Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La schiacciata era grossa, ma comunque mortale

La schiacciata era grossa, ma comunque mortale

Con un morso che potrebbe dividere in due uno squalo e una coppa corazzata che solo una madre potrebbe amare, Dunkleosteus è stato uno dei primi predatori della Terra, terrorizzando i mari subtropicali 360 milioni di anni fa durante il periodo Devoniano. Secondo alcune stime, un pesce mostruoso misura quanto uno scuolabus.

Tuttavia, un nuovo studio prende un grosso morso dalle dimensioni stimate di Dunkleosteus. Russell Engelman, un paleontologo che persegue un dottorato di ricerca. alla Case Western Reserve University, ha recentemente confrontato le proporzioni della testa ricoperta di armatura di Dunkleosteus con le dimensioni dei crani di centinaia di pesci viventi e fossili. Il mese scorso, sul diario diversitàQuesti pesci antichi, ha concluso il signor Engelman, erano lunghi solo 13 piedi e sembravano più tonni paffuti che graziosi squali.

Per lo studio, Engelman ha esaminato diversi esemplari di Dunkleosteus terrelli al Cleveland Museum of Natural History. Molti di questi fossili sono stati scoperti nelle vicinanze nelle scogliere lungo il fiume Rocky, rendendo gli esemplari della “schiacciata” un simbolo della preistoria della città. Ma sono state fatte poche ricerche sulle dimensioni di Dunkleosteus, e alcune delle misurazioni precedenti sembravano sospette al signor Engelmann.

Dunkleosteus appartiene a un’antica famiglia di pesci noti come artropodi che governavano i mari durante il periodo devoniano. Poiché la maggior parte del corpo di Dunkleosteus era probabilmente costituita da fragile cartilagine, solo le spesse piastre dell’armatura che avvolgevano la testa e il collo sono state conservate come fossili. Sebbene queste placche mantengano serrate le mascelle del predatore, rivelano poco del resto del suo corpo. Di conseguenza, la maggior parte degli sforzi per determinare le dimensioni di Dunkleosteus si è basata sull’estrapolazione dal pedigree dei suoi parenti molto più piccoli.

READ  Gli scienziati scoprono una gigantesca massa d'acqua tropicale nel mezzo dell'Oceano Atlantico

Secondo Mr. Engelmann, la lunghezza della testa è un indicatore affidabile della dimensione corporea nei pesci: le specie di pesci corti hanno generalmente teste più corte e le specie di pesci alti hanno teste più lunghe. Concentrati sull’area tra l’occhio del pesce e la parte posteriore della sua testa. “Un organismo non può interferire troppo con le dimensioni di quest’area perché è lì che si trovano il cervello e le branchie”, ha affermato Engelman. “Se le tue narici diventano troppo piccole, soffochi.”

Confronta le dimensioni di questa regione in Dunkleosteus con le proporzioni della testa di quasi 1.000 altre specie di pesci fossili e moderni, che variano in dimensioni dalla piccola spigola ai grandi squali. Dopo aver effettuato misurazioni attraverso diversi modelli, ha concluso che la testa media di Dunkleosteus, che misurava circa 24 pollici di lunghezza, è correlata a un pesce leggermente più lungo di 11 piedi. Il più grande Dunkleosteus conosciuto raggiungeva i 13,5 piedi circa. Piuttosto che behemoth delle dimensioni di un autobus, questi pesci erano più simili ai Maggiolini Volkswagen, ma sono comunque insetti che possono fornire morsi spaccaossa.

Ridurre l’altezza di Dunkleosteus cambia anche le sue proporzioni. La maggior parte delle ricostruzioni raffigura Dunkleosteus con il corpo allungato di uno squalo. Tuttavia, fossili di artropodi più completi rivelano che questi pesci avevano corpi sia squamosi che cilindrici. Il signor Engelman pensa che Dunkleosteus assomigli probabilmente a un tonno rotondo.

Questo pesce aveva la forma di un Pac-Man corazzato. Era grande il doppio della grande bocca bianca e probabilmente era più numeroso dello squalo più lungo. “La gente dice che è una caramella, ma forse è solo un muscolo duro”, ha detto il signor Engelman.

READ  Esopianeti: la ricerca di pianeti abitabili potrebbe essere appena svanita

Da quando l’articolo è stato pubblicato, molte persone hanno chiamato pesci fossili “Chunkleosteussui social media, ma il signor Engelman non pensa che le nuove stime tolgano nulla all’abilità del vecchio predatore.

“La gente pensa che si tratti di un downgrade, ma in realtà si tratta di un upgrade”, ha affermato.

Lungi dall’essere un lento abitante del fondale, Dunkleosteus sembra essere stato costruito per movimenti veloci in mare aperto. E anche Dunkleosteus the Shorter era ancora il re indiscusso dei mari devoniani.

Non tutti sono del tutto convinti che Dunkleosteus abbia scosso il corpo di Abi. È difficile sapere che aspetto avesse davvero Dunkleustius senza altro del suo corpo, ha detto Caitlin Colery, paleontologa del Cleveland Museum of Natural History. Mentre la cartilagine è raramente ossificata, il Cleveland Shale ha prodotto i corpi cartilaginei degli squali che vivevano accanto a Dunkleosteus.

“Non fraintendetemi, adoro una ‘schiacciata’ grossa”, ha detto il dottor Colery, che non è stato coinvolto nel nuovo studio. “Ma non mi affezionerò troppo perché nella scienza, in particolare la paleontologia, è ci vuole una nuova scoperta per cambiare tutto”.