Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Voli fantasma” di Qantas: la compagnia aerea accetta di pagare per risolvere la causa

“Voli fantasma” di Qantas: la compagnia aerea accetta di pagare per risolvere la causa
Commenta la foto, Qantas è stata accusata di aver venduto migliaia di biglietti per voli cancellati

  • autore, Joao da Silva
  • Ruolo, Giornalista d’affari

Qantas, la più grande compagnia aerea australiana, ha accettato di pagare una multa di 100 milioni di dollari australiani (66,1 milioni di dollari, 52,7 milioni di sterline) per risolvere una causa legale che la accusa di aver venduto migliaia di biglietti per voli che ha già cancellato.

In base all’accordo con la Australian Competition and Consumer Commission (ACCC), la società lancerà anche un programma del valore fino a 20 milioni di dollari australiani per risarcire i passeggeri interessati.

L’amministratore delegato di Qantas, Vanessa Hudson, ha affermato che la mossa rappresenta un passo importante verso “ripristinare la fiducia nella compagnia aerea nazionale”.

Il cosiddetto caso del “volo fantasma”, avviato dall’ACCC in agosto, sosteneva che in alcuni casi Qantas vendeva biglietti per voli cancellati da settimane.

L’accordo sanzionatorio tra Qantas e la Australian Competition and Consumer Commission (ACCC) deve ora essere approvato dalla Corte Federale australiana.

Secondo il piano, hanno diritto ad un risarcimento i clienti che hanno acquistato biglietti per voli già cancellati da due o più giorni.

Secondo la compagnia aerea, riceveranno A$225 per i voli nazionali e A$450 per i biglietti internazionali.

Ha anche affermato che l’azienda ha rinnovato le sue operazioni e ha investito nella tecnologia per evitare il ripetersi del problema.

“Siamo lieti di avere queste ammissioni da parte di Qantas di aver ingannato i suoi clienti e il suo accordo sull’imposizione di una sanzione molto significativa”, ha affermato Gina Cass Gottlieb, presidente della Commissione australiana per la concorrenza e il clima.

Qantas stava affrontando una serie di scandali e problemi legali quando la signora Hudson divenne la prima donna a guidare la compagnia aerea.

Il suo predecessore, Alan Joyce, ha guidato l’azienda durante la crisi finanziaria del 2008, la pandemia e i prezzi record del carburante.

Tuttavia, quando Joyce si è dimessa nel 2023, Qantas stava affrontando una crescente rabbia da parte dell’opinione pubblica per le tariffe aeree esorbitanti, i ritardi e le cancellazioni di massa e il trattamento riservato ai lavoratori.