Dicembre 5, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Notizie sul blocco della MLB: Rob Manfred annulla più partite dopo l’interruzione dei colloqui; Il 14 aprile è ora il primo giorno di apertura possibile

Notizie sul blocco della MLB: Rob Manfred annulla più partite dopo l'interruzione dei colloqui;  Il 14 aprile è ora il primo giorno di apertura possibile

Mercoledì, il commissario della MLB Rob Manfred ha annunciato un’altra ondata di cancellazioni della stagione regolare. Il giorno di apertura è stato posticipato almeno fino al 14 aprile, annullando di fatto altre due serie per squadra. La scorsa settimana Manfred ha annunciato la cancellazione delle prime due serie della stagione regolare 2022. Il giorno di apertura era originariamente previsto per il 31 marzo.

Le cancellazioni arrivano due giorni dopo che le sessioni di contrattazione della maratona tra la MLB e la MLB Players Association non sono riuscite a raggiungere un nuovo accordo di contrattazione collettiva. Ecco la dichiarazione di Manfred sull’ultima ondata di cancellazioni:

“In un ultimo disperato sforzo per preservare la stagione di 162 partite, questa settimana abbiamo avanzato proposte in buona fede che hanno affrontato le preoccupazioni specifiche espresse dalla MLBPA e avrebbero consentito ai giocatori di tornare in campo immediatamente. I club hanno fatto di tutto per soddisfare le richieste fondamentali della MLBPA. Sulle principali questioni economiche che hanno posto ostacoli, i club hanno suggerito modi per colmare le lacune per mantenere un programma completo.Purtroppo, dopo la seconda sessione di contrattazione a tarda notte in una settimana, sono rimasti senza un accordo.

“A causa dei fatti logistici del calendario, altre due serie sono state rimosse dal programma, il che significa che il giorno di apertura è posticipato al 14 aprile. Abbiamo lavorato duramente per raggiungere un accordo e abbiamo offerto un accordo equo con miglioramenti significativi al nostro giocatori e fan, e sono rattristato dall’impatto che questa situazione in corso ha sul nostro gioco e su tutte le persone coinvolte, in parte, in particolare sui nostri fedeli fan.

Abbiamo il massimo rispetto per i nostri giocatori e speriamo che alla fine scelgano di accettare l’accordo equo che gli è stato offerto”.

“La decisione dei proprietari di annullare giochi aggiuntivi è completamente superflua”, ha affermato la MLBPA in una nota. “Dopo aver fatto un’ampia serie di proposte alla Lega all’inizio di questo pomeriggio, e aver detto loro che erano imminenti risposte sostanziali, i giocatori non hanno ancora ascoltato. I giocatori vogliono giocare e non vediamo l’ora di tornare in campo per la i migliori tifosi del mondo. La nostra massima priorità rimane quella di concludere un contratto equo. Per tutti i giocatori, continueremo i negoziati a tal fine.

La chiusura imposta dal proprietario si sta avvicinando al suo centesimo giorno e la MLB ha fissato un’altra scadenza “soft” per la cancellazione dei Giochi martedì. La scadenza è stata posticipata a mercoledì dopo 17 ore di contrattazione, e mentre le due parti hanno colmato il divario su alcune questioni economiche, il più grande punto critico al momento è una bozza internazionale. MLB ne vuole uno e il sindacato è contrario.

READ  Giaguari contro punteggio

Il conteggio progressivo è di quattro serie annullate per ciascuna delle 30 squadre. Generalmente, ogni squadra gioca all’incirca due serie a settimana nel corso della stagione, quindi questo conta come due settimane fuori stagione. A partire da mercoledì sera non sono stati programmati ulteriori incontri tra MLB e MLBPA. Questo potrebbe cambiare in qualsiasi momento, ovviamente.

Ecco cinque note dell’ultimo round di contrattazione e cancellazione.

1. La giornata di Jackie Robinson potrebbe essere in pericolo

Forse parte dell’attenzione qui dovrebbe spostarsi verso il giorno di Jackie Robinson. Questo è un evento celebrato ogni anno dalla Major League Baseball in memoria di Robinson che ha infranto la barriera del colore nel 1947. Il 15 aprile 1947 è stato il giorno di apertura di quella stagione e ogni anno in quel giorno, a partire dalla stagione 2004, la MLB celebra, più recentemente muovendosi verso ogni giocatore Indossa il numero 42 di Robinson (altrimenti si è ritirato in tutto il campionato).

Il 15 aprile quest’anno cade di venerdì e la data è in una posizione precaria nel calendario della MLB, anche se c’è anche la possibilità che segni una rimonta trionfante. Le prime quattro serie cancellate ci portano al 14 aprile. Se i proprietari mantengono la chiusura in atto e non viene raggiunto alcun accordo, il prossimo lotto di cancellazioni includerà il Jackie Robinson’s Day nel 75° anniversario del suo debutto in MLB.

Questo segnerebbe il secondo dei tre anni persi dalla MLB il 15 aprile per commemorare Robinson. Nel 2020, la stagione è stata posticipata di diversi mesi a causa della pandemia di COVID-19 e il 28 agosto si è tenuto il Jackie Robinson Day.

2. Il progetto internazionale è ormai diventato un punto critico

Nelle ultime 48 ore circa, la bozza internazionale è diventata un argomento caldo. La MLB ne vuole una e ce l’ha da anni, e la MLBPA si oppone. “La coscrizione internazionale ucciderà il baseball nella Repubblica Dominicana. Ci influenzerà molto, perché ci saranno molti giovani che davano loro l’opportunità di ottenere un bonus e non sarà la stessa cosa della leva con coscrizione”, La star di Padres Fernando Tates Jr. ha detto martedì.

READ  Punteggio Eagles vs.Vikings: Galen Hurts, Darius Sly gioca a Philly in tutto il Minnesota

Il draft internazionale è stato in ogni proposta della MLB dall’anno scorso ed è stato rifiutato dalla MLBPA ogni volta, ma è uscito in testa mercoledì quando la lega ha stabilito un ultimatum. La MLB ha legato l’annullamento dell’offerta di qualificazione, cosa che la MLBPA voleva, al progetto internazionale e ha detto alla federazione che non si sarebbe opposta alla sua ultima proposta a meno che non avesse scelto una delle tre opzioni:

  1. Annulla l’offerta idonea e crea una bozza internazionale.
  2. L’offerta ammissibile rimane senza un progetto internazionale.
  3. Annulla l’offerta idonea e discuti la bozza internazionale in un secondo momento.

Per la terza opzione, la MLB voleva che un progetto internazionale fosse in vigore entro il 15 novembre 2022, o avrebbe la possibilità di riaprire completamente il contratto collettivo dopo il 2024. La federazione ha rifiutato tutte e tre le opzioni e ha proposto invece di demolire l’offerta qualificante sistema, per poi ritrovarlo in caso contrario. Non esiste una bozza di accordo internazionale entro il 15 novembre. MLB non ha risposto.

La lega ha proposto un complesso draft internazionale con bonus prestabiliti e un’impostazione di rotazione non legata al record della squadra. I giocatori al di fuori di Stati Uniti, Canada e Porto Rico sono attualmente liberi di firmare con qualsiasi squadra una volta compiuti 16 anni. Ad ogni squadra viene assegnato un set bonus specifico da spendere ogni anno per i giocatori internazionali. Di solito è compreso tra $ 4 milioni e $ 6 milioni.

3. Colmare le lacune nelle questioni economiche di base

Non tutte le notizie sono cattive. Sia la MLB che la MLBPA hanno ampiamente colmato le lacune su diverse questioni economiche chiave questa settimana, quelle che contano di più durante questi colloqui. Qui ogni lato rappresenta gli elementi economici più importanti:

Salario minimo

570.500 dollari

$ 710.000 nel 2022, salendo a $ 770.000 nel 2026

$ 725.000 nel 2022 e salire a $ 780.000 nel 2026

Soglia dell’imposta sul saldo competitivo

210 milioni di dollari

$ 230 milioni nel 2022 e salendo a $ 242 milioni nel 2026

$ 232 milioni nel 2022 e salendo a $ 250 milioni nel 2026

Pool di premi per il pre-giudizio

Non disponibile

40 milioni di dollari senza aumenti

65 milioni di dollari, con un aumento di 5 milioni di dollari ogni anno

Le proposte per un salario minimo e un’imposta sul credito competitiva sono abbastanza vicine ora che le due parti possano raggiungere il consenso il prima possibile nella prossima offerta. Il divario con il bonus pool di pre-giudizio è ancora ampio, anche se non c’è nulla che non possa essere risolto. Il punto è che MLB e MLBPA si stanno avvicinando ai soldi, e non era così fino a una settimana fa. Questo è il progresso.

4. È diventato tutto un po’ più complicato

Il calendario dice che una partita da 162 sarà presto impossibile – la MLB ha detto che si sarebbero potute giocare 162 partite con un accordo raggiunto mercoledì – e la scorsa settimana Manfred ha dichiarato: “Il nostro focus è sulle partite che non verranno giocate, i giocatori non lo faranno essere pagato.” La federazione rifiuta quell’idea e ha minacciato di trattenere un campo ampliato dopo la stagione se i giocatori non fossero stati pagati per intero (con le partite cancellate riprogrammate).

Ciò che questo significa ora è che oltre a tutte le questioni relative alla contrattazione collettiva, la MLB e la MLBPA ora devono negoziare lo stipendio e il tempo di servizio. Potresti ricordare che hanno contrattato per questo mentre fermavano la pandemia nel 2020 e alla fine non sono riusciti a raggiungere un accordo. Alla fine, il sindacato abbandonò la contrattazione e permise a Manfred di programmare unilateralmente la stagione con una retribuzione proporzionale, un’autorità una tantum concessagli nell’accordo di marzo di quell’anno.

Il numero di partite giocate, l’importo che i giocatori vengono pagati per quelle partite e il programma stesso sono tutti soggetti a contrattazione. Manfred non può eseguire unilateralmente una stagione ridotta a una quota proporzionale. La MLB e la MLBPA dovranno accettare questi termini e questo è un altro livello di complessità oltre a una trattativa già complicata. In conclusione, questo sta diventando sempre più disordinato.

5. Lo faremo di nuovo la prossima settimana (probabilmente)

A questo punto, è lecito presumere che la MLB cancellerà i giochi settimana dopo settimana fino a quando non verrà raggiunto un accordo. Ciò significa che probabilmente vedremo ciò che abbiamo visto nelle ultime due settimane – lunghe sessioni di contrattazione con proposte e controproposte – ogni settimana andando avanti. Sentiremo che una parte è ottimista e l’altra è irragionevole, ecc. Tutto ciò che abbiamo sentito nelle ultime due settimane accadrà ancora e ancora ogni settimana fino al raggiungimento di un accordo.