Gennaio 29, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il telescopio Webb spia le nuvole sotto la foschia della luna di Saturno, Titano

Il telescopio Webb spia le nuvole sotto la foschia della luna di Saturno, Titano

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di incredibili scoperte, progressi scientifici e altro ancora.



Cnn

Il telescopio spaziale James Webb ha individuato le nuvole su una delle lune più interessanti del sistema solare.

A novembre, l’osservatorio spaziale ha diretto il suo sguardo a infrarossi sulla luna più grande di Saturno, Titano. È l’unica luna del nostro sistema solare con un’atmosfera densa, quattro volte la densità della Terra.

L’atmosfera di Titano è composta da azoto e metano, che gli conferiscono un aspetto sfocato arancione. Questa fitta foschia impedisce alla luce visibile di riflettersi sulla superficie lunare, rendendo le caratteristiche difficili da distinguere.

Il telescopio Webb osserva l’universo in luce infrarossa, che è invisibile all’occhio umano: il 5 novembre, il telescopio ha individuato una nuvola luminosa nell’emisfero settentrionale di Titano e, subito dopo, ha rilevato una seconda nuvola nell’atmosfera.

La nuvola più grande si trovava sopra la regione polare nord di Titano vicino a Kraken Mare, il più grande mare liquido di metano conosciuto sulla Luna.

Titano ha corpi liquidi simili alla Terra sulla sua superficie, ma i suoi fiumi, laghi e mari sono fatti di etano liquido e metano, che formano nuvole e causano pioggia dal cielo. I ricercatori ritengono inoltre che Titano abbia un oceano liquido interno.

“La scoperta delle nuvole è entusiasmante perché convalida le previsioni a lungo termine dei modelli computerizzati sul clima di Titano, che si formerebbe facilmente nel mezzo dell’emisfero settentrionale durante la fine dell’estate, quando la superficie è riscaldata dal sole”, ha detto uno scienziato del Goddard. Lo ha detto lo Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland Blog della NASA.

Nixon è anche l’investigatore principale in Webb’s Watch for Titan.

Il team di astronomi che studiano le osservazioni di Webb ha contattato i colleghi dell’Osservatorio WM Keck alle Hawaii per vedere se le osservazioni di follow-up possono rivelare se le nuvole si muovono o cambiano forma.

Emke de Pater, professore emerito di astronomia presso l’Università della California, Berkeley, e leader del team di osservazione di Kick-Titan, ha dichiarato in una nota.

Gli astronomi hanno confrontato le immagini di Titano di Webb (a sinistra) e Keck per vedere come si sono evolute le nuvole.  La nuvola A sembra ruotare, mentre la nuvola B sembra dissiparsi.

Esperti di modellazione atmosferica hanno aiutato il team a determinare che i due telescopi hanno catturato le osservazioni dei modelli meteorologici stagionali su Titano.

Lo strumento Spettroradiometro nel vicino infrarosso di Webb è stato anche in grado di raccogliere dati sulla bassa atmosfera di Titano, che non possono essere visti dagli osservatori terrestri. Come Keck a causa dell’interferenza dell’atmosfera terrestre, diverse lunghezze d’onda della luce infrarossa.

I dati, che sono ancora in fase di analisi, sono stati in grado di vedere più in profondità l’atmosfera e la superficie di Titano dalla sonda Cassini, che ha orbitato intorno a Saturno e alle sue lune per 13 anni. Le osservazioni di Webb potrebbero anche rivelare la causa di una caratteristica luminosa sopra il polo sud di Titano.

Le osservazioni delle nuvole sono in arrivo da molto tempo.

“Abbiamo aspettato per anni di utilizzare la visione a infrarossi di Webb per studiare l’atmosfera di Titano, compresi i suoi affascinanti modelli meteorologici e la composizione gassosa, oltre a vedere la foschia studiando le caratteristiche dell’albedo sulla superficie”, ha detto Nixon, riferendosi al luminoso e punti neri. .

“L’atmosfera di Titano è incredibilmente interessante, non solo per le nuvole e le tempeste di metano, ma anche per quello che può dirci sul passato e sul futuro di Titano, incluso se abbia mai avuto un’atmosfera. Siamo rimasti molto soddisfatti dei risultati iniziali”.

Il team ha in programma ulteriori osservazioni di Titano a giugno che potrebbero fornire ulteriori informazioni sui gas nella sua atmosfera.

READ  I funzionari hanno confermato che diverse tempeste magnetiche colpiranno la Terra questa settimana