Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Netflix: i profitti aumentano dopo la campagna di condivisione delle password

Netflix: i profitti aumentano dopo la campagna di condivisione delle password
  • Scritto da Mariko Uy e Natalie Sherman
  • notizie della BBC

Commenta la foto, Sofia Vergara interpreta Griselda Blanco nella serie Netflix in sei parti

Netflix afferma che i suoi profitti sono aumentati nei primi tre mesi di quest’anno, in parte a causa di un giro di vite sulla condivisione delle password.

La società di streaming ha dichiarato di aver aggiunto 9,3 milioni di clienti nel primo trimestre, portando il numero totale di abbonati a quasi 270 milioni.

La società ha inoltre affermato che i profitti del primo trimestre sono saliti a oltre 2,3 miliardi di dollari (1,85 miliardi di sterline).

Ma la società smetterà di riportare i numeri di abbonati Prime a partire dal prossimo anno.

Lo ha detto la società nell'annunciare la decisione In un messaggio agli azionisti: “All’inizio, quando avevamo poche entrate o profitti, la crescita dei membri era un forte indicatore del nostro potenziale futuro”.

Ha aggiunto che il numero di abbonati oggi è diventato “solo un elemento della nostra crescita”, esortando gli investitori a concentrarsi sui profitti e sui ricavi.

I ricavi del primo trimestre sono aumentati di quasi il 15% su base annua arrivando a 9,37 milioni di dollari.

La compagnia ha anche attribuito il “ritmo di batteria” delle canzoni di successo, come il film drammatico Griselda.

Alcuni investitori hanno visto la sua decisione inaspettata di smettere di riportare il numero di abbonati come un segno che l'ondata di crescita dei clienti di Netflix potrebbe volgere al termine.

Anche altri giganti della tecnologia, come Meta, la società madre di Facebook, e la piattaforma di social media X, precedentemente nota come Twitter, hanno smesso di riportare il numero mensile di utenti attivi a causa del rallentamento della crescita.

Le azioni Netflix sono scese di quasi il 5% dopo l’annuncio.

“Lo streaming è un mercato notoriamente volatile e trattenere i dollari dei clienti è una strada in salita”, ha affermato Sophie Lund-Yates, analista azionario senior presso la piattaforma di negoziazione azionaria Hargreaves Lansdowne.

“Un'area in cui Netflix eccelle è il suo catalogo di contenuti originali, che è noto per essere un eccellente strumento di fidelizzazione rispetto a programmi e film riproposti.”

Netflix ha aumentato il prezzo del suo popolare piano “Standard” l’ultima volta nel 2022.

La mossa è stata seguita da un insolito calo degli abbonati che ha sbalordito gli investitori e intensificato i timori che Netflix stesse perdendo il suo dominio nel settore di cui era stato pioniere.

Subito dopo, la società ha dichiarato che avrebbe rilanciato la crescita reprimendo la condivisione delle password e lanciando un nuovo piano meno costoso ma contenente pubblicità.

L'azienda si sta muovendo anche in settori come lo sport e i videogiochi, continuando a concedere in licenza materiale da società di media rivali che cercano modi per aumentare i profitti.

La compagnia ha anche beneficiato della sua impronta globale, che l’ha aiutata a mantenere una pipeline relativamente forte di nuovi spettacoli, nonostante gli scioperi che hanno scosso Hollywood lo scorso anno, hanno detto gli analisti.