Ottobre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Brendan Fraser scoppia in lacrime, ‘The Whale’ riceve una standing ovation alla Mostra del Cinema di Venezia

Brendan Fraser scoppia in lacrime, 'The Whale' riceve una standing ovation alla Mostra del Cinema di Venezia

Brendan Fraser Celebrato ancora una volta sotto i riflettori alla Mostra del Cinema di Venezia, è stato elogiato per il suo ruolo nel film in uscita di Darren Aronofsky ‘The Whale’.

L’attore 53enne ha mantenuto la sua massima calma mentre camminava sul tappeto rosso per il famoso festival, ma le lacrime sono salite non appena è entrato nel cinema mentre i frequentatori del teatro hanno dato alla star una standing ovation per sei minuti per la sua esibizione. secondo Varietà.

Fraser, che è rimasto in gran parte fuori dai riflettori dopo aver curato disturbi fisici dovuti all’esecuzione di molte delle sue acrobazie sullo schermo, soffriva anche delle ricadute mentali di un presunto incidente di aggressione sessuale nel 2003.

È tornato di nuovo sul grande schermo per quello che molti pensano che potrebbe essere Concorrente all’Oscar Come Charlie, un gay di 600 libbre si sente come se la sua vita stesse volgendo al termine.

Fraser è rimasto particolarmente colpito dalla risposta al film che riusciva a malapena a sopportare mentre il pubblico esultava una volta terminati i titoli di coda quando il film si è concluso con un videoclip tratto dall’interno del festival.

“Brendan Fraser è tornato – singhiozzando durante i sei minuti di applausi di #Venezia 79 per la #balena”, ha scritto Ramin Sotoudeh su Twitter.

Ha poi aggiunto: “Gli applausi della #balena sono stati così eccitati che Brendan Fraser ha cercato di lasciare il palco ma gli applausi del pubblico lo hanno fatto rimanere”.

Durante un’intervista con la stampa prima dello spettacolo, Fraser ha espresso la sua gratitudine per la “calda accoglienza” che ha ricevuto da quando ha discusso del suo ultimo lavoro.

READ  Maya Mitchell esce da "Good Trouble": come e perché Callie è stata cancellata

“Non vedo l’ora di vedere come questo film faccia un’impressione così profonda su tutti come fa su me stesso”, ha detto tramite il New York Times.

Fraser ha ricordato di aver dovuto indossare una grande quantità di protesi che a volte pesavano fino a 300 libbre per interpretare Charlie, un personaggio solitario basato sul 2012 fuori Broadway Il dramma di Samuel de Hunter.

“Avevo bisogno di imparare a muovermi in un modo nuovo”, ha detto Fraser. “Ho sviluppato muscoli che non sapevo di avere. Alla fine della giornata ho persino avuto le vertigini quando tutto l’hardware era stato rimosso, proprio come ti saresti sentito scendere dalla barca per il molo qui a Venezia”.

Tuttavia, seguire le orme di Charlie ha dato a Fraser “un apprezzamento per coloro i cui corpi sono simili perché ho imparato che devi essere una persona incredibilmente forte sia fisicamente che mentalmente per vivere in questo essere fisico. E penso che sia Charlie”.

Brendan Fraser, Samuel D. Hunter, Sadie Sink, Hong Zhao e il regista Darren Aronofsky sul red carpet “Whale” della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
WireImage / Stefania de Alessandro
attore Brendan Fraser
Fraser riusciva a malapena a stare in piedi mentre il pubblico esultava, sopraffatto dall’emozione.
ZUMAPRESS.com

Il ruolo è grande ritorno per la carriera di Fraser in quanto è il suo primo ruolo da protagonista in quasi un decennio. La star di “Mummy” ha recitato quest’anno nell’ultimo film western di Mart Scorsese “Killers of the Flower Moon” e con Dawn Olivieri e Marcia Cross in “Behind the Curtain of Night”.

Alla domanda se è di nuovo entusiasta delle sue prospettive di carriera, Fraser è rimasto modesto.

“La mia sfera di cristallo è rotta”, ha detto Fraser. “Non so se la tua attività è un successo, ma incontrami dopo lo spettacolo e daremo un’occhiata insieme”.

READ  Justin Lin è fuori da "Fast X": un mondo in una corsa costosa per sostituirlo