Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bullard della Fed afferma che finora gli aumenti dei tassi hanno avuto “solo effetti limitati” sull’inflazione

Bullard della Fed afferma che finora gli aumenti dei tassi hanno avuto "solo effetti limitati" sull'inflazione

Il presidente della Louis Federal Reserve, James Bullard, ha dichiarato giovedì che la banca centrale ha ancora molto lavoro da fare prima di tenere sotto controllo l’inflazione.

Membro votante del Federal Open Market Committee per la determinazione dei tassi, Bullard ha espresso osservazioni incentrate su un approccio al processo decisionale basato su regole. Utilizzando i criteri fissati dal professore di economia della Stanford University John Taylor, Bullard ha insistito sul fatto che le mosse della Fed finora sono insufficienti.

Ha detto: “Finora, il cambiamento nell’orientamento della politica monetaria sembra aver avuto solo effetti limitati sull’inflazione osservata, ma i prezzi di mercato indicano che l’inflazione dovrebbe diminuire nel 2023”.

Anche usando quelle che ha descritto come ipotesi “generose” riguardo ai progressi finora compiuti dalla Fed nella sua battaglia contro l’inflazione, ha notato in una serie di diapositive che “il tasso ufficiale non è ancora in un’area che sarebbe considerata abbastanza restrittiva”.

“Per arrivare a un livello sufficientemente restrittivo, il tasso di interesse deve aumentare ulteriormente”, ha aggiunto nella presentazione.

Dati recenti indicano che il ritmo dell’inflazione potrebbe rallentare. L’indice dei prezzi al consumo per ottobre è salito dello 0,4%, meno delle attese del mercato, e il ritmo annuale è sceso al 7,7%, dal massimo di 41 anni raggiunto in estate, ma ancora ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed. Un’altra misura favorita dai suoi funzionari della Fed Il tasso di inflazione core, esclusi alimentari ed energia, è al 5,1%. ogni anno, ma è ancora lontano dall’obiettivo.

Poca o nessuna opposizione alla Fed Sulla necessità che i tassi continuino a salire. La maggior parte dei membri ha proposto ulteriori aumenti nei prossimi mesi che porterebbero il tasso sui prestiti overnight della banca centrale a circa il 5% dall’attuale target range del 3,75%-4%.

READ  Le azioni stanno saltando di nuovo, ma devi farlo; TWTR trasmette come offre Elon Musk

Tuttavia, l’offerta di Bullard ha sostenuto che il 5% potrebbe servire come fascia bassa per dove dovrebbe essere il tasso monetario e che il limite superiore potrebbe essere più vicino al 7%. Questo è completamente fuori sincrono con gli attuali tassi di mercato, che vedono anche il tasso dei fondi federali superare il 5% circa entro la metà del 2023.

Il Regola di TaylorCome è noto, stabilisce un legame tra ciò che il tasso monetario deve essere confrontato con l’inflazione e la crescita economica. crescita dell’inflazione mi sono spaventato ultimamente, Ma il tasso annuo è ancora il più alto degli ultimi 40 anni.

I commenti di Bullard seguono quelli di molti altri funzionari della Fed che hanno espresso la necessità di mantenere alta la pressione sull’inflazione, anche se molti hanno affermato che i politici potrebbero fare un passo indietro sul livello dei recenti aumenti. La Fed ha approvato quattro aumenti consecutivi del tasso di 0,75 punti percentuali ei mercati si aspettano ampiamente che la riunione del FOMC di dicembre si traduca in un movimento di 0,5 punti percentuali.

Nonostante il sostegno ai continui aumenti dei tassi di interesse, il presidente della Federal Reserve Bank di Kansas City Esther George ha detto al Wall Street JournalIn un rapporto datato mercoledì, ha affermato di essere preoccupato per l’impatto dell’inasprimento delle politiche sull’economia.

“Nei miei 40 anni con la Fed non ho mai visto un momento di questo tipo di inasprimento che non abbia avuto risultati dolorosi”, ha detto George al giornale, elencando la “deflazione” come parte dei possibili risultati.

READ  Apple blocca i piani per utilizzare i chip YMTC cinesi - Nikkei

George è anche un elettore del Federal Open Market Committee.

In altre osservazioni recenti, il governatore della Fed Christopher Waller ha detto mercoledì che lui Aperto all’idea di “farsi da parte” Il livello degli aumenti dei tassi d’interesse Ma ha aggiunto che avrebbe bisogno di vedere più prove prima di poter essere convinto dai recenti dati che indicano che l’inflazione si è stabilizzata.

Inoltre, il presidente della Fed di San Francisco, Mary Daley, lo ha dichiarato mercoledì alla CNBC Prevede ulteriori aumenti dei tassi e che “la pausa è fuori discussione” anche con il basso livello di aumento dei prezzi.

E ci sono una serie di altri oratori della Fed in fila per giovedì, tra cui diversi presidenti regionali e il governatore Michael Bowman.