Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Venezia vieta gli oratori, le soste sui ponti e i gruppi turistici superiori a 25 persone

Venezia vieta gli oratori, le soste sui ponti e i gruppi turistici superiori a 25 persone

Stefano Mazzola/Getty Images

I turisti affollano il Ponte di Rialto a Venezia in agosto.


Roma
CNN

Venezia Ha annunciato che limiterà il numero dei gruppi di turisti a piedi a 25 persone e vieterà l'uso degli altoparlanti nel suo ultimo sforzo per combattere il turismo di massa.

Ai gruppi sarà inoltre vietato sostare nelle strade strette, sui ponti o nei vicoli.

Una dichiarazione sul sito web di Venezia afferma che le nuove norme, che limitano le attività turistiche nella città sovraffollata, entreranno in vigore nel centro storico e nelle isole di Murano, Burano e Torcello nel giugno 2024.

“I gruppi non possono superare le 25 persone, ovvero la metà del numero di passeggeri di un autobus turistico. È inoltre vietato l'uso di altoparlanti che potrebbero causare confusione e disagi.

La decisione dovrà essere presentata al consiglio comunale prima di essere attuata.

Stefano Mazzola/Getty Images

I conducenti delle gondole si muovono lentamente vicino a Piazza San Marco a causa del traffico intenso.

Il membro del Consiglio di Sicurezza Elisabetta Pace ha descritto il progetto come “una misura importante volta a migliorare la gestione delle collezioni”, nonché a “promuovere il turismo sostenibile e garantire la protezione e la sicurezza della città”.

I musei di Venezia limitano già il numero delle collezioni a 25 persone.

Simone Venturini, assessore al turismo della città, ha affermato che questo passo si inserisce in un quadro più ampio di interventi volti a migliorare la gestione del turismo a Venezia e raggiungere un migliore equilibrio tra le esigenze dei residenti e quelle dei visitatori.

Le nuove norme entreranno in vigore due mesi dopo l’introduzione dell’A Commissioni per i visitatori demo € 5 ($ 5,40) per i viaggiatori giornalieri in città.

READ  Le Nazioni Unite piangono l’uccisione di oltre 100 operatori umanitari a Gaza, il numero di vittime più alto in qualsiasi conflitto della sua storia.

Ciò avviene anche dopo che l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha raccomandato lo scorso luglio di aggiungere Venezia all’elenco dei rischi per il patrimonio.

UNESCO Ha chiamato il governo italiano “Per garantire la massima dedizione” nell’affrontare i “problemi ereditari” della città.

La popolare destinazione turistica lotta da anni con troppi visitatori e Effetti del cambiamento climatico.