Luglio 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Giannis Antetokounmue di Bucks segna il quarto in meno di tiri in una partita da 50 punti nella storia della NBA

Giannis Antetokounmue di Bucks segna il quarto in meno di tiri in una partita da 50 punti nella storia della NBA

Milwaukee – Giannis Antikonmo Ha segnato 50 punti in 17 delle 21 sparatorie martedì sera per guidare i Milwaukee Bucks alla vittoria per 128-119 sugli Indiana Pacers.

I 21 tentativi sono stati il ​​quarto più basso in una partita da 50 punti nella storia della NBA.

“Efficienza… è… è Giannis”, ha detto l’allenatore del Milwaukee Mike Budenholzer. “È speciale. Difficile capire 50 su 21”.

Questa è la prima volta che Antetokounmpo ha segnato 50 punti dalla sesta partita delle finali NBA dell’anno scorso, quando la sua prestazione ha contribuito a garantire il campionato per Milwaukee. Era la prima volta che raggiungeva i 50 nella stagione regolare da novembre 2019 (e la terza volta nella stagione regolare in generale).

I 50 punti di Antetokounmpo sono i suoi più alti della stagione, e ha anche aggiunto 14 rimbalzi e 4 assist, rendendolo il terzo giocatore nella storia della NBA ad avere 50 punti e 10 rimbalzi mentre tirava anche l’80% dal campo. Wilt Chamberlain (quattro volte) e Carlo Malone.

“È speciale vederla di persona”, ha detto subito Bucks Giordano Noura Egli ha detto. “La cosa davvero pazzesca è che lo fa sembrare così facile. Penso di averlo guardato quando ha segnato il suo 50esimo punto, tra il tifo del pubblico, ed è stato come, ‘Amico, sta a malapena sudando.'” È ancora pieno di energia negli spogliatoi dopo che l’ha fatto. Fa solo parte dell’essere uno dei più grandi giocatori di sempre”.

READ  Sergio Garcia rauco dopo la squalifica allo Scottish Open: 'Tutto pronto'

Antetokounmpo ha causato il maggior danno martedì dall’interno della vernice, penalizzando i Pacers per 26 punti lì, mentre eguagliando un record stagionale con sette tuffi.

E quando Indiana lo ha mandato sulla linea di tiro libero, ha abbattuto anche lei, finendo 14 su 18 della serie di vittorie.

“Mi arrabbio quando sbaglio i tiri liberi”, ha detto Antetokounmue. “Ad esempio, lavoro sodo. Amo quando faccio i miei tiri liberi. Mi dà ritmo, mi fa sentire bene. Posso sbagliare tutti e 3 i miei tiri liberi, ma quando faccio i miei tiri liberi è come colpire la dopamina perché lavoro così duramente per farcela”.

“Rende solo il gioco più facile, mi rende in grado di guidare la palla tutto il tempo. Sono entusiasta di andare sulla linea di tiro libero e non sto più indovinando me stesso”.

Dopo aver saltato la sconfitta di lunedì contro i Trail Blazers per un infortunio alla caviglia sinistra, Antetokounmpo ha detto che si sentiva molto meglio martedì e non si aspettava che l’infortunio continuasse. E ha segnato 19 punti nel quarto quarto e ha segnato tutti i suoi sette tiri dal campo, che è il maggior numero di tentativi di field goal senza che nessun giocatore abbia commesso errori in questa stagione nell’ultimo quarto.

Antetokounmpo ha mancato i suoi ultimi tre tiri liberi quella notte, che gli avrebbero dato un tiro a un record in carriera di 52 punti. Ma mentre era consapevole dell’occasione mancata, non era troppo preoccupato per la possibilità di ottenere i migliori risultati a livello personale.

“Ovviamente è una bella sensazione avere 50, e te lo ricordi sempre, ma sono interessato a vincere”, ha detto. “Voglio vincere le partite. Gli anni ’50, ’40, ’30 tutte quelle cose, i riconoscimenti arriveranno, ma arriva solo con la vittoria. Se il tuo obiettivo principale è vincere, fai tutto il necessario per finire il gioco. A volte è come , tirando di più. A volte devi difendere di più. Tutto il resto arriva, ma se stai pensando di farmi fare 50, fammi prendere 50, non funziona così. Devi concentrarti sulla vittoria”.

READ  Il team HR di Tommy Pierce guida l'UCLA a una vittoria in fuga 25-22