Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nell'antica Pompei, una sala da pranzo affrescata con decorazioni troiane fornisce nuovi spunti

Nell'antica Pompei, una sala da pranzo affrescata con decorazioni troiane fornisce nuovi spunti

Gli archeologi che lavorano nel sito dell'antica Pompei hanno svelato la loro ultima scoperta giovedì: una sala da pranzo formale che offre uno sguardo sul modo in cui vivevano alcuni ricchi residenti, o almeno sull'arte che potevano contemplare mentre mangiavano.

Gli esperti spiegano che le pareti sono dipinte di nero scuro per non essere macchiate dalla fuliggine derivante dal fumo delle candele, e sono divise in pannelli. Molti di loro sono decorati con coppie legate alla guerra di Troia.

La sala da pranzo è parte di un'isola, l'equivalente di un isolato, scavata nell'ambito di un progetto di consolidamento del perimetro tra le aree scavate e quelle non perforate della città, di cui una parte rimane sotterranea. Il progetto aiuterà a preservare meglio il sito.

“La gente si riuniva per cena dopo il tramonto; La luce fioca delle lampade aveva l'effetto di far sembrare le immagini in movimento, soprattutto dopo qualche bicchiere di buon vino campano, ha detto in un comunicato stampa Gabriel Zutztregel, direttore del Parco Archeologico di Pompei, relativo alla sala da pranzo. “Le coppie mitologiche fornivano spunti per conversazioni sul passato e sulla vita, apparentemente solo di carattere romantico, in realtà indicano il rapporto tra l'individuo e il destino.

Tra le coppie figurano Elena di Troia e Paride, identificata nella scena da un'iscrizione greca con il suo altro nome, Alexandros, mentre un dipinto sulla stessa parete mostra i genitori di Elena: Leda, regina di Sparta, e Zeus, raffigurato come un cigno. Chi l'ha sedotta. Dall'altra parte della stanza, di fronte a Helen, la sua cameriera, e Paris – e un cane dall'aspetto disperato – c'è Cassandra, che può vedere il futuro, insieme ad Apollo, che l'ha maledetta in modo che le sue profezie non siano mai credute.

READ  La Francia vieta di indossare l'abaya nelle scuole: Ministro | Notizie sull'istruzione

Ci sono prove che la stanza fosse parte di un edificio che era in fase di restauro quando il Vesuvio eruttò improvvisamente, seppellendo la città sotto pomice e cenere nel 79 d.C., ha detto Zutstriegl in un'intervista telefonica.

“Sembra che l'intera isola fosse in fase di ricostruzione al momento dell'eruzione”, ha detto. Zutztriegel ha detto che la ricostruzione potrebbe essere stata il risultato del terremoto che ha scosso la città “pochi mesi” prima dell'eruzione del Vesuvio.

In un altro Una stanza recentemente scavata Adiacente alla sala da pranzo, gli archeologi hanno rinvenuto tegole accatastate, attrezzi da lavoro, mattoni e calce, reperti che hanno fornito informazioni sulle antiche tecniche di costruzione e sull'uso del cemento.

Nell'ultimo anno sono state scoperte diverse aree dell'isola, fornendo una nuova comprensione di come vivevano gli antichi abitanti. Ad esempio, una stanza associata a una panetteria suggerisce che alcuni schiavi vivessero accanto agli asini in una stanza buia dove l'unica finestra era coperta da sbarre. Un murale in un'altra stanza sembra mostrare che la gente del posto ama la pizza, o almeno un prototipo di qualche tipo. Le iscrizioni elettorali nella panetteria lo indicano Comprare voti Non ne ho mai sentito parlare prima.

IL Dipinti murali della sala da pranzo Erano dipinti nel cosiddetto Terzo Stile, popolare a Pompei dal 15 a.C. circa alla metà del I secolo d.C., e ci sono prove che furono rivisti e restaurati nell'antichità, ha detto Zutstrigel.

“I colori sono leggermente diversi, puoi notare la differenza”, ha detto.

La sala da pranzo è attualmente chiusa al pubblico a causa di ulteriori scavi.

READ  Netanyahu denuncia possibili mandati di arresto emessi dalla Corte penale internazionale contro i leader israeliani come una “macchia indelebile” sulla giustizia

“Non sappiamo cosa c'è là fuori, e questa è la parte migliore”, ha detto Zochtregel.