Luglio 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il boom americano dei semiconduttori deve affrontare un ostacolo formidabile: la mancanza di immigrati

Il boom americano dei semiconduttori deve affrontare un ostacolo formidabile: la mancanza di immigrati

Gli Stati Uniti stanno assistendo ad un boom nella produzione di semiconduttori dopo l’approvazione del Potato Chips Act, ma questo progresso potrebbe essere ostacolato da una grave carenza di manodopera nel settore.

secondo Rapporto di luglio Secondo la Semiconductor Industry Association, un gruppo commerciale del settore, e Oxford Economics, entro il 2030 ci saranno 85.000 nuovi posti di lavoro tecnici nel settore. Ma il rapporto prevede che quasi l’80% di questi posti di lavoro potrebbero rimanere vacanti.

È importante sottolineare che un terzo della forza lavoro dell’industria dei semiconduttori è nata all’estero, il che significa che gli ostacoli all’immigrazione aggravano la carenza.

A luglio, la TSMC (TSM) di Taiwan, che avrebbe dovuto aprire il suo primo stabilimento in Arizona nel 2024, Annunciare Il colosso dei semiconduttori subirà un altro anno di ritardo a causa della carenza di manodopera specializzata.

“Mentre stiamo lavorando per migliorare la situazione, incluso l’invio di tecnici esperti da Taiwan per formare lavoratori qualificati locali per un breve periodo di tempo, ci aspettiamo che il programma di produzione della tecnologia di elaborazione N4 venga posticipato al 2025”, ha affermato Mark Liu, presidente di TSMC. ha detto durante la conferenza sugli utili del secondo trimestre della società.

Nel 2021, la forza lavoro dell’industria dei semiconduttori statunitense era per il 33% nata all’estero. (Grafico: Brookings Institution)

Molti lavoratori qualificati nati all’estero stanno già studiando negli Stati Uniti, ma le attuali leggi sull’immigrazione rendono loro difficile restare.

“È molto difficile immaginare che saremo in grado di costruire un’industria dei semiconduttori in futuro se non riformiamo la nostra legge sull’immigrazione”, ha detto a Yahoo Finance Todd Schulte, presidente dell’organizzazione di difesa dell’immigrazione e della riforma della giustizia penale FWD.us. .

UN Nuova analisi FWD.us ha scoperto che circa 5.000 studenti internazionali negli Stati Uniti si diplomeranno il prossimo anno scolastico con titoli di studio avanzati in informatica e ingegneria relativa ai semiconduttori. Almeno 4.000 di questi studenti hanno espresso il desiderio di restare negli Stati Uniti.

“Se avete bisogno di costruire queste fabbriche di semiconduttori, avete bisogno di un certo gruppo di lavoratori”, ha detto Schulte. “Puoi trovarlo negli Stati Uniti, o puoi trovarlo in altri posti qui. L’idea che il lavoro sia un’entità fissa – se non esiste per una persona, esisterà per un’altra persona – semplicemente non è vera .”

READ  Le azioni hanno chiuso in rialzo venerdì e il Nasdaq ha registrato la sua quarta settimana di guadagni

“Penso che tu lo capisca”, ha continuato. “Ho visto i produttori di chip dire: ‘Abbiamo bisogno di questa forza lavoro.’ “Vogliamo costruire negli Stati Uniti per molte ragioni qui, ma abbiamo bisogno di un sistema di immigrazione che non sia costruito dalla metà del XX secolo”, cioè un sistema di immigrazione che permetta al nostro Paese di rispondere ai bisogni economici del Stati Uniti. metà del XXI secolo”.

Sistema di immigrazione “progettato negli anni ’50”

Il permesso di lavoro è la sfida principale. Ad esempio, il governo degli Stati Uniti assegna il visto H-1B a circa 65.000 persone qualificate ogni anno, più altri 20.000 ai titolari di un master. Questo limite è in vigore dal 2006.

Secondo il Consiglio americano per l’immigrazioneSe il Servizio Cittadinanza e Immigrazione degli Stati Uniti (USCIS) riceve più registrazioni rispetto ai numeri di visto disponibili, l’agenzia condurrà una lotteria per determinare chi può presentare una petizione H-1B….L’agenzia seleziona più registrazioni rispetto ai numeri di visto disponibili in base alla sua proiezioni del numero di datori di lavoro selezionati che presenteranno petizioni e riceveranno l’approvazione dell’USCIS.

A parte i periodi limitati, altri ostacoli all’immigrazione includono tempi di elaborazione lenti, regolamenti e pratiche burocratiche e il costo della sponsorizzazione del visto. UN Rapporto marzo 2023 Envoy Global, un fornitore globale di servizi di immigrazione, ha scoperto che il 94% delle aziende sarebbe disposto a sponsorizzare cittadini stranieri per un visto di lavoro se affrontassero meno sfide, mentre l’80% delle aziende ha trasferito i propri dipendenti per lavorare in remoto al di fuori degli Stati Uniti a causa del Visa. Problemi correlati.

“L’ultima volta abbiamo avuto una vera e sostanziale modernizzazione del nostro sistema di immigrazione legale [was] “Nel 1990”, ha detto Schulte. “Era prima della fine della Guerra Fredda. Era prima dell’avvento del World Wide Web. Era prima dell’ascesa della Cina e dell’India e della classe media globale sotto molti aspetti qui. Abbiamo un sistema di immigrazione che è stato fondamentalmente progettato negli anni ’50 e ’60 ed è stata modificata nel 1990 prima che molte delle necessità economiche che abbiamo oggi siano evidenti.

READ  L'importo della lotteria per il vincitore sale a $ 785 milioni

‘No Un’opzione diversa dall’allentamento delle politiche di immigrazione

Riformare il sistema di immigrazione statunitense non aiuterebbe solo l’industria dei semiconduttori, ma la ricerca mostra che sarebbe un vantaggio anche per l’economia americana nel suo insieme.

secondo senza limitiuna società di tecnologia per l’immigrazione, nel 2019 gli immigrati hanno pagato più di 330,7 miliardi di dollari in imposte federali sul reddito negli Stati Uniti e più di 492 miliardi di dollari in tasse totali.

“La storia più ampia è che negli ultimi dieci anni, l’unica ragione per cui la popolazione degli Stati Uniti è cresciuta è a causa dell’immigrazione”, ha detto a Yahoo Greg Wright, un ricercatore non residente presso la Brookings Institution e professore associato di economia presso l’Università della California, Merced. . finanza.

“In tutto il mondo sviluppato si vede una diminuzione della popolazione, soprattutto nell’Europa meridionale e in Giappone”, ha aggiunto. Ci sono paesi che già soffrono di questi problemi con il calo demografico e l’inversione della piramide demografica. Possiamo chiamarlo invecchiamento della popolazione. Gli Stati Uniti non hanno ancora avuto questo problema, ma l’unica ragione è l’immigrazione.

Il presidente Biden parla ai lavoratori durante una visita al primo impianto di produzione di semiconduttori (AZ) di TSMC a Phoenix, il 6 dicembre 2022. REUTERS/Jonathan Ernst

Il presidente Biden parla ai lavoratori durante una visita al primo impianto di produzione di semiconduttori di TSMC AZ a Phoenix, 6 dicembre 2022. (Jonathan Ernst/Reuters) (Jonathan Ernst/Reuters)

Tra il 2005 e il 2022 la popolazione immigrata negli Stati Uniti è aumentata Ho dormito Quasi il 30% per oltre 46 milioni di persone, secondo l’U.S. Census Bureau. Nel 2022, gli americani nati all’estero costituiscono il 13,9% della popolazione totale.

D’altro canto, i nativi americani hanno meno figli, mentre molti individui più anziani stanno abbandonando la forza lavoro a causa dell’invecchiamento, ampliando ulteriormente il divario occupazionale del Paese.

READ  Una donna della Florida ha fatto causa a Hershey per 5 milioni di dollari per la confezione "ingannevole" di Reese.

“La situazione è già giunta al culmine, ma le persone si renderanno conto che non c’è altra scelta che allentare le politiche sull’immigrazione”, ha affermato Wright.

Talent Retention e CHIPS Act

Senza una riforma globale dell’immigrazione, Schulte di FWD.us ha avvertito che i potenziali talenti sceglieranno posti diversi dagli Stati Uniti, soprattutto nel settore dei semiconduttori, un settore sempre più richiesto.

Dopo che il bipartisan CHIPS Act è diventato legge lo scorso agosto, Società di investimento 210 miliardi di dollari in più di 50 nuovi progetti di semiconduttori entro la fine dello scorso anno.

“Non saremo più in grado di attrarre virtualmente i migliori talenti da tutto il mondo”, ha aggiunto. “È così da molto tempo. Ma se guardi a ciò che hanno fatto gli altri nostri concorrenti economici, in molti casi, hanno modernizzato le loro leggi sull’immigrazione, il loro sistema di immigrazione, in un modo che cerca di competere con gli Stati Uniti .”

Gli Stati Uniti ospitano sette delle dieci maggiori aziende di semiconduttori del mondo Per valore di mercato, inclusa la principale società Nvidia (NVDA). Al secondo posto si è classificata l’azienda taiwanese TSMC, al quarto posto l’azienda sudcoreana Samsung.

“Siamo chiaramente in prima linea in una serie di sforzi scientifici che hanno il potenziale per essere veramente rivoluzionari in questo momento: l’intelligenza artificiale, lo sviluppo della ricerca biomedica, l’energia pulita, l’economia decarbonizzata”, ha affermato Schulte. “Queste sono cose che hanno il potenziale, in diversi modi, di cambiare il mondo per i decenni a venire”.

Schulte ritiene che la questione principale sia se gli Stati Uniti siano in grado di progettare un sistema che “ci permetta di avere una forza lavoro che ci consenta di guidare il mondo nell’istruzione e nell’innovazione e di avanzare in questi settori”.

“Penso che ciò su cui ci stiamo veramente concentrando cercando di evidenziare è che questo non accadrà virtualmente”, ha detto.

Adriana Belmont è una reporter e redattrice che si occupa di politica e politica sanitaria presso Yahoo Finance. Puoi seguirla su Twitter @adrianambells Contattatela a adriana@yahoofinance.com.

Clicca qui per le ultime notizie economiche e gli indicatori che ti aiuteranno a prendere le tue decisioni di investimento.

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finanza