Zonta, verso il Centenario con l’omaggio alle Donne Coraggiose di ogni tempo

Con due inaugurazioni dedicate alla conoscenza di Donne che hanno cambiato il mondo, si conclude il biennio 2016-2018 di Zonta Club Alessandria, da diciotto anni presente in provincia di Alessandria.

Nel 2019 Zonta International festeggerà il secolo di storia. Zonta Club Alessandria, da anni riconosciuto come uno dei migliori Club Zonta nel mondo, già dal 2017 ha iniziato il suo avvicinamento al Centenario:

da Lu è partito il “Percorso delle Donne Coraggiose”, sette panchine dedicate a Donne di ogni tempo che hanno cambiato il mondo e a donne di oggi e di domani che continueranno ad impegnarsi per la libertà e l’empowerment femminile.

Ieri, in Alessandria all’Alexandria International School, è stato inaugurato un secondo Percorso delle Donne Coraggiose: con gli studenti sono state individuate alcune donne uniche e irripetibili che con il loro lavoro, il loro impegno, anche a rischio della vita, hanno reso il mondo un posto migliore in cui vivere. Uno spettacolo teatrale e incontri in classe hanno permesso ai ragazzi di comprendere come ciascuno di noi abbia ali con cui volare, capacità da non sprecare. Nel cortile della scuola, sei tigli secolari sono stati dedicati alla memoria di Amelia Earhart, l’aviatrice più famosa di ogni tempo, socia di Zonta International, di Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la Medicina, socia onoraria di Zonta International, della frugarolese Lella Lombardi, l’unica donna ad aver corso in Formula 1 ed essere andata a punti, di Oriana Fallaci, prima giornalista italiana inviata di guerra, di Anna Frank grazie al cui diario il mondo ha conosciuto la segregazione razziale. Le radici dei tigli sono profonde come la caparbietà di un’altra figura femminile a cui il Percorso delle Donne coraggiose tributa gli onori: Malala, la ragazzina che ha sconfitto i talebani semplicemente andando a scuola.

Questa mattina al Giardino Botanico di Alessandria, nel Roseto Zonta inaugurato l’8  marzo scorso, è stato reso omaggio ai 18 anni di Zonta Club Alessandria con una nuova inaugurazione: un’installazione donata dall’artista Giuliano Saba a riconoscimento dell’impegno di Zonta Club Alessandria nel diffondere la conoscenza dei diritti umani, primo fra tutti quello allo studio. Il fiore in acciaio si intitola “La conoscenza” e reca sullo stelo sei foglie su cui sono incisi altri nomi di donne straordinarie come Marie Curie, la due volte premio Nobel, Elena Lucrezia Cornaro,  la prima donna laureata al mondo (era il 1678), Grazia Deledda che nel 1926 fu la prima letterata italiana a ricevere il Premio Nobel e la pittrice Artemisia Gentileschi, artista straordinaria del Seicento ma anche  esempio di denuncia contro la violenza subita: il padre la sostenne e il  processo si fece contro l’uomo che aveva abusato di lei.

Sono tredici le donne alla quale Zonta Club Alessandria ha reso omaggio fino ad ora. Altri Percorsi saranno inaugurati entro il 2020 là dove le Amministrazioni Comunali saranno più sensibili ai diritti fondamentali dell’umanità, quelli che le donne si impegnano a difendere ogni giorno.