Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I figli di Michael Jackson appaiono raramente insieme sul tappeto rosso

I figli di Michael Jackson appaiono raramente insieme sul tappeto rosso

Lui gioca

I tre figli di Michael Jackson, Prince, Paris e Biggie Jackson, hanno fatto una rara apparizione pubblica congiunta questa settimana per onorare il loro defunto padre.

I figli del Re del Pop sono usciti mercoledì sera per la festa sul tappeto rosso Vincitore del Tony “MJ: The Musical” è stato presentato in anteprima a Broadway nel 2022 e recentemente ha debuttato nel West End di Londra.

Prince (27 anni) indossava un abito nero con una camicia color vinaccia, mentre sua sorella minore Paris Jackson (25 anni) indossava un abito arancione bruciato a maniche lunghe con scarpe abbinate e una borsa lucida. Peggy Jackson, 22 anni, ha mantenuto le cose semplici indossando un abito nero e una camicia bianca sbottonata.

Anche se non è normale che i bambini Jackson partecipino agli eventi insieme, Paris e Prince Jackson hanno anche partecipato alla première del musical a Broadway nel 2022. Hanno anche partecipato ai Tony Awards più tardi quell'anno per esibirsi per il cast durante la cerimonia.

Lo spettacolo offre “uno sguardo raro sulla mente creativa e sullo spirito collaborativo che hanno portato Michael Jackson a uno status leggendario” ed è ambientato in uno studio di prove di Los Angeles nel 1992, prima che Jackson iniziasse il suo “pericoloso” tour in Germania.

Biggie e Prince Jackson hanno anche posato per delle foto con la star della produzione, Miles Frost, per ogni foto dell'attore Pubblicato su Instagram Giovedì.

READ  Il momento di Marilyn Monroe del 2011 di Taylor Swift "Speak Now" da una nuova angolazione

Problemi legali: Peggy Jackson critica sua nonna Katherine per i soldi provenienti dalla tenuta di suo padre

L'apparizione del trio avviene nel mezzo di un'accesa battaglia legale tra Peggy Jackson e la loro nonna, Katherine Jackson.

Nei documenti giudiziari ottenuti da USA TODAY, Peggy Jackson ha detto che sua nonna non dovrebbe essere in grado di utilizzare i soldi del patrimonio di Michael Jackson per finanziare la sua battaglia legale contro gli esecutori testamentari del patrimonio di suo figlio.

Gli avvocati di Peggy Jackson hanno detto che la battaglia legale di Katherine Jackson “non va a beneficio dell'eredità o degli altri eredi o beneficiari”, quindi il giudice non dovrebbe accogliere la sua richiesta di pagamento per coprire i costi del suo appello. Tuttavia, ritiene che sua nonna dovrebbe essere autorizzata a pagare “ragionevoli spese legali” relative al caso originale, prima di presentare appello.

La richiesta è arrivata in risposta alla continua opposizione di Katherine Jackson a un accordo da 600 milioni di dollari con Sony Music per acquisire metà del catalogo musicale registrato della defunta pop star e pubblicarlo da parte degli esecutori testamentari. pittura E la gente menzionato.

A dicembre, un giudice si schierò dalla parte degli esecutori testamentari e disse che l'accordo poteva continuare, ma Katherine Jackson continuò a presentare appello. Tuttavia, Peggy Jackson non era d'accordo, ritenendo che “le possibilità di revoca in appello erano molto scarse e Peggy non desiderava sostenere ulteriori spese nel portare avanti l'appello”.

Gli eredi di Michael Jackson sono anche coinvolti in un prossimo film biografico su Michael Jackson con protagonista suo nipote 27enne, Jafar Jackson. “Michael”, diretto da Antoine Fuqua, è attualmente in fase di riprese e l'uscita è prevista per il 18 aprile 2025.

READ  Olivia Wilde e Florence Bowie partecipano allo stesso pre-party degli Oscar, ma non insieme

La fondazione è ancora impegnata in una battaglia legale con due uomini che sostengono che Michael Jackson abbia abusato sessualmente di loro per anni quando erano ragazzi. Le loro accuse sono state dettagliate nel documentario della HBO del 2019 “Leaving Neverland”.

Ad agosto, la Corte d'appello del 2° distretto della California ha stabilito che il tribunale di grado inferiore non avrebbe dovuto respingere le cause intentate da Wade Robson e James Safechuck nel 2020 e nel 2021. La famiglia di Jackson ha sostenuto l'innocenza della star.

Contributo: Jay Stahl