Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’opera d’arte di Banksy appare su un edificio distrutto in Ucraina | Banksy

Sembra che Banksy abbia confermato la sua presenza Ucraina Dopo aver rivelato la sua ultima opera d’arte su Instagram.

Crescevano le voci secondo cui l’ignoto artista di graffiti si trovava nel paese dilaniato dalla guerra dopo che una serie di murales erano emersi nella città di Borodianka, vicino a Kiev.

Uno dei murales ritrae un uomo che somiglia al presidente russo, Vladimir Putin, che viene gettato a terra durante una partita di judo con un ragazzino.

Lavoro ritenuto Banksy a Borodianka.
Lavoro ritenuto Banksy a Borodianka. Foto: Ed Ram/Getty Images

Un’altra immagine mostrava due bambini che usavano una trappola metallica come un’altalena.

Tuttavia, il murale Banksy Usato per rivelare la sua presenza in campagna una ginnasta in equilibrio sulle rovine di un edificio distrutto.

L’artista di Bristol, il cui lavoro vende per milioni di sterline, ha pubblicato Venerdì tre murales di Instagramcon la didascalia semplicemente: “Borodyanka, Ucraina”.

Murale di ginnastica.
Murale di ginnastica. Foto: Banksy/Instagram/Pa

Era Borodianka, una città a nord-ovest di Kiev Fu bombardato da bombe russe all’inizio dell’invasione.

Le truppe russe, provenienti dal confine bielorusso 200 miglia a nord, hanno occupato la città a febbraio. Insieme a Bucha, Irpin e Hostomil, Borodianka è stata una delle città più colpite dai bombardamenti russi. È stato modificato ad aprile.

Gli investigatori ucraini hanno trovato dozzine di fosse comuni in cui sono stati seppelliti i corpi di civili – torturati e uccisi. Mosca ha sparato potenti munizioni e bombe a grappolo non guidate nelle aree popolate di Borodianka, distruggendo dozzine di edifici, alcuni dei quali distrutti e divisi in due.

Da allora, la città è stata al centro degli sforzi di ricostruzione, con molte torri demolite a causa dei danni causati dai combattimenti.

READ  Migliaia di russi salutano l'ultimo leader sovietico, Mikhail Gorbaciov