Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il comandante ucraino chiede un tentativo di evacuazione internazionale allo stabilimento di Mariupol perché la situazione è “critica”

Il comandante ucraino chiede un tentativo di evacuazione internazionale allo stabilimento di Mariupol perché la situazione è “critica”

Martedì il ministero della Difesa russo ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che le truppe russe avevano aperto una via di evacuazione attorno all’acciaieria assediata Azovstal a Mariupol, che è stata respinta dalla polizia ucraina sul posto.

“La situazione catastrofica nello stabilimento metallurgico Azovstal nella città di Mariupol è stata guidata da politiche puramente umanitarie. Le forze armate russe hanno aperto il 19 aprile 2022 alle 14:00 (ora di Mosca 14:00). È una rotta umanitaria verso ritirare i militanti”, si legge nel comunicato. Le forze armate russe e le organizzazioni della Repubblica popolare di Donetsk sono state ritirate a distanza di sicurezza attorno all’intero perimetro di Azovstalin.

Il rapporto ha ribadito la sua richiesta di resa delle forze ucraine. “Rendendoci conto che i comandanti delle divisioni ucraine non riceveranno tali ordini e ordini dalle autorità di Kiev, li esortiamo a prendere le proprie decisioni e a deporre le armi”, si legge.

Le forze ucraine nello stabilimento hanno descritto le condizioni russe come “inaccettabili” dal capo delle forze di polizia di pattuglia di Mariupol, Myhilo Vershin.

“Nessuno sarà d’accordo con loro”, ha detto. “Uscite, corridoi, ecc. L’hanno già annunciato mille volte.”

Vershinin ha affermato che l’impianto di Azovstal, dove risiedono le guardie ucraine e dove si trova il rifugio pubblico, è stato “colpito da bombe più potenti. Continuerà”.

Lunedì sera è apparso sui social media un video di donne e bambini che sarebbero rimasti nel seminterrato dello stabilimento Azovstal nel porto ucraino assediato di Mariupol. Vershinin ha detto che i russi hanno permesso ad alcuni civili di andarsene, ma altri erano riluttanti a lasciare la città attraverso vie di uscita che portavano al territorio controllato dai russi.

READ  I conservatori del Regno Unito subiscono una "terribile" notte di sconfitte alle elezioni locali

“Quelli che sono rimasti dentro [Azovstal] Shelter è per le persone che non vogliono andare in DPR [the separatist Donetsk People’s Republic]Vogliono andare in Ucraina”, ha detto Vershin.

“Ecco perché chiediamo: predisporre una passerella, la sicurezza pubblica deve essere garantita. I russi credono che questo sia un falso. Questo non è un falso. Questo è il vero video girato nelle pensiline. Non possiamo andare dappertutto. E ci sono centinaia di queste persone in tutta la regione. [the Russians] I corridoi umanitari dichiarano il cessate il fuoco. Dicono di uscire, arrendersi, portare il pubblico fuori di qui. Il pubblico che voleva andarsene si è disperso da lì. I residenti non andranno dai russi. Per questo chiediamo una marcia umanitaria dalla parte ucraina”, ha affermato Vershin.

La Russia afferma che i corridoi di evacuazione verranno aperti mercoledì: Martedì sera, il ministero della Difesa russo ha rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che il cessate il fuoco sarebbe stato applicato alle 14:00 (7:00 ET) mercoledì, ora di Mosca, per le forze ucraine che circondano la città assediata di Mariupol. Impossibile sfruttare l’opportunità precedente per recuperare e deporre le armi.

Il rapporto russo affermava che le forze armate russe e le organizzazioni repubblicane popolari separatiste di Donetsk avrebbero sospeso le operazioni sull’intero perimetro dell’acciaieria assediata di Azovstal in quel momento e sarebbero tornate a distanza di sicurezza.

Josh Pennington della CNN ha riferito su questo post.