Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I giornalisti sono stati arrestati per le riprese del presidente del Sud Sudan che si bagna

NAIROBI, 7 gennaio – Sei giornalisti sud sudanesi sono stati arrestati per la diffusione di un video che mostrava il presidente Salva Kiir che urinava durante un evento ufficiale, ha detto sabato il National Journalists Syndicate.

I filmati di dicembre hanno mostrato una macchia scura punteggiata sui pantaloni grigi del presidente di 71 anni mentre si trovava con l’inno nazionale all’evento stradale della commissione. Il videoclip non è mai stato trasmesso in televisione ma è poi circolato sui social.

Patrick Awet, presidente dell’Unione dei giornalisti del Sud Sudan, ha detto che i giornalisti, che lavorano per la South Sudan Broadcasting Corporation, gestita dallo stato, sono stati arrestati martedì e mercoledì.

“Si sospetta che abbiano appreso come è venuto alla luce un video del presidente che si urina”, ha detto a Reuters.

Il ministro dell’Informazione del Sud Sudan Michael Makuei e il portavoce del servizio di sicurezza nazionale David Komori non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

È a capo di Kiir da quando il Sud Sudan ha ottenuto l’indipendenza nel 2011. Funzionari governativi hanno ripetutamente smentito le voci che circolano sui social media secondo cui è malato. Il paese è stato coinvolto in conflitti per la maggior parte dell’ultimo decennio.

I due giornalisti arrestati sono Joseph Oliver e Mustafa Othman; il montatore video Victor Ladu; Collaboratore Jacob Benjamin. Dissero Ruben Awit Cherbek e Juval Tumbi dalla sala di controllo.

Ha aggiunto: “Siamo preoccupati che i detenuti ora siano stati trattenuti più a lungo di quanto richiesto dalla legge”.

Per legge, le autorità del Sud Sudan possono trattenere i sospetti solo per 24 ore prima di portarli davanti a un giudice.

READ  Ucraina: il presidente della Zaporizhia occupata prevede di indire un referendum sull'adesione alla Russia | Ucraina

L’incidente “si adatta a un modello di personale di sicurezza che ricorre alla detenzione arbitraria ogni volta che i funzionari ritengono che la copertura sia sfavorevole”, ha affermato Muthuki Momo, rappresentante del CPJ per l’Africa subsahariana.

(Segnalazione di Einat Mercy; Montaggio di Frances Kerry)

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.