Luglio 19, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il nuovo strumento Gmail di Google drammatizza le email inesistenti

Il nuovo strumento Gmail di Google drammatizza le email inesistenti

Hai un solo lavoro!

Assistente di laurea (a destra) Dr

Sembra che la nuova estensione Bard di Google riepiloghi le tue email, pianifichi i tuoi viaggi e… oh, – Fabbricazione di email che non hai effettivamente inviato.

La settimana scorsa, Google ha collegato un importante chatbot basato su modelli linguistici chiamato Bard In un gruppo di prodotti Google Compresi Gmail, Google Drive, Google Docs, Google Maps e YouTube di proprietà di Google, tra le altre app e servizi. Sebbene sia comprensibile che Google voglia integrare i suoi più recenti sforzi di intelligenza artificiale nella sua suite di prodotti già consolidata, sembra che Google potrebbe essersi mossa troppo rapidamente.

secondo Il New York Times editorialista Kevin Roose, Bard non è l’utile assistente di posta in arrivo che Google sembra volere, almeno non ancora. Nei suoi test, dice Rose, l’intelligenza artificiale ha allucinato l’intera corrispondenza e-mail che non è mai avvenuta.

È un gradino sopra l’intelligenza artificiale di Bing Dice a Rose che dovrebbe lasciare sua moglie All’inizio di quest’anno, tuttavia, sebbene Google affermi che sta ancora risolvendo alcuni bug, non è esattamente un primo passo promettente.

Treno verso il nulla

Secondo l’articolo, le allucinazioni sono iniziate quando Rose ha chiesto a Bard di “analizzare tutti i miei messaggi Gmail e dirmi, con un ragionevole grado di certezza, quali sono i miei maggiori problemi psicologici”. Anche se è una domanda un po’ strana, è abbastanza semplice. Bard si è messo subito al lavoro, secondo quanto riferito dicendo a Rose che tende a “preoccuparsi per il futuro”, citando un’e-mail presumibilmente inviata dallo scrittore, in cui Rose ha espresso di essere “nervoso per il lavoro” e “paura di fallire”.

READ  Monna Lisa rap? La nuova intelligenza artificiale di Microsoft anima i volti dalle foto

il problema? Rose non ha mai inviato quell’e-mail. L’IA ha trovato una newsletter in possesso dello scrivente Ricevere – Riguardo la nuova autobiografia di Elon Musk, tra tutte le cose – e ha interpretato male la citazione All’interno di quel bollettino Per coniare un’e-mail completamente nuova, Bard ha affermato che Rose l’ha inviata lui stesso.

Secondo l’editorialista, Bard ha ripetuto questo comportamento, tirando fuori dal nulla un’e-mail in cui Rose si lamentava di “non essere tagliato per essere un investitore di successo”. L’intelligenza artificiale ha inoltre ripetutamente sbagliato le informazioni sulla compagnia aerea e ha persino creato un treno che non esisteva.

In risposta alle preoccupazioni di Rose, Jack Krawczyk, direttore di Bard presso Google, ha confermato che le estensioni Bard sono ancora sperimentali e che questa è la prima iterazione del prodotto.

Nonostante queste riserve, la nuova estensione sembra ancora piuttosto cruda e non ispira fiducia che Google oserebbe lanciare un prodotto. Questo Disordinato, per non parlare delle implicazioni sulla privacy dei big data causate dall’intelligenza artificiale che esegue la scansione delle tue e-mail personali.

Nel complesso, è difficile liberarsi della sensazione che Google, nella sua folle corsa per mantenere il dominio nel settore dell’intelligenza artificiale, potrebbe finire per commettere errori gravi che potrebbero finire in un disastro.

Maggiori informazioni sull’intelligenza artificiale: Tech Bros ha tenuto una conferenza al Congresso sull’intelligenza artificiale “come i bambini in età scolare” a cui non era permesso alzare la mano