Ottobre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Peloton prevede di tagliare 800 posti di lavoro, aumentare i prezzi e chiudere i negozi in una revisione

Peloton prevede di tagliare 800 posti di lavoro, aumentare i prezzi e chiudere i negozi in una revisione

(Bloomberg) — Peloton Interactive Inc. legalizzerà In una revisione che include l’eliminazione di quasi 800 posti di lavoro, l’aumento dei prezzi per le macchine Bike+ e Tread e l’esternalizzazione di lavori come la consegna di attrezzature e l’assistenza clienti a società di terze parti.

I più letti da Bloomberg

I cambiamenti, che la società ha rivelato venerdì in una nota ai dipendenti, includono anche la graduale chiusura di diversi showroom al dettaglio, un processo che inizierà il prossimo anno. È il cambiamento più ampio fino ad oggi sotto la guida del CEO Barry McCarthy, un tecnologo veterano che è subentrato a febbraio.

Peloton spera di invertire un’attività che ha prosperato durante i primi giorni della pandemia ma ha subito un grave rallentamento nell’ultimo anno. I ricavi sono in calo, le perdite sono in aumento e il prezzo delle azioni della società è sceso di quasi il 90% negli ultimi 12 mesi. Gli ultimi passaggi sono uno sforzo per stimolare le vendite, aumentare l’efficienza e ripristinare alcuni dei precedenti tratti del Peloton.

“Dobbiamo far sì che le nostre entrate smettano di ridursi e ricomincino a crescere”, ha affermato McCarthy nella nota a Bloomberg, aggiungendo che le modifiche sono necessarie per rendere nuovamente positivo il flusso di cassa di Peloton. “I contanti sono ossigeno. L’ossigeno è vita”.

Leggi la nota completa del CEO di Peloton qui, mentre gli investitori hanno applaudito alle mosse, inviando azioni in rialzo dell’11% a $ 13,18 nel trading di New York.

Nel terzo lotto noto di licenziamenti quest’anno, la società licenzierà 784 dipendenti tra i suoi team di distribuzione e assistenza clienti. Peloton smetterà di utilizzare dipendenti e camion interni per consegnare attrezzature e chiuderà 16 magazzini in tutto il Nord America. Invece, farà affidamento su fornitori di servizi logistici di terze parti, o 3PL, per installare biciclette e tapis roulant nelle case dei clienti.

Peloton sta già utilizzando compagnie di navigazione di terze parti JB Hunt Transport Services Inc. e XPO Logistics Inc. per alcune consegne e scaricherà la restante distribuzione interna a tali società. La società ha riconosciuto che un tale cambiamento potrebbe non piacere a tutti gli acquirenti, con alcuni che si lamentano del fatto che i servizi di consegna di terze parti non resistono agli sforzi di Peloton.

READ  Futures Dow: mercato azionario in calo a causa dell'embargo russo sul petrolio greggio; Cosa stai facendo adesso

“Questa è stata una sfida”, ha detto McCarthy allo staff. “Non lo risolveremo dall’oggi al domani, ma non abbiamo altra scelta che farlo funzionare, quindi ci prendiamo cura di esso e gestiamo in modo proattivo le nostre relazioni 3PL. Siamo fiduciosi nel piano che abbiamo delineato e siamo incoraggiati dai progressi che stiamo facendo fabbricazione.”

Peloton sta anche tagliando circa la metà del suo team di assistenza clienti, che si trova principalmente a Tempe, in Arizona, e Plano, in Texas. La Società si avvarrà di società esterne per gestire le richieste di supporto necessarie per aumentare il personale che mantiene. “Queste partnership ampliate significano che possiamo garantire che abbiamo la capacità di espanderci e diminuire al variare del volume, fornendo comunque il livello di servizio che i nostri membri si aspettano”, ha scritto McCarthy.

La fine delle consegne, della distribuzione e del magazzino interno eliminerà 532 posti di lavoro, mentre altri 252 saranno eliminati dai team di supporto. Peloton ha dichiarato il mese scorso che avrebbe tagliato circa 570 dipendenti a Taiwan come parte dell’allontanamento dalla produzione interna di apparecchiature. A febbraio, ha licenziato quasi 3.000 dipendenti in tutta l’azienda.

Tuttavia, McCarthy ha affermato che la società continuerà ad assumere in aree chiave, incluso il gruppo di ingegneria del software. “Sto condividendo questo in modo da non pensare che andremo con i piedi a benzina e freni allo stesso tempo”, ha detto.

L’azienda aumenta il prezzo della sua bici di punta+ da $ 500 a $ 2,495 e il tapis roulant tapis roulant da $ 800 a $ 3,495. Gli aumenti sono un’inversione poiché la bici + aveva un prezzo di $ 2.495 prima dei tagli di aprile. Il prezzo del nuovo battistrada è superiore a quello di quattro mesi fa.

READ  Il Dipartimento di Giustizia fa causa per bloccare un accordo da 13 miliardi di dollari da parte del gruppo UnitedHealth

McCarthy ha riconosciuto il cambiamento, affermando che i tagli ai prezzi di aprile erano necessari per spostare le unità più rapidamente e generare flusso di cassa. “Potrei non aver incasinato affatto i prezzi se mi fossi imbattuto in diverse situazioni di inventario quando abbiamo abbassato i prezzi”, ha detto in un’intervista.

A quel tempo, Peloton era agli albori di un piano di ristrutturazione da 800 milioni di dollari ed era ancora in procinto di assicurarsi un prestito bancario di 750 milioni di dollari.

I tagli di prezzo, ha detto, “hanno almeno ridotto la percezione del marchio”. “Quindi questo è un ritorno ai siti storici”.

Peloton scommette che l’aumento dei prezzi aiuterà le vendite di succhi. Durante il terzo trimestre fiscale della società, la società con sede a New York ha mancato le stime degli analisti: i ricavi sono diminuiti del 24% e le perdite sono state molto maggiori del previsto.

Peloton ha anche affermato che intende subire una “riduzione significativa e decisiva” della sua impronta di vendita al dettaglio in Nord America a partire dal 2023. L’azienda attualmente gestisce 86 negozi negli Stati Uniti e in Canada. McCarthy ha affermato nell’intervista che il numero di siti chiusi sarà determinato attraverso negoziati con i proprietari. I risparmi derivanti dalla chiusura dei negozi saranno riassegnati al marketing e alla vendita dei loro prodotti in altri modi, ha affermato.

“Dobbiamo essere dove sono i nostri clienti quando prendono decisioni di acquisto”, ha detto McCarthy nell’intervista. “Lo fanno sempre più online”, ha detto, e questo si riflette nel traffico pedonale.

Gli annunci arrivano sei mesi dopo che McCarthy è stato nominato CEO in un più ampio rimpasto dirigenziale. L’ex CEO di Spotify Technology SA e Netflix Inc. Tagliando i costi, migliorando i prodotti Peloton e passando sempre più a un modello basato su abbonamento.

La pandemia è stata un vantaggio per l’attività di Peloton, poiché i blocchi hanno spinto i consumatori ad acquistare le biciclette e a iscriversi a lezioni di fitness online. Ma l’azienda ha sopravvalutato la domanda, prodotto troppe attrezzature e creduto erroneamente che l’aumento della domanda sarebbe continuato dopo la riapertura delle economie. Dopo che Peloton ha iniziato a lottare, il consiglio ha sostituito il co-fondatore John Foley con McCarthy, sebbene Foley rimanga presidente.

READ  I funzionari della Banca centrale europea avvertono del "sacrificio" necessario per domare l'aumento dell'inflazione

Prima delle recenti mosse, Peloton si era già allontanata dalla produzione interna di hardware, spostando la produzione delle sue biciclette a partner in Asia. L’azienda ha anche implementato un programma di leasing che può ridurre il costo di proprietà delle apparecchiature e aumentare il prezzo di un servizio di abbonamento ai contenuti da $ 5 a $ 44 al mese.

Peloton sta apportando altre modifiche, incluso un ritorno al lavoro personale. McCarthy ha detto venerdì che il personale dell’ufficio dovrà presentarsi almeno tre giorni alla settimana a partire dal 6 settembre. Ciò è in linea con l’approccio adottato da altre società tecnologiche, come Apple Inc. Ma rappresenta un’evoluzione di un’azienda che ha sfruttato lo stile di lavoro a domicilio.

Finora, Wall Street è stata scettica sul ritorno di Peloton. Le azioni hanno continuato a scendere dopo che McCarthy è entrato in carica ed è rimasta in calo di circa due terzi nel 2022. Il management scommette che il miglioramento dei costi fissi di Peloton e l’aumento dei prezzi aumenteranno il sentimento degli investitori.

“Rimango ottimista sul futuro di Peloton”, ha detto McCarthy nel promemoria. “Ciò non significa che non ci saranno sfide in futuro. Ci saranno e ci saranno battute d’arresto inaspettate. Questa è la natura delle transizioni. Ma sono fiducioso che possiamo superare le sfide perché siamo arrivati ​​così lontano in solo negli ultimi quattro mesi, il che alimenta il mio ottimismo sulla nostra capacità di progettare il nostro successo a lungo termine”.

(Aggiorna l’ultima reazione al sesto paragrafo.)

I più letti da Bloomberg Businessweek

© Bloomberg LP 2022