Giugno 24, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Macron, scontro Le Pen sulla Russia, costo della vita in Francia dibattito elettorale

Macron, scontro Le Pen sulla Russia, costo della vita in Francia dibattito elettorale
  • La Francia vota domenica
  • Macron e Le Pen sono in una dura corsa per vincere le elezioni
  • Dibattito solo prima delle elezioni

PARIGI, 20 aprile (Reuters) – Il presidente francese Emmanuel Macron e la rivale di estrema destra Marine Le Pen hanno combattuto mercoledì nell’unico dibattito prima delle elezioni di domenica su chi avrebbe ottenuto il posto migliore per migliorare il potere d’acquisto degli elettori e guidare la politica estera francese.

Per Le Pen, che è molto indietro rispetto a Macron nei sondaggi, il tanto atteso confronto è un’opportunità per convincere gli elettori del grado che potrebbe essere presidente, e non dovrebbero essere intimiditi dall’estrema destra al potere.

“Voglio che i francesi ottengano indietro i loro soldi”, ha detto Le Pen, attaccando il record di Macron in carica, dicendo di aver visto i francesi “soffrire” negli ultimi cinque anni.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Voglio dire loro che un’altra scelta è possibile”, ha detto Le Pen.

Il forte attacco di Macron contro il suo rivale di estrema destra all’inizio del dibattito ha elogiato il presidente russo Vladimir Putin, che ha convenuto che il prestito per la campagna del 2017 fosse firmato da una banca russa e che la Russia avrebbe annesso la Crimea.

“Dipendi dal potere della Russia, dipendi dal signor Putin. Hai preso in prestito da una banca russa”, ha detto Macron al suo avversario. “Molte delle tue scelte possono essere spiegate da questo pregiudizio”, ha detto: “Hai fatto una scelta che ti ha trattenuto politicamente”.

In un acceso scambio di battute, Macron a un certo punto chiese a Le Pen: “Mi stai prendendo in giro?” Le Pen ha respinto le accuse: “Sono una donna completamente libera e indipendente”.

READ  USWNT vs. Il Canada segna: Alex Morgan vince la Coppa, gli USA vincono le Olimpiadi e la Gold Cup

Ha detto di essere orgoglioso della creazione di posti di lavoro durante il suo mandato, quando la disoccupazione era al minimo da 13 anni: “Il modo migliore per ottenere potere d’acquisto è combattere la disoccupazione”.

I due candidati hanno continuato a interrompersi a vicenda all’inizio del dibattito, con Le Pen che ha affermato nella vita reale che le sue proposte avrebbero migliorato la situazione degli elettori più del suo avversario, mentre Macron ha affermato che alcune delle sue proposte non erano realistiche.

“Signora Le Pen, quello che ha detto è sbagliato”, ha detto Macron al suo oppositore dei piani per ridurre l’IVA per migliorare il potere d’acquisto. “Non hai risposto a nessuno dei miei commenti perché non avevi una risposta”, ha detto.

Le Pen ha affermato che i piani per il costo della vita di Macron sarebbero inefficienti.

Visioni opposte

Queste elezioni presentano alla Francia due punti di vista opposti: Macron offre una piattaforma liberale pro-europea, mentre la dichiarazione nazionalista di Le Pen è radicata in un profondo eurosepticismo.

Dietro le quinte prima del dibattito, dalla temperatura ambiente al lancio della moneta, sono stati fatti molti affari su quale tema – il costo della vita – chi avrebbe parlato per primo – Le Pen.

L’ultima volta che hanno affrontato un dibattito è stato nel 2017, quando la sfida presidenziale di Le Pen è fallita perché ha confuso i suoi appunti e ha perso le gambe.

READ  Biden Trudeau ignora i giornalisti al vertice AMLO

Il dibattito in prima serata in quell’occasione ha confermato la posizione di Macron come un chiaro precursore.

Ma Macron non è più un destabilizzatore esterno alla politica e ora ha stabilito un record che Le Pen può attaccare. Nel frattempo, ha lavorato duramente per raggiungere gli elettori chiave e ammorbidire la sua immagine.

“Non è più lo stesso nemico ora. È al potere da cinque anni ormai, che non è l’ultima volta”, ha detto Le Pen prima del dibattito.

Dopo che più della metà degli elettori al primo turno ha votato per candidati di estrema destra o di sinistra, il vantaggio di Macron nei sondaggi d’opinione è stato molto inferiore rispetto a quando cinque anni fa sconfisse Le Pen con il 66,1%. Il sondaggio di mercoledì prevede che questa volta vincerà con il 55,5-56,5%.

Il sondaggio OpinionWay-Kea Partners del quotidiano Les Echos mostra che il 14% degli elettori è in attesa di un dibattito per decidere per chi votare.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Michel Rose, Elizabeth Pineau, Tassilo Hummel, Ingrid Melander, Richard Lough; Scritto da Ingrid Melander; Montaggio di Alex Richardson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.