Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Microsoft collabora con Mistral per il secondo accordo sull'intelligenza artificiale dopo OpenAI

Microsoft collabora con Mistral per il secondo accordo sull'intelligenza artificiale dopo OpenAI

L'accordo vedrà i modelli linguistici aperti e commerciali di Mistral disponibili sulla piattaforma Azure AI di Microsoft, la seconda azienda a offrire un modello commerciale su Azure dopo OpenAI. Come per la partnership OpenAI, anche la partnership di Microsoft con Mistral si concentrerà sullo sviluppo e l’implementazione di modelli linguistici di prossima generazione di grandi dimensioni.

Mistral annuncia oggi un nuovo modello di intelligenza artificiale, chiamato Grande maestrale. È progettato per competere più da vicino con il modello GPT-4 di OpenAI. A differenza di alcuni precedenti modelli Mistral, non sarà open source. “Il Grand Mistral ottiene ottimi risultati rispetto ai benchmark comunemente utilizzati, rendendolo il secondo modello al mondo generalmente disponibile tramite un'API (accanto a GPT-4)”, afferma. Squadra di Intelligenza Artificiale Mistral.

Mistral ha anche un nuovo chatbot AI

Mistral Large è disponibile sull'infrastruttura di Mistral, ospitata in Europa o tramite Azure AI Studio e Azure Machine Learning. Da oggi sarà disponibile anche il Mistral Small, che offre una latenza migliorata rispetto al modello Mistral 8x7B. Mistral lancia anche un nuovo chatbot, Se chattiQuesto si basa su diversi modelli di Mistral AI.

I modelli Mistral sono tradizionalmente open source, ma la partnership con Microsoft significa che l’azienda francese di intelligenza artificiale può ora esplorare maggiori opportunità commerciali. Tuttavia, né Microsoft né Mistral hanno rivelato i dettagli dell’investimento.

L'investimento di Microsoft arriva mesi dopo un periodo difficile per il suo principale partner AI, OpenAI. Il 17 novembre, il consiglio di amministrazione di OpenAI ha improvvisamente annunciato il licenziamento del co-fondatore e CEO Sam Altman, ma Altman è tornato come CEO di OpenAI pochi giorni dopo, alla fine di novembre. Nonostante tutto questo tumulto, Microsoft è riuscita a assicurarsi un posto di osservatore senza diritto di voto nel consiglio di amministrazione senza scopo di lucro che controlla OpenAI, fornendo al colosso del software una maggiore visibilità sul funzionamento interno di OpenAI ma senza potere di voto sulle grandi decisioni.

READ  Tim Cook di Apple ottiene il 50% di stipendio dopo il feedback degli azionisti | una mela