Novembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il confronto di Putin con il Cremlino dall’interno per i fallimenti dell’Ucraina: rapporto

Il confronto di Putin con il Cremlino dall'interno per i fallimenti dell'Ucraina: rapporto
  • Il Washington Post ha riferito che un confidente di Vladimir Putin lo ha sfidato sulla guerra in Ucraina.
  • Putin è in gran parte immune alle critiche e le manifestazioni di aperta opposizione sono rare al Cremlino.
  • I dettagli della controversia sono emersi nel briefing dell’intelligence del presidente Joe Biden, ha affermato il quotidiano.

di fronte a un membro della cerchia ristretta del presidente Vladimir Putin sui fallimenti nella fallita invasione russa dell’Ucraina, Lo ha riferito il Washington PostCitando l’intelligence statunitense.

La persona, che non è stata menzionata dal giornale, avrebbe espresso preoccupazione a Putin per la cattiva gestione dello sforzo bellico e gli errori commessi dai leader militari russi.

Secondo The Post, i dettagli della controversia e l’identità della persona che ha sfidato Putin sono stati inclusi nel briefing dell’intelligence del presidente Joe Biden.

“Dall’inizio dell’occupazione, abbiamo assistito a una crescente preoccupazione nella cerchia ristretta di Putin”, ha detto al Washington Post un anonimo funzionario dell’intelligence occidentale.

“Le nostre valutazioni sono che è esercitato in particolare dalle recenti perdite russe, direttive sbagliate e ampie carenze militari”.

La Russia ha subito una serie di battute d’arresto nella sua campagna per il controllo dell’Ucraina.

Le forze ucraine hanno recentemente respinto l’esercito russo da migliaia di miglia quadrate di terra a est Ucraina, spingendo il Cremlino a lanciare una caotica mobilitazione di riservisti e civili.

Il resoconto dello scontro nella cerchia ristretta di Putin è degno di nota perché gli alti funzionari raramente lo sfidano direttamente.

Gli alti funzionari non mettono in dubbio le ipotesi di Putin Gli analisti hanno spesso citato l’Ucraina come una possibile ragione dei suoi scarsi progressi.

READ  Un funzionario del Pentagono afferma che le battute d'arresto russe stanno ostacolando il reclutamento militare

Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha riconosciuto le divergenze sulla guerra.

“C’è disaccordo su questi momenti”, ha detto Peskov al Washington Post. “Alcuni pensano che dovremmo agire in modo diverso”. Ma tutto questo fa parte del normale processo aziendale”.

All’inizio dell’anno, i piani per catturare la capitale ucraina di Kiev sono stati abbandonati a causa della dura resistenza delle forze ucraine e delle pesanti perdite nei ranghi dell’esercito russo.

Ne è seguita una situazione di stallo durata mesi, ma gli sforzi riusciti dell’Ucraina da settembre per scoraggiare la retrocessione della Russia hanno suscitato critiche franche anche tra gli alleati del Cremlino e i commentatori solitamente fedeli.

La cerchia ristretta d’élite di Putin È composto principalmente da ex funzionari della sicurezza e dell’intelligence, Molti di loro sono conosciuti dai suoi giorni a San Pietroburgo e nel KGB, i precursori sovietici degli odierni servizi di sicurezza.