Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Slovacchia, dopo la Polonia, accetta di consegnare aerei sovietici all’Ucraina

La Slovacchia, dopo la Polonia, accetta di consegnare aerei sovietici all’Ucraina

Il governo slovacco ha approvato un piano per dare all’Ucraina la sua flotta di aerei da combattimento MiG-29 di epoca sovietica.

Lo ha detto il primo ministro Eduard Heger durante una conferenza stampa annunciando la decisione che il suo governo era “dalla parte giusta della storia”. In precedenza, Heger aveva twittato che l’assistenza militare era la chiave per garantire che l’Ucraina potesse difendere se stessa e tutta l’Europa contro la Russia.

La Polonia ha annunciato giovedì che darà all’Ucraina circa una dozzina di MiG-29, a partire dai quattro che dovrebbero essere consegnati nei prossimi giorni. Polonia e Slovacchia hanno precedentemente indicato la loro disponibilità a soddisfare le richieste di aerei militari dell’Ucraina, ma solo nell’ambito di una più ampia alleanza internazionale.

Heger ha affermato che la mossa del suo governo è stata “strettamente coordinata con la parte polacca, l’Ucraina e altri alleati”.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che gli aerei promessi sono un altro esempio dei membri della NATO che “aumentano il livello della loro partecipazione diretta al conflitto”.

“Naturalmente, la consegna delle attrezzature non avrà alcun impatto sull’esito dell’operazione militare speciale, ma potrebbe portare più disgrazie all’Ucraina e al popolo ucraino”, ha detto Peskov durante una teleconferenza con i giornalisti.

READ  Spiegatore del G20: Tutto quello che c'è da sapere sul vertice cruciale di questa settimana | G20

Il ministro della Difesa Jaroslav Nad ha dichiarato che la Slovacchia riceverà 200 milioni di euro (213 milioni di dollari) dall’Unione Europea a titolo di risarcimento e 700 milioni di euro (745 milioni di dollari) di armi non specificate dagli Stati Uniti in cambio della consegna della sua flotta di MiG-29 all’Ucraina.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ripetutamente chiesto ai paesi occidentali aerei da combattimento, ma gli alleati della NATO hanno rifiutato, citando la preoccupazione per il ruolo crescente dell’alleanza nella guerra.

Le mutate circostanze ora consentono una tale mossa, data la riluttanza iniziale a rispondere alla richiesta dell’Ucraina, ha affermato Michal Baranowski, amministratore delegato di GMF East con sede a Varsavia, parte del think tank del German Marshall Fund.

“Molte linee rosse sono state superate da quella discussione dello scorso anno”, ha detto Baranowski all’Associated Press per telefono. L’invio di MiG ora “non è la stessa dura vendita politica dell’anno scorso”.

L’Ucraina potrà utilizzare immediatamente i MiG senza bisogno di alcuna formazione.

Zelensky ha fatto appello direttamente a Heger per ottenere aerei al vertice dell’UE a Bruxelles il mese scorso.

La Slovacchia ha messo a terra i MiG in estate a causa della mancanza di pezzi di ricambio e competenze per aiutarli a mantenerli dopo il ritorno a casa dei tecnici russi. In assenza di un proprio aereo, i membri della NATO Polonia e Repubblica Ceca sono intervenuti per monitorare lo spazio aereo slovacco.

READ  Reattore nucleare vicino al "disastro radiologico", afferma Zelensky, tra gli appelli per una visita urgente delle Nazioni Unite | Ucraina

Prima dell’invasione su vasta scala della Russia nel febbraio 2022, l’Ucraina aveva dozzine di MiG-29 ereditati nel crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, ma non è chiaro quanti combattenti rimangano in servizio dopo più di un anno di combattimento.

Le prossime elezioni sono previste per settembre, quando l’opposizione ha buone possibilità di vittoria. Tra i suoi leader c’è l’ex primo ministro populista Robert Fico, che si oppone al sostegno militare all’Ucraina e alle sanzioni dell’UE alla Russia e ha affermato che il governo slovacco non ha il mandato di consegnare aerei da combattimento all’Ucraina.

I partiti di opposizione, compreso il partito “Samir-Democratico” di Fico, hanno respinto la decisione del governo venerdì, minacciando di intentare una causa.

La Slovacchia ha firmato un accordo per l’acquisto di 14 caccia F-16 Block 70/72 statunitensi, ma le consegne sono state posticipate di due anni all’inizio del 2024.

___

Vanessa Gira ha contribuito a Varsavia, Polonia.

___

Segui la copertura AP della guerra in Ucraina: https://apnews.com/hub/russia-ukraine-war