Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Confermata la condanna per diffamazione di Amanda Knox nel caso dell’omicidio di Meredith Kercher

Confermata la condanna per diffamazione di Amanda Knox nel caso dell’omicidio di Meredith Kercher


Firenze, Italia
CNN

Lo ha affermato un tribunale italiano Amanda KnoxIl resto finale della frase ha origine da Assassinio del suo compagno di stanza britannico Meredith Kercher nel 2007.

Knox è stato condannato per diffamazione nel 2009 per aver accusato falsamente Patrick Lumumba di aver ucciso Kercher a Perugia, in Italia. Mercoledì la corte d’appello di Firenze ha confermato la condanna.

Knox è stata assolta dall’omicidio di Kercher dalla Corte Suprema italiana nel 2015.

La giuria composta da due giudici, sei persone, con due supplenti, ha detto alla corte che dopo che un’emozionata Knox ha detto alla corte: “Mi dispiace”, non si è sforzata abbastanza di ritirare le accuse ed era un’adolescente in una situazione esistenziale. crisi. Quando lei lo ha accusato. “Non so chi sia l’assassino”, ha detto alla corte.

Un nuovo processo non minaccia la Knox con più tempo in prigione. Aveva già scontato la condanna per diffamazione originale, quando scontò quattro anni di carcere in seguito alla sua ingiusta condanna per l’omicidio della Kercher.

Nel 2007, durante un processo, la Knox, allora ventenne, accusò il suo allora capo Patrick Lumumba di omicidio, portandola all’arresto e a due settimane di prigione.

La Knox ha firmato due dichiarazioni preparate dalla polizia in relazione all’accusa, ma in seguito ha scritto una nota scritta a mano mettendo in dubbio le sue accuse. È stato giudicato colpevole di diffamazione di Lumumba e condannato a tre anni di carcere, che aveva già scontato per il processo per omicidio nel 2009, che ha portato alla sua prima condanna.

Nel 2023, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha stabilito che i suoi diritti erano stati violati durante il processo, portando all’incriminazione di Lumumba, costringendo la Corte Suprema italiana a ordinare un nuovo processo a livello di corte d’appello. Il caso, che si è concluso mercoledì, è stato un nuovo processo per le sue accuse di diffamazione.

READ  I sopravvissuti ai micidiali incendi di Maui stanno cominciando a tornare tra le rovine. È probabile che il bilancio delle vittime aumenti

La sentenza di mercoledì estende un lungo calvario che ha attraversato i processi, le condanne e l’eventuale assoluzione della Knox nel 2015 per l’omicidio di Kercher.

Parlando in italiano nella stessa aula del tribunale dove fu condannato dieci anni fa, Knox disse al giudice che era “esausto e confuso” mentre accusava Lumumba di omicidio.

Ha detto che la polizia gli ha detto che “deve aver commesso un crimine atroce” e gli hanno gridato di “ricordare, ricordare”. Si è anche scusata per non essere sembrata stressata in quel momento. “Questa è una dichiarazione fatta da una giovane donna in crisi esistenziale”, ha detto.

Guglielmo Mangiapane/Reuters/File

Immagine scattata a Knox 2019. “Cancellerò il mio nome una volta per tutte”, ha scritto X mercoledì.

Prima della sua apparizione, la Knox scrisse in X che sperava di “chiarire una volta per tutte tutte le false accuse contro di me”.

La sentenza di mercoledì vanifica questo obiettivo, anche se non chiude necessariamente il libro sulla storia del diritto; La decisione dovrà passare ancora una volta alla Corte Suprema italiana, e la Knox probabilmente presenterà appello.

“Amanda è molto rattristata dalla decisione”, ha detto mercoledì fuori dal tribunale il suo avvocato, Carlo Dalla Vedova, aggiungendo che il suo team legale è rimasto sorpreso dal verdetto. “Sono ormai 17 anni che non vede l’ora di andare a fondo nel processo giudiziario.”

La Knox era chiaramente scossa dal verdetto; Entrambi i suoi avvocati le hanno toccato la mano e suo marito l’ha abbracciata dopo averla letta.

In precedenza aveva detto che avrebbe parlato del verdetto, e i giornalisti si erano messi in fila ai microfoni in attesa della sua apparizione, ma Dalla Vedova ha detto a una riunione di giornalisti che era troppo sconvolta per farlo.

READ  Liddell Grant, un uomo del Texas precedentemente arrestato per sparatoria mortale, è stato assolto in un caso di accoltellamento mortale.

La Knox è stata condotta fuori dall’edificio attraverso la “porta del sospetto”, dove le persone che arrivano con i veicoli della polizia sono protette dai media, ha detto alla CNN un funzionario della polizia locale. Non è chiaro se abbia intenzione di lasciare il Paese.

Il giudice ha ora 60 giorni per scrivere la motivazione o il ragionamento alla base della decisione. Successivamente, gli avvocati avranno altri 60 giorni per ricorrere alla Corte Suprema sulla base dei dettagli del motivo. Dalla Vedova ha detto che valuterà il diritto di ricorrere in appello solo dopo aver letto la sentenza.

La Knox ha anche il diritto di ritornare davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo, che potrebbe emettere una nuova sentenza.

La corte ha esaminato una nota manoscritta in inglese scritta dalla Knox dopo aver firmato i rapporti ufficiali della polizia, in cui si diceva che non era chiaro dove fosse stato la notte dell’omicidio, o se Lumumba avesse commesso l’omicidio. Rivolgendosi alla corte, ha detto che aveva in mente di ritirare l’accusa mentre scriveva la dichiarazione, ma la corte, che ha impiegato meno di due ore per raggiungere una decisione, alla fine non è stata d’accordo.

Lumumba è stata arrestata nel novembre 2007 insieme alla Knox e al suo allora fidanzato Raffaele Sollecito, sulla base di una dichiarazione rilasciata dalla Knox alla polizia durante un interrogatorio senza avvocato.

Knox, Sollecito e Rudy Goode della Costa d’Avorio, il cui DNA è stato trovato nella camera del delitto, sono stati condannati per l’omicidio nel 2009. Goode ha ammesso di essere stato a casa con Kercher la notte in cui è morto, ma ha negato di averlo ucciso. Ha detto che sia la Knox che Sollecito erano lì.

READ  'Super Mario Bros. Movie' Barrels a 678 milioni di dollari al botteghino globale - Scadenza

Guede verrà rilasciato nel 2021 dopo aver scontato 13 dei 16 anni di condanna.

Le condanne per omicidio di Knox e Sollecito sono state annullate nel 2011 dalla Corte d’Appello di Perugia dopo un esame indipendente delle principali prove forensi, e la Corte Suprema italiana ha annullato l’assoluzione nel 2013. Una corte d’appello fiorentina ha successivamente condannato nuovamente la coppia nel 2014. La Knox era tornata negli Stati Uniti e non era presente al processo.

La 36enne nativa di Seattle, ora madre di due figli, e Sollecito sono stati assolti dall’omicidio della Kercher nel 2015 dopo che la Corte Suprema italiana aveva annullato una nuova condanna del 2013.

Ma dopo essere stato assolto dall’omicidio, la Knox è stata dichiarata colpevole di diffamazione, cosa che è stata confermata dalla Corte Suprema italiana nel 2015. È stata condannata a tre anni di carcere, che ha scontato in attesa del processo nel caso di omicidio originale e del successivo appello.