Dicembre 4, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo il boom dell’era del Covid, i nuovi titoli tecnologici pubblici hanno dovuto affrontare i primi grandi ostacoli

Dopo il boom dell'era del Covid, i nuovi titoli tecnologici pubblici hanno dovuto affrontare i primi grandi ostacoli

È stato divertente finché è durato, ma dopo anni di ascolti alti, la Silicon Valley è sprofondata nella peggiore delle vendite Dal crollo del mercato azionario del 2008.

Dopo che il boom alimentato dalla pandemia ha fatto salire i nomi della tecnologia, molte di queste aziende hanno vissuto i peggiori sei mesi della loro vita come società quotate in borsa. Peloton, la startup di esercizi, è un simbolo di questa realtà inquietante: Le sue azioni sono scese da un massimo di $ 163 alla fine del 2020 a circa $ 17. Giovedì, il Wall Street Journal ha riportato i dirigenti dell’azienda Stavano cercando di vendere una quota di minoranza a un investitore esterno.

David Sachs, un venture capitalist di San Francisco ed ex CEO di PayPal, ha dichiarato questa settimana in… twittareriferendosi ai giorni turbolenti dei primi anni 2000.

Le società tecnologiche sono spesso particolarmente vulnerabili durante una recessione economica, perché la maggior parte di queste società in fase iniziale non sono redditizie e si affidano invece a investimenti in capitale di rischio per sbarcare il lunario concentrandosi su una rapida crescita, cosa che è più difficile quando la domanda dei consumatori rallenta.

Le società che hanno fatto notizia negli ultimi 18 mesi per aver raccolto milioni di dollari per ottenere valutazioni multimiliardarie da “unicorno” hanno annunciato licenziamenti. Includono una società di videoclip di celebrità una barriera; app per il trading di borsa Robin Hood; tracio, che acquista e vende marchi di terze parti su Amazon; gruppo di reclutamento Posto di lavoro.

Alcune persone stanno iniziando a usare la frase “Unicorni zombie” Per fare riferimento a startup di alto valore ma traballanti che potrebbero aver bisogno di nuovi investitori per salvarle.

READ  Tesla chiede l'approvazione degli azionisti per un frazionamento azionario; aumento delle azioni

Il Peloton Showroom espone biciclette e tapis roulant il 20 gennaio 2022 a Coral Gables, in Florida.

Joe Riddell | Getty Images

“Molto di questo ha a che fare con le aziende che non avrebbero mai pensato che il treno del sugo di capitale di rischio avrebbe rallentato”, ha affermato Dan Primack, editorialista di tecnologia e finanza su larga scala di Axios, libri questa settimana.

Il massiccio taglio dei prezzi ha indotto alcuni osservatori a fermarsi e riflettere sullo stato attuale della tecnologia. Lo stato d’animo è cambiato: il nostro ambiente economico è meno certo e il terreno su cui si trova la scena tecnologica sta cominciando a emergere, come l’amministratore delegato della tecnologia e capitalista di rischio Dan Rose lo ha descritto in un tweet, come un “precipizio”.

Un altro investitore tecnologico, Zach Koelios, ha osservato che negli ultimi anni si è assistito a un’esplosione nella finanza tecnologica, un fenomeno che sembra volgere al termine.

In un’intervista, Koelios ha affermato che i bassi tassi di interesse e l’abbondanza di investitori hanno reso più facile per gli imprenditori tecnologici creare e far crescere attività negli ultimi dieci anni. Questo è cambiato.

“Tutti scrivevano assegni in modo aggressivo e molto veloce, e questo addestra i fondatori a una mentalità ‘fomo-paura’: dovevi muoverti velocemente o avresti perso”, ha detto Coelos, riferendosi alla “paura di perdere”.

Ha affermato che la pressione ha iniziato a crescere all’inizio dell’anno, quando i tassi di interesse hanno iniziato a salire e i mercati azionari pubblici hanno iniziato a scendere. Ha sottolineato che la situazione è peggiorata durante la stagione degli utili del primo trimestre del 2022, poiché le società quotate hanno presentato risultati o aspettative deludenti.

READ  L'Unione Europea ripristina i profitti delle compagnie energetiche invece di limitare il prezzo del gas russo

“Questa stagione dei guadagni è stata davvero una ricompensa per molte persone”, ha detto. “Quasi tutte le grandi aziende tecnologiche pubbliche hanno perso i loro numeri e, quando ciò accade, la marea può cambiare davvero forte”.

Il sell-off è iniziato nell’inverno del 2021 e si è esteso nella prima metà del 2022 tra i timori di una variante omicron del Covid e un tono più aggressivo da parte della Federal Reserve. Da allora la guerra in Ucraina, gli alti prezzi del petrolio e l’elevata inflazione hanno cospirato nel calo dei mercati petroliferi. Uno dei colpi più duri per il mondo tecnologico è arrivato alla fine di aprile, quando Amazon ha riportato risultati più deboli del previsto e prospettive più cupe per il resto dell’anno.

Ora le startup tecnologiche non saranno in grado di raccogliere fondi così facilmente, ha affermato Koelos, costringendole a mantenere la liquidità e ridimensionare i piani di crescita.

“La pazienza è tua amica in queste situazioni. Non devi preoccuparti di essere l’azienda in più rapida crescita al mondo. È un modo diverso di pensare”.

Invece, ha affermato, le startup possono concentrarsi sul miglioramento dei loro prodotti e sulla crescita a un ritmo più sostenibile.

Bill Gurley, socio generale della società di capitale di rischio Benchmark, ha affermato che alcune startup tecnologiche che in precedenza non si sentivano sotto pressione per realizzare un profitto ora saranno invitate a farlo, pur essendo attente a gestire le spese.

“Le persone vogliono profitti reali. Vogliono un flusso di cassa reale e gratuito ora”, ha detto Gurley Per la CNBC questa settimana.

“Tutte queste aziende che hanno vissuto in questo ambiente molto schiumoso negli ultimi dieci anni hanno dovuto fare una sorta di riadattamento e prima lo fanno, meglio è”, ha affermato. “Ma non è facile che tutti nella tua organizzazione lavorino in un modo unico per 10 anni”.

READ  Elon Musk entra a far parte del consiglio di amministrazione di Twitter