Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo aver schiacciato la folla di Halloween a Seoul, questi sono gli oggetti lasciati indietro

Sospensione

Sol – giacca bianca macchiata di sporco. Maschera viola dal costume dei Teletubbies. Due zoccoli giapponesi non corrispondenti. Un paio di tacchi a righe con segni di sfregamento.

Centinaia di oggetti recuperati dal disastro di Itaewon sono stati ancora lasciati mercoledì in una palestra a Seoul, dove sabato notte sono state conservate dozzine di corpi dopo che un’enorme folla ha provocato un disastro con il bilancio delle vittime che è salito ad almeno 156.

I sopravvissuti e le famiglie delle vittime hanno ora il compito di scorrere ciò che è rimasto indietro: ogni oggetto ordinato e ordinato in categorie e organizzato in file in una stanza spaziosa che è completamente silenziosa, fatta eccezione per il ronzio silenzioso delle auto che passano.

Carolina Cano, una studentessa di scambio di 21 anni dal Messico, ha mandato la sua amica a riprendersi una cosa: sneakers Nike Fuse bianche uniche nel loro genere. È stata trascinata per un piede quando uno sconosciuto l’ha tirata fuori dalla folla fatale sabato notte, proprio mentre stava per svenire; Ha detto che anche un uomo bloccato tra la folla si è ferito al gomito nella trachea, tagliandole l’aria a intermittenza, dove è rimasta ferma per almeno 30 minuti.

“Pensavo che non l’avrei fatto”, ha detto. “E ‘stato terribile. Era tutto solo una sfocatura. “

“Dubito davvero che indosserò mai più quelle scarpe”, ha aggiunto. “È già abbastanza doloroso ricordare di nuovo l’incidente.”

Un paradiso per molti a Seoul, Itaewon contempla il futuro dopo aver schiacciato i fan

All’interno della palestra, un’anziana donna con i capelli viola e una giovane donna con un cappotto grigio tenevano in mano sacchetti di plastica neri, i loro occhi scrutavano il pavimento mentre cercavano ripetutamente una foto di riferimento su un telefono cellulare. La giovane donna controllò il portafoglio che aveva estratto da un portafoglio di pelle nera. Poi un’operaia ha abbracciato la donna più anziana quando ha riconosciuto un paio di stivali da combattimento di pelle nera.

READ  Blinken per evidenziare la sicurezza alimentare alle riunioni delle Nazioni Unite

L’operaio, indossando guanti di gomma bianca, ha messo gli stivali in un sacchetto di carta bianca. La coppia ha compilato le carte e ha lasciato l’edificio, la più giovane asciugandosi le lacrime dagli occhi.

Gli oggetti in palestra venivano posti su pezzi di stoffa o tavoli che rappresentavano sezioni diverse. Quasi una sezione è dedicata interamente alle scarpe nere. Altri sono dedicati a sneakers bianche o diversi tipi di giacche. Da un tavolo coperto di cappelli e occhiali, una giovane donna che si copriva il viso con un cappello a secchiello ha tirato fuori un cappello nero con due lunghi nastri che pendevano da esso – un pezzo di un costume di Halloween.

La mafia di Seoul schiaccia le vittime: attore. Alunno. nella vita della festa.’

Alcuni elementi hanno rivelato la lotta di quella notte quando i corpi delle persone erano ammucchiati l’uno sull’altro, o mentre alcuni erano stipati nei muri dei vicoli. Il lato destro della sovraccoperta color crema era ricoperto di polvere grigio scuro. C’era una valigia ricoperta di dozzine di adesivi con codici a barre, che facevano pensare a diversi viaggi in aeroporto. Spesso era rimasta solo una scarpa.

“Avevo davvero paura di entrare nell’edificio. Non sapevo cosa aspettarmi”, ha detto Mikita Chateau, uno studente di scambio di 21 anni dal Belgio. Martedì è andato in palestra per recuperare 10 cose per due di i suoi compagni di classe, incluso Quello era Kano.

“Era un po’ inquietante perché era così tranquillo”, ha detto. “Ho appena visto cose dappertutto e l’unica cosa a cui riuscivo a pensare era: ‘Oh mio Dio, potrebbero essere cose di persone che sono morte o sono ancora gravemente ferite. “”

READ  Motociclette vagano per la capitale canadese sotto gli occhi della polizia

Chateau vive a Itaewon e sabato sera stava per lasciare la sua casa quando ha visto un messaggio di testo inviato alle 23:32 a una chat di gruppo di scambio di studenti. Un’amica che è andata a Itaewon con Kano ha avvertito tutti di non andare a Itaewon, dicendo che era stata appena salvata dalla folla. (l’amico È stato gravemente ferito e portato in ospedale con una condizione pericolosa per la vita.)

Stau non conosceva bene nessuna delle donne, ma aprì loro la sua casa dopo che quella notte erano fuggite dalla folla. Guarda la scena svolgersi dal tetto del suo appartamento.

“Era indescrivibilmente rumoroso. Avevo appena visto luci rosse e blu ovunque. Non avevo mai visto niente di simile prima”, ha detto. “È strano dire una frase del genere ad alta voce, ma sono così felice di essere vivo .”