Domenica 23 settembre a Centogrigio la sesta edizione del torneo di calcio a 5 femminile contro la violenza sulle donne

Torna il torneo di calcio a 5 femminile dell’Associazione me.dea Onlus, “Fai rete con me.dea”, giunto alla sua sesta edizione. Come sempre l’obiettivo è sensibilizzare sul tema della violenza di genere, in modo divertente e giocoso.

L’appuntamento è per domenica 23 settembre al Centogrigio Sport Village di Alessandria, in via Bonardi 25.

La prima parte della giornata sarà dedicata al calcio, ma non solo.

Cinque squadre si affronteranno con la formula del girone unico, all’italiana.

Come da tradizione, me.dea scenderà in campo con un proprio team formato da operatrici e volontarie. Non mancheranno neppure le veterane ORTI, OVIGLIO, FUTSAL FUCSIA e DERTONA.

Il pomeriggio di calcio sarà piacevolmente movimentato, quest’anno, da una sorpresa: la presenza al centro sportivo d via Bonardi, di un’ospite d’eccezione: la campionessa olimpica Fiona May, invitata dalla palestra CURVES, che quel giorno inaugurerà i suoi nuovi locali presso Centogrigio e che ha voluto sostenere il torneo me.dea. Non mancheranno foto ricordo con la campionessa e un brindisi collettivo. Seguiranno le premiazioni alle ore 19, poi alle 19.30 sarà la volta dell’apericena che chiuderà la giornata.

Le volontarie di me.dea saranno presenti con uno stand informativo per sensibilizzare la cittadinanza sul fenomeno della violenza, far conoscere i servizi erogati dal Centro e offrire i gadget targati me.dea.

Dall’apertura, nel 2009, il Centro ha già accolto oltre 1300 donne e ha offerto percorsi di sostegno gratuiti, mirati all’individuazione di strategie utili per consentire loro di uscire dalla prigionia in cui sono soggiogate. Nel 2015 me.dea ha anche aperto “Casa Aurora“, un luogo protetto composto da tre unità abitative, in cui possono essere accolte donne vittime.

I dati del 2018 confermano un trend in crescita per quel che riguarda i numeri della violenza in provincia di Alessandria: ad oggi il Centro ha già registrato 148 nuovi casi (a cui si aggiungono 49 segnalazioni da parte di terzi), contro i 110 casi dello stesso periodo dello scorso anno.

L’ingresso alle partite, come sempre, è gratuito.

Per l’apericena è prevista un’offerta minima di 10 euro.