestrino della cabina di pilotaggio costringe un volo Boeing ANA in Giappone a tornare indietro
  • Scritto da Lipika Pelham e Ruth Comerford
  • notizie della BBC

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Foto d'archivio di un Boeing 737 della All Nippon Airlines all'aeroporto di New Chitose, Hokkaido, Giappone.

Un aereo nazionale della All Nippon Airlines (ANA) in Giappone è tornato all'aeroporto di partenza dopo che è stata segnalata una crepa nel finestrino della cabina di pilotaggio durante il volo.

La crepa è apparsa nello strato esterno dei quattro strati di finestra che circondano la cabina di pilotaggio.

Non ci sono stati feriti per nessuno a bordo.

Il volo ANA NH1182 volava da Sapporo a Hokkaido a Toyama sull'isola principale di Honshu in Giappone.

L'aereo, un Boeing 737, è atterrato all'aeroporto New Chitose di Sapporo intorno alle 12:10 ora locale (3:10 GMT).

Un portavoce di ANA, la più grande compagnia aerea giapponese, ha detto che la crepa è stata scoperta mentre l'aereo passava sopra Hakodate.

“Il crack non è stato qualcosa che ha influenzato il controllo del volo o la pressione”, ha detto il portavoce.

L'aereo è tornato all'aeroporto dove ha effettuato un atterraggio sicuro.

L'esperto di aviazione John Strickland ha detto che la causa della rottura è ancora sconosciuta.

“Queste cose accadono a volte. Forse qualcosa ha colpito la finestra, ad esempio un uccello o un grosso chicco di grandine, di cui non si era mai sentito parlare prima.”

“A volte puoi anche subire una frattura da stress, a causa dell'usura, ma è molto raro”, ha aggiunto.

Ha detto che la compagnia aerea probabilmente dovrà sostituire l’intero finestrino, non solo lo strato rotto, per assicurarsi che l’aereo sia completamente sicuro.

“Queste cose accadono ed è impossibile dire con quale frequenza accadono.”

A bordo c'erano 59 passeggeri e sei membri dell'equipaggio. Sono stati organizzati voli alternativi per i passeggeri.

Si tratta del secondo incidente che coinvolge un aereo Boeing 737 in altrettante settimane. Il volo ANA non era un Boeing 737 MAX 9, ma piuttosto una versione precedente che “non era affatto vecchia”, ha detto Strickland.

Tutti gli aerei Boeing 737-9 sono stati messi a terra dall'autorità di regolamentazione dell'aviazione statunitense (FAA) dopo che un aereo dell'Alaska Airlines ha subito un'esplosione che ha fatto cadere un pannello della cabina di un nuovo aereo a mezz'aria, lasciando un buco nel lato della fusoliera la scorsa settimana. .

L'aereo, che trasportava 177 passeggeri ed equipaggio, è stato costretto a effettuare un atterraggio di emergenza nello stato americano dell'Oregon.

Venerdì la Federal Aviation Administration ha esteso a tempo indeterminato la messa a terra degli aerei Boeing 737 Max 9 per condurre ulteriori controlli di sicurezza e ha affermato che rafforzerà la supervisione della stessa Boeing.

La Federal Aviation Administration ha affermato che i 171 aerei dello stesso modello di quello coinvolto nell’incidente sono stati costretti a rimanere a terra “per la sicurezza dei viaggiatori americani”.

READ  Miliardari – Musk, Cuban, Ackman – si scontrano sul DEI. Ecco come è diventato un bersaglio.