Luglio 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Nuova Zelanda annuncia l’intenzione di riaprire al mondo

(CNN) – La Nuova Zelanda ha annunciato che inizierà a riaprire al mondo, firmando la fine di quasi due anni di rigide regole di confine che hanno separato le famiglie e escluso quasi tutti gli stranieri.

Giovedì il primo ministro Jacinda Ardern ha delineato un piano in cinque fasi che consentirà ai cittadini neozelandesi completamente vaccinati di iniziare a viaggiare dall’Australia alla fine di questo mese. Dovranno autoisolarsi all’arrivo, ma non avranno bisogno di entrare in strutture di quarantena gestite dallo stato.

Entro luglio, persone completamente vaccinate dall’Australia o paesi esenti dal visto – tra cui il Regno Unito, gli Stati Uniti e molte nazioni europee – potranno entrare in Nuova Zelanda e autoisolarsi all’arrivo, secondo il piano.

Il sito web del governo afferma che “l’autoisolamento può essere a casa tua o in un’adeguata sistemazione alternativa”, quindi non è ancora noto se i non residenti potranno utilizzare hotel, appartamenti in affitto o altre sistemazioni simili per i propri scopi di autoisolamento.

L’annuncio è un cambiamento importante per la Nuova Zelanda, che ha imposto alcune delle regole di confine più rigide del mondo nel tentativo di escludere il Covid-19.

Paese vietato quasi tutti i viaggiatori stranieri nel marzo 2020 e richiede ai visitatori in arrivo di trascorrere del tempo in una struttura di quarantena statale a proprie spese.

Per far fronte ai limitati posti in quarantena, la Nuova Zelanda ha introdotto un sistema di lotteria in quarantena che consentiva ai cittadini di entrare in una coda online in orari prestabiliti nella speranza di ottenere punti.

Ciò ha significato che molti neozelandesi hanno lottato per tornare a casa e alcuni non vedono i loro cari da anni.

Il sistema ha consentito alla Nuova Zelanda di mantenere bassi e giusti i numeri di Covid-19 53 morti per Covid-19 sono stati segnalati nel paese, secondo il ministero della Salute del paese. Ma Ardern è stato sottoposto a crescenti pressioni per allentare le regole di frontiera e consentire alla Nuova Zelanda di riunirsi con il mondo – e secondo le stime 1 milione Neozelandesi che vivono all’estero.

Ardern ha detto che l’angoscia della quarantena è stata “straziante”.

“Ma la scelta di usarlo, ha innegabilmente salvato vite”, lei disse, aggiungendo che le regole di confine avevano fatto guadagnare alla Nuova Zelanda il tempo di diventare “uno dei paesi più vaccinati al mondo”. La Nuova Zelanda ha vaccinato completamente 93% delle persone ammissibili, secondo il Ministero della Salute.

“Siamo in una nuova fase nella nostra risposta al Covid”, ha detto Ardern. “Il Covid come malattia non ha toccato molti di noi fino ad oggi. Ma con la trasmissibilità di Omicron sappiamo che sperimenteremo il virus in modo più diretto. Ma la differenza qui è che ora abbiamo tutti gli strumenti possibili per prepararci”.

READ  Rivelati i pasti della prigione del Ringraziamento del 2021 di famosi prigionieri

L’allontanamento della Nuova Zelanda da un approccio zero-Covid è stato segnalato da mesi.

Il mese successivo Nuova Zelanda annunciato inizierebbe un graduale allentamento dei confini nel 2022, sebbene quelli i piani sono stati respinti per la diffusione dell’Omicron.
Saranno richiesti cittadini stranieri essere vaccinato completamente contro il coronavirus per entrare nel Paese quando riaprirà.
La mossa della Nuova Zelanda il 3 febbraio arriva sulla scia di passi simili da vicina Australia. Come la Nuova Zelanda, Australia imposto rigide regole di frontiera per escludere il Covid. I cittadini completamente vaccinati, i titolari di visto e le persone provenienti da determinati paesi, tra cui Nuova Zelanda, Giappone e Singapore, possono ora recarsi in Australia senza esenzione dal viaggio.

Jacinda Ardern foto di Hagen Hopkins / Getty Images