Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Manifestazioni di massa per chiedere le dimissioni di Netanyahu – DW – 07.04.2024

Manifestazioni di massa per chiedere le dimissioni di Netanyahu – DW – 07.04.2024

7 aprile 2024

I manifestanti israeliani chiedono elezioni anticipate e negoziati per il rilascio degli ostaggi

Decine di migliaia di persone sono scese nelle strade delle città israeliane per protestare contro il governo del primo ministro Benjamin Netanyahu.

I manifestanti hanno chiesto maggiori sforzi per negoziare il rilascio degli ostaggi detenuti dal movimento islamico palestinese Hamas.

Durante le proteste si sono sentiti canti di “elezioni adesso”, con molti manifestanti che chiedevano le dimissioni di Netanyahu.

Il leader dell'opposizione Yair Lapid ha partecipato a una marcia nella città di Kfar Saba, nel centro di Israele.

“Non hanno imparato nulla, non sono cambiati”, ha detto a quell'incontro. “Finché non li riporteremo a casa, non daranno a questo Paese la possibilità di andare avanti”.

I media israeliani hanno riferito che gli scontri sono scoppiati tra i manifestanti e la polizia durante una marcia a Tel Aviv. La polizia ha detto che uno dei manifestanti è stato arrestato.

Persone vicino a un incendio durante una protesta contro il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu il 6 aprile 2024
Nonostante le ripetute proteste contro Netanyahu, il leader israeliano ha affermato che la maggioranza della popolazione israeliana sostiene la gestione della guerra a Gaza da parte del suo governo.Fotografia: Hannah McKay/Reuters

Sabato scorso, l'esercito israeliano ha annunciato di aver trovato il corpo di un ostaggio nella Striscia di Gaza.

Sei mesi fa, Hamas ha lanciato attacchi nel sud di Israele, uccidendo quasi 1.200 persone, la maggior parte delle quali civili, e prendendo 250 ostaggi.

In risposta, Israele ha lanciato un attacco contro la Striscia di Gaza che, secondo il Ministero della Sanità di Gaza, ha ucciso almeno 33.000 persone nel territorio amministrato da Hamas. Il conteggio del ministero non fa distinzione tra civili e combattenti.

Secondo le stime israeliane, a Gaza sono ancora detenuti 129 ostaggi, di cui 34 ritenuti morti. L'accordo di cessate il fuoco raggiunto a novembre ha portato alla liberazione di 105 ostaggi.

READ  60 paracadutisti russi si sono rifiutati di combattere durante l'invasione, afferma il rapporto

Prima che la guerra tra Israele e Hamas iniziasse in ottobre, il governo di Netanyahu aveva già affrontato proteste di massa contro la controversa riforma giudiziaria.

sdi/wd (Reuters, AFP, AP, DPA)