Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

JWST ha appena confermato il suo primo pianeta extrasolare, delle dimensioni della Terra: ScienceAlert

Dal suo lancio nel dicembre 2021, il James Webb Space Telescope (JWST) è operativo I record sono stati battuti.

Ora lo strumento ha individuato il suo primo pianeta attorno a una stella diversa dalla nostra, e Con un diametro stimato a circa il 99 percento del diametro terrestre Sembra in qualche modo familiare.

Osservazioni dal satellite Transiting Exoplanet Survey della NASA (caprone) indicava che il pianeta esisteva, ma ora le immagini ad alta risoluzione fornite dal Near Infrared Spectrometer (NIRSpec) a bordo di JWST lo hanno confermato.

Nonostante le dimensioni simili, si pensa che il pianeta sia molto più caldo del nostro mondo natale, in orbita attorno a una stella nana rossa abbastanza vicino da completare la sua orbita in appena un paio di giorni.

“Non c’è dubbio che il pianeta esista”, dice l’astronomo Jacob Lustig-Yegerpresso l’Applied Physics Laboratory della Johns Hopkins University nel Maryland. I dati originali di Webb si sono rivelati corretti.

Chiamato LHS 475 b, questo oggetto appena scoperto si trova a 41 anni luce di distanza nella costellazione dell’Ottano. Come con altri esopianeti, è stato individuato osservando l’ombra prodotta mentre passava davanti alla sua stella.

Ciò che rende speciale JWST è che può essere guardato spettro di trasmissione; La varietà di lunghezze d’onda della luce filtrata intorno al pianeta che può rivelare le qualità della sua atmosfera.

Le letture indicano che LHS 475 b non ha un’atmosfera dominata dal metano. (NASA/ESA/CSA/L. Hustak (STScI))

Al momento, non disponiamo di dati sufficienti per dirci che tipo di atmosfera ha LHS 475 b, ammesso che abbia atmosfera. Finora, gli astronomi sono fiduciosi che manchi di un’atmosfera densa e ricca di metano, come quella che circonda la luna di Saturno. Titano.

READ  Rivelato l'astrofotografo dell'anno 2022 nella rosa dei candidati

“Il telescopio è così sensibile e i dati così accurati che avremmo potuto facilmente rilevare molte molecole diverse, ma non vediamo ancora molto”, ha detto. afferma l’astrofisico Ortiz Ceballosdell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics nel Massachusetts.

Ma non possono escludere la presenza di un’atmosfera poco profonda costituita da anidride carbonica pura.

La risoluzione extra offerta da JWST consente ai ricercatori di cercare stelle e pianeti molto più piccoli. Di solito, i telescopi cercano esopianeti più grandi di Giovecirca 11 volte più grande della Terra.

Anche le informazioni vengono raccolte a un ritmo rapido: sono bastati solo due transiti (o passaggi davanti alla sua stella) al JWST per identificare LHS 475 b e alcune delle sue caratteristiche. Ulteriori letture dovrebbero dirci di più su ciò di cui abbiamo a che fare qui.

Stiamo anche vedendo JWST produrre qualcosa di simile Foto stupende dallo spazio profondo, grazie alla sensibilità degli strumenti di bordo – e va avanti da poco più di un anno. C’è molto di più in arrivo.

“Questi primi risultati osservativi da un pianeta roccioso delle dimensioni della Terra aprono la porta a molte possibilità future per studiare l’atmosfera del pianeta roccioso usando Webb”, Mark Clampin dicedirettore della divisione di astrofisica presso il quartier generale della NASA a Washington, D.C.

“Webb ci sta avvicinando sempre di più a una nuova comprensione dei mondi simili alla Terra oltre il nostro sistema solare, e la missione è ancora agli inizi”.

I risultati sono stati presentati in un convegno Società astronomica americana Mercoledì 11 gennaio 2023.