Aprile 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Marianne Williamson risponde all’articolo di Politico relativo all’abuso da parte dei dipendenti

Marianne Williamson risponde all’articolo di Politico relativo all’abuso da parte dei dipendenti
  • Di Anthony Churcher
  • Corrispondente nordamericano

fonte dell’immagine, Belle foto

didascalia dell’immagine,

Marianne Williamson ha detto all’Americast della BBC che non era candidata a “santa”.

La candidata alla presidenza democratica del 2024 Marianne Williamson ha risposto alle accuse di aver abusato verbalmente ed emotivamente del personale durante la sua campagna alla Casa Bianca quattro anni fa.

Attenzione: questo articolo contiene un linguaggio che alcuni lettori potrebbero trovare offensivo

La signora Williamson ha parlato giovedì al podcast americano della BBC Si chiama articolo di una rivista politica 12 Segnalazioni anonime di ex dipendenti come “pezzo di successo” e “tecnica di distrazione”.

Ha anche respinto quelli che un intervistato ha descritto come i suoi episodi di “rabbia spumeggiante, sputi, incontrollabile”.

“Se a volte posso essere un mendicante in ufficio, non credo che nessuno ne sia felice, ma penso che chiunque studi la mediocrità in politica possa valutarlo”.

“Non sto correndo per la santità qui”, ha continuato. “Mi candido alla presidenza”.

Nell’articolo di Politico, la signora Williamson ha lanciato un telefono a un assistente, ha criticato l’aspetto fisico dei membri dello staff e ha ripetutamente sbattuto la portiera di una macchina al punto che il suo braccio ha richiesto cure mediche.

Nell’articolo, è stato citato dicendo che non ha mai criticato nessuno per il loro peso, e mentre ha riconosciuto l’incidente della portiera dell’auto, ha detto che non avrebbe mai ferito fisicamente una persona.

Ma ammette che potrebbe esserci spazio per la crescita personale.

“Se fossi un capo duro e avessi delle lezioni da imparare, probabilmente l’avrei fatto apertamente e spero di impararle”, ha detto.

Salta il contenuto di Twitter, 1

Consentire i contenuti di Twitter?

Questo articolo contiene contenuti forniti da Twitter. Poiché utilizzano cookie e altre tecnologie, chiediamo il tuo permesso prima di caricare qualsiasi cosa. Potresti voler leggere Twitter Gestione dei Cookie E politica sulla riservatezza Prima di accettare. Seleziona “Accetta e continua” per visualizzare questo contenuto.

Conclusione del contenuto di Twitter, 1

Sebbene la storia di Politico si basasse in gran parte su fonti anonime, la rivista includeva parti di una lettera di dimissioni del 2019 inviata dal suo direttore dello stato dell’Iowa, Roger Becker, che ha criticato quello che ha definito il suo staff “degradante, offensivo, disumano e inaccettabile”.

Inoltre, Politico ha contattato l’ex membro del Congresso Paul Hodes, il suo ex direttore dello stato del New Hampshire, che ha affermato che il comportamento di Williamson era “coerente” con ciò che ha visto e sentito mentre lavorava con lei.

“Paul sta cercando di tornare a un trespolo nell’establishment democratico”, ha detto la signora Williamson ad Americast quando gli è stata chiesta una risposta. “È abbastanza ovvio per chiunque all’interno, Dio benedica, Paul Hodes.

“Spero che trovi un modo per trovare la pace nel suo cuore e ricostruire la sua vita in un modo diverso da quello di abbattere qualcun altro”.

fonte dell’immagine, Belle foto

didascalia dell’immagine,

La campagna 2024 di Marianne Williamson promette di “interrompere il sistema”.

Attualmente è l’unico candidato annunciato ufficialmente, anche se è ampiamente previsto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lancerà la sua campagna di rielezione nei prossimi mesi.

Alcuni sondaggi sulle preferenze degli elettori democratici gli hanno mostrato un vantaggio maggiore rispetto alla signora Williamson.

Mentre la campagna 2020 della signora Williamson era incentrata su ciò che vedeva come un bisogno di guarigione spirituale in America dopo che Donald Trump è diventato presidente, la sua campagna 2024 ha un’inclinazione più netta e più populista.

Come il socialista democratico Bernie Sanders, che è arrivato secondo dietro a Biden nel 2020, la Williamson ha denunciato le élite aziendali e politiche, che secondo lei guadagnano a spese degli americani meno fortunati.

Sostiene l’assistenza sanitaria universale gestita dal governo, l’assistenza all’infanzia gratuita e l’istruzione pubblica e almeno $ 1 trilione (£ 825 miliardi) in risarcimenti governativi per la schiavitù per i neri americani.

La signora Williamson si è qualificata per i primi due dibattiti presidenziali democratici nel 2019.

Quest’anno, tuttavia, è improbabile che il Comitato nazionale democratico approvi ufficialmente i dibattiti del 2024, privando la signora Williamson della più alta piattaforma del partito per raggiungere gli elettori.

  • L’episodio di questa settimana dell’Americast della BBC sarà presto disponibile ovunque tu riceva i tuoi podcast.