Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È morto Tom Wilkinson, protagonista di Full Monty e Michael Clayton

È morto Tom Wilkinson, protagonista di Full Monty e Michael Clayton

Larry Busacca/Getty Images

L'attore Tom Wilkinson nel 2013.



CNN

È morto Tom Wilkinson, l'attore nominato due volte all'Oscar per film tra cui Shakespeare in Love, Full Monty e Michael Clayton.

Aveva 75 anni.

La notizia è stata confermata dalla pubblicista di Wilkinson, Nancy Seltzer, che ha condiviso una dichiarazione con la CNN.

La dichiarazione recita: “È con grande tristezza che la famiglia di Tom Wilkinson annuncia che è morto improvvisamente a casa il 30 dicembre. Sua moglie e la sua famiglia erano con lui”. “La famiglia richiede privacy in questo momento.”

La causa della morte non era immediatamente disponibile.

L'attore di origine inglese ha circa 130 crediti cinematografici a suo nome. È stato nominato per il suo primo Academy Award nel 2002 per il suo ruolo da protagonista nel film “In the Bedroom” con Sissy Spacek. La seconda nomination all'Oscar di Wilkinson è stata per il film del 2007 “Michael Clayton” per il suo ruolo di supporto.

Wilkinson è apparso in molti film importanti nel corso della sua carriera, da La ragazza con l'orecchino di perla a Duality, ed è noto per la sua abile capacità di apparire in storie d'epoca così come in drammi e thriller contemporanei.

Ha lasciato il segno nei primi anni '90 in film di successo come “Wilde” e il premio Oscar “Ragione e sentimento” con Emma Thompson e Kate Winslet.

Oltre alla sua agghiacciante interpretazione del ruolo dell'avvocato disturbato e pieno di sensi di colpa in “Clayton” al fianco di George Clooney, i ruoli più importanti di Wilkinson includono quello dello strano dottore che manipola la realtà dei suoi pazienti nel film del 2004 “Eternal Sunshine of the Spotless Mind”, in cui La Winslet recitò come co-protagonista e fu arrestata. Jim Carrey e un ufficiale nazista di alto rango complottarono per uccidere Hitler nel film del 2008 Valkyrie con Tom Cruise.

READ  Mayim Bialik stava aspettando la co-protagonista Leslie Jordan quando è morto

© Warner Bros./Per gentile concessione di Everett Collection

Tom Wilkinson, a sinistra, e George Clooney nel film del 2007 “Michael Clayton”.

Ma è stato senza dubbio il film del 1997 “The Full Monty” a mettere Wilkinson sulla mappa come uno dei principali attori di Hollywood – ed è stato il ruolo a cui ha quasi rinunciato.

“Mi è stato offerto contemporaneamente un ruolo da protagonista in una serie TV e una possibile parte in un film a basso budget.” Lo ha detto al Guardian Nel 2011.

“Ricordo di aver chiamato un amico e lui mi ha detto: ‘Prendi la TV, prendi la TV’. Ma non ho seguito il suo consiglio e la TV si è rivelata pessima.

“Monty”, con Robert Carlyle, è stato un successo che ha portato a uno spettacolo di Broadway e al recente revival di una serie Disney+ in cui Wilkinson è apparso brevemente.

L'attore era conosciuto e apprezzato anche per altri suoi lavori televisivi, con una predilezione per interpretare personaggi storici e politici famosi.

Ha vinto un Emmy Award per il ruolo di Benjamin Franklin nella miniserie “John Adams” nel 2008, e ha ricevuto una nomination all'Emmy per il ruolo del padre di JFK, Joe, nella miniserie “The Kennedys” nel 2011. Sul grande schermo, Wilkinson ha ha interpretato il presidente Lyndon Johnson nel film “Selma” nel 2014.

Ma al di là dei politici, l'attore estremamente popolare ha avuto un impatto anche come cattivo, interpretando il boss della mafia Carmine Falcone in “Batman Begins” del 2005, il primo film della trilogia del regista Christopher Nolan, e prima ancora come una mente criminale in “Rush”. Hour” nel 1998 con Jackie Chan.

READ  Aquaman 2, Flash e Black Adam sono stati ritardati, Shazam 2 è passato al 2022

Nato a Leeds, in Inghilterra, nel 1948, l'attore ha scoperto presto la sua passione per il teatro quando, all'età di 18 anni, gli è stato chiesto di dirigere uno spettacolo teatrale, secondo il Daily Mail britannico. BBC.

“Per la prima volta nella mia vita, ho iniziato a fare qualcosa che sapevo fare”, ha detto.

“Mi sono reso conto che non dovevano essere rappresentati solo questi tipi del sud della classe media; potevano essere persone come me. E una volta che l'ho saputo, non ho mai cambiato idea.”

Anche più tardi, Wilkinson sapeva di essere “adatto” per la carriera di attore e aveva un approccio interessante al suo approccio.

In un'intervista ha detto: “Sono caratterialmente adatto alla recitazione”. Guardiano Nel 2008. “Sono piuttosto fatalista. Se non succede, non succede, e c'è poco che puoi fare. ”

In una dichiarazione condivisa tramite un rappresentante alla CNN più tardi sabato, George Clooney, l'attore di Wilkinson in Michael Clayton, ha dichiarato: “Tom ha reso migliore ogni progetto. Ha reso migliore ogni attore. Era l'epitome dell'eleganza e ci mancherà moltissimo”.

Wilkinson lascia la moglie, Diana Hardcastle, e due figlie.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori informazioni.