Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’asta eolica offshore della California ha offerto $ 460 milioni il secondo giorno

L'asta eolica offshore della California ha offerto $ 460 milioni il secondo giorno

(Reuters) – La prima asta in assoluto per i diritti di sviluppo di energia eolica offshore al largo della costa della California è entrata mercoledì nel suo secondo giorno, con offerte elevate che superano i 460 milioni di dollari.

La vendita dell’amministrazione Biden è una pietra miliare nel suo obiettivo di collocare turbine lungo tutte le coste degli Stati Uniti e un test critico dell’appetito degli sviluppatori per gli investimenti in turbine eoliche galleggianti, una tecnologia emergente necessaria in luoghi in cui il fondale oceanico è troppo profondo per attrezzature fisse.

Il Bureau of Ocean Energy Management (BOEM) del Dipartimento degli interni ha messo all’asta cinque lotti in affitto pari a 373.267 acri (151.056 ettari) al largo delle coste settentrionali e centrali dello stato. Le precedenti aste eoliche offshore federali sono state tutte per noleggi nelle acque poco profonde dell’Oceano Atlantico.

Dopo 22 giri di offerte, il totale combinato di offerte elevate è stato di $ 462,1 milioni. Due contratti di locazione al largo della costa centrale stavano richiedendo offerte elevate di oltre $ 100 milioni, con i contratti di locazione rimanenti che attiravano offerte elevate che andavano da $ 62,7 milioni a $ 98,8 milioni, secondo i risultati dell’asta dal vivo sul sito Web di BOEM.

Le identità degli offerenti non sono state rivelate durante l’asta, ma 43 società sono state autorizzate a partecipare.

Includono noti operatori eolici offshore come Avangrid Inc (AGR.N)Oersted (ORSTED.CO) ed Equinore (EQNR.OL)che stanno tutti sviluppando progetti sulla costa orientale degli Stati Uniti, nonché potenziali nuovi entranti tra cui lo sviluppatore eolico svedese galleggiante Hexicon. (HEXI.ST) e macquarie (MQG.AX) Unità Koryo.

READ  Wall Street ha chiuso in ribasso a causa del calo delle azioni di tecnologia pubblicitaria e social media

Segnalazione di Nicola Groom. A cura di Alexander Smith

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.