Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Senato francese vota per includere il diritto all’aborto nella Costituzione

Il Senato francese vota per includere il diritto all’aborto nella Costituzione

I legislatori francesi hanno sostenuto per la prima volta la decisione di sancire il diritto all’aborto nella Costituzione dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato la sentenza Roe v. Wade.

annuncio

Mercoledì il Senato francese ha votato a favore della legislazione che sancisce il diritto all’aborto nella Costituzione francese.

I senatori hanno votato con 267 voti favorevoli e 50 contrari, e la legislazione deve ora essere approvata da una maggioranza di tre quinti di entrambe le Camere riunite in una conferenza congiunta il 4 marzo.

Il primo ministro Gabriel Attal ha affermato che il voto rappresenta “un progresso enorme” ed è “la protezione che dobbiamo a tutte le donne”.

Ha aggiunto: “È un riconoscimento del loro diritto a controllare liberamente il proprio corpo”.

Questa legislazione è arrivata dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti l’ha annullata Roe contro Wadeuna sentenza del 1973 che garantisce l'accesso all'aborto.

Dopo la sentenza del 2022, diversi stati degli Stati Uniti hanno approvato leggi per limitare l’accesso all’aborto, con un recente tribunale distrettuale Decisione in Alabama Incidendo anche sulle procedure di fecondazione in vitro (IVF).

“La Corte Suprema ha dimostrato che i diritti e le libertà per noi più preziosi possono essere minacciati anche se sembrano ben consolidati”, si legge nell'introduzione esplicativa della proposta di legge costituzionale presentata dal presidente francese.

Il rapporto prosegue affermando che questo non è un evento isolato, poiché i movimenti in molti paesi, compresi quelli europei, stanno cercando di limitare l’accesso all’aborto. Una sentenza del tribunale polacco del 2020 ha portato al divieto quasi totale dell’aborto nel paese.

READ  Gli scienziati hanno scoperto un passaggio nascosto nella Grande Piramide di Giza

L’aborto è consentito in Francia dal 1975, quando la legislazione guidata dall’allora ministro della Sanità Simone Veil ha depenalizzato la pratica nelle prime 10 settimane di gravidanza.

Da allora il termine è stato prorogato a 14 settimane, con il costo della procedura coperto dal sistema di assicurazione sanitaria nazionale.

Come è avvenuta la modifica costituzionale?

L’Assemblea nazionale francese, o camera bassa del parlamento, aveva precedentemente approvato una modifica costituzionale nel novembre 2022, ma il Senato ne ha modificato la formulazione.

Il presidente Emmanuel Macron ha annunciato una nuova proposta legislativa per modificare la costituzione l’8 marzo 2023, durante un omaggio all’attivista femminista Gisèle Halimi.

La proposta legislativa del governo è stata infine approvata Dall'Assemblea nazionale A gennaio, prima che il Senato lo approvasse questa settimana.

La proposta include un articolo che afferma: “La legge determina le circostanze in cui a una donna è garantito il diritto di ricorrere all’interruzione volontaria della gravidanza”.

La Women's Foundation, un'organizzazione non governativa preoccupata per l'uguaglianza di genere, ha elogiato il “voto storico”, definendolo “una vittoria collettiva per le organizzazioni femministe e un segnale forte inviato alle donne di tutto il mondo”.

“Abbiamo un’opportunità unica di includere l’interruzione volontaria della gravidanza [abortion] nella Costituzione francese, garantendolo così come un diritto per tutti”, ha affermato Sarah Durocher, presidente dell’organizzazione no-profit Planned Parenthood. Lo ha detto in un comunicato Mercoledì prima.

Ha aggiunto: “Questo è un messaggio forte rivolto a tutte le attiviste femministe di tutto il mondo che lottano per questo diritto e con le quali siamo solidali”.

Questa storia è stata aggiornata per aggiungere i risultati del voto del Senato.