Maggio 26, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le azioni cancellano i guadagni precedenti mentre i rendimenti obbligazionari salgono

Le azioni cancellano i guadagni precedenti mentre i rendimenti obbligazionari salgono

Lunedì i titoli dei costruttori edili sono crollati dopo che un indice del sentiment immobiliare attentamente monitorato ha interrotto una serie di guadagni di quattro mesi in mezzo all'aumento dei tassi di interesse ipotecari.

L’indice della National Association of Home Builders (NAHB)/Wells Fargo Housing Market (HMI) è rimasto stabile a 51 ad aprile, invariato rispetto a marzo. Qualsiasi numero superiore a 50 indica certamente che un numero maggiore di costruttori considera le condizioni buone piuttosto che cattive.

“Un dato piatto per aprile suggerisce che esiste un potenziale di crescita della domanda, ma gli acquirenti stanno trattenendo finché non potranno valutare meglio in quale direzione stanno andando i tassi di interesse”, ha detto in una nota il capo economista della NAHB Robert Dietz.

Lennar (LEN), Pulte (PHM) e Toll Brothers (TOL) sono scesi di oltre l'1% a metà mattinata, mentre l'SPDR S&P Homebuilders ETF (XHB) è sceso dello 0,3%.

Il costante livello di fiducia tra i costruttori sottolinea il numero di potenziali acquirenti e venditori, già alle prese con l’aumento dei prezzi delle case e un patrimonio immobiliare limitato, che sono ancora in attività. L'annuncio arriva dopo che i dati sull'inflazione della scorsa settimana, superiori alle attese, hanno spinto gli investitori a ridurre il numero di tagli dei tassi di interesse previsti quest'anno a due, meno della media di tre prevista dalla Fed nella riunione di marzo.

“Con i mercati che si stanno ora adattando all'aumento dei tassi di interesse in qualche modo a causa dei recenti dati sull'inflazione, continuiamo ad aspettarci che la Federal Reserve annuncerà futuri tagli dei tassi di interesse entro la fine dell'anno e che i tassi ipotecari si modereranno nella seconda metà del 2017”, Dietz detto.

READ  Tesla sta tagliando drasticamente i prezzi mentre si muove per aumentare la domanda

I tassi ipotecari sono rimasti leggermente più alti rispetto all'inizio dell'anno, spingendo i mutuatari in disparte con l'inizio della stagione primaverile degli acquisti di case. Il tasso di interesse medio su un mutuo fisso di 30 anni è salito al 6,88%, rispetto al 6,82% della settimana precedente. Lo ha riferito Freddie Mac.

Ad aprile, i costruttori si sono leggermente trattenuti dal ridurre i prezzi delle case, con il 22% dei costruttori che ha riferito di averlo fatto, in calo rispetto al 24% di marzo e al 36% di dicembre dello scorso anno.

Nel frattempo, l’utilizzo degli incentivi alle vendite è sceso al 57% in aprile rispetto al 60% di marzo.