Luglio 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il copyright di un fumetto di intelligenza artificiale viene revocato dopo che Office ha appreso come funziona l’intelligenza artificiale

Il copyright di un fumetto di intelligenza artificiale viene revocato dopo che Office ha appreso come funziona l’intelligenza artificiale

immagine: Chris Kashtanova

L’US Copyright Office ha respinto un’opera generata dall’intelligenza artificiale lo scorso febbraio, citando un prerequisito per la paternità umana. Ciò non ha impedito agli appassionati di intelligenza artificiale di provare a legittimarlo L’esaltazione del furto d’arte. L’anno scorso, un creatore ha provato a registrare un fumetto con le immagini che ha creato nello strumento Midjourney AI. Ieri, questo creatore Finalmente una decisione ufficiale per quanto riguarda il potenziale diritto d’autore. Il fumetto otterrà protezione per il testo e gli arrangiamenti, che sono prodotti dall’uomo. Tuttavia, le immagini generate dal software AI non saranno protette da copyright.

Tuttavia, il creatore, Chris Kashtanova, cerca di inquadrarlo come una vittoria per la comunità AI. Kashtanova lo ha twittato Zaria Alba Il suo copyright è stato “confermato”, anche se questo non è del tutto accaduto.

Secondo l’ufficio del copyright letteraKashtanova originariamente non ha rivelato il proprio utilizzo del software Midjourney quando ha richiesto la registrazione del copyright l’anno scorso. Il nuovo diritto d’autore parziale intendeva sostituire quello vecchio, che copriva l’intera opera. La lettera afferma che la nuova risoluzione è una versione più “limitata”. Quindi la decisione è in realtà un duro colpo per i sostenitori dell’IA che speravano di proteggere il loro lavoro ai sensi della legge sul copyright degli Stati Uniti.

Kashtanova ha detto Kotaku Non hanno mai pianificato di “monetizzare” il fumetto, ma volevano conoscere lo stato legale del business dell’IA negli Stati Uniti. Kashtanova ha affermato di rendersi conto che la decisione non è il risultato ideale per il fumetto e che potrebbero provare a spingere oltre riconoscimento delle immagini create in Midjourney.

“Io e il mio avvocato stiamo discutendo l’appello”, ha detto Kashtanova. Kotaku tramite DM di Twitter. “Vorrei pensarci per qualche giorno perché è stato un viaggio emozionante. Sono stato spesso vittima di bullismo online per l’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale e per essere così tanto nelle notizie”.

Senti, per favore non molestare le persone online. Ma la monetizzazione è l’obiettivo principale della protezione del copyright. Gli hobbisti non hanno bisogno di un copyright per armeggiare con la tecnologia, e sarei molto sospettoso se qualcuno lo affermasse. Bisogno Per dedicare le loro creazioni nel campo dell’intelligenza artificiale agli occhi della legge americana. Anche quando gli artisti si uniscono per creare un’opera collaborativa, conservano comunque i diritti sulla loro opera, a meno che non rinuncino al diritto d’autore per essere pagati. Invece di preoccuparsi dei propri diritti legali, i creatori di intelligenza artificiale dovrebbero preoccuparsi maggiormente degli artisti di cui sfruttano il lavoro.

READ  Jennifer Lawrence scopre che il creatore di Yellowstone Taylor Sheridan era il suo insegnante di recitazione - Scadenza