Ottobre 1, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Petrolio in calo sui colloqui tra Russia e Ucraina, dati sulle scorte statunitensi

Petrolio in calo sui colloqui tra Russia e Ucraina, dati sulle scorte statunitensi

I contenitori di stoccaggio del petrolio sono visti in mezzo alla pandemia del coronavirus (COVID-19), a Los Angeles, California, USA, 7 aprile 2021. REUTERS/LUCY NICHOLSON/FILES

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • La Russia afferma che alcuni accordi con l’Ucraina sono sull’orlo dell’accordo
  • I nuovi casi di COVID-19 trasmessi localmente in Cina si sono quasi dimezzati
  • L’Agenzia internazionale per l’energia taglia le sue previsioni per la crescita della domanda di petrolio nel 2022
  • I dati EIA mostrano un aumento delle azioni più grande del previsto

(Reuters) – Il petrolio è sceso mercoledì in un’altra sessione volatile, poiché i trader hanno reagito all’auspicato progresso nei colloqui di pace tra Russia e Ucraina e all’improvviso aumento delle scorte statunitensi.

Verso mezzogiorno a New York, il greggio Brent di riferimento globale è stato leggermente inferiore e il greggio statunitense è leggermente aumentato.

Il mercato petrolifero è in profonda recessione da più di due settimane, scambiando in ampi range di diversi dollari al giorno.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Mercoledì, il prezzo del greggio Brent di riferimento globale variava tra $ 97,55 e $ 103,70 ed è sceso da $ 1,41 a $ 98,50 al barile a partire dalle 13:21 ET (1721 GMT). Il greggio US West Texas Intermediate ha perso 54 centesimi a $ 95,87 al barile.

Il frenetico rally della scorsa settimana ha spinto il Brent a superare brevemente i 139 dollari al barile per i timori di un’interruzione prolungata delle forniture russe. Ora, la serie di vendite ha fatto scendere molto i prezzi, ma alcuni analisti hanno avvertito che ciò riflette molto ottimismo sul fatto che la guerra sarà presto finita.

READ  GE Appliances di Haier richiama il congelatore a fondo, i frigoriferi con porte francesi a causa del rischio di caduta

“Viviamo dai titoli ai titoli qui”, ha affermato Robert Yauger, direttore dei futures energetici di Mizuho.

Gli Stati Uniti e altri paesi hanno imposto severe sanzioni alla Russia da quando ha invaso l’Ucraina più di due settimane fa. Ciò ha interrotto il commercio di petrolio russo di oltre 4-5 milioni di barili di greggio al giorno.

Il greggio Brent è salito del 28% in sei giorni, quindi è sceso del 24% nelle sei sessioni successive a partire da mercoledì. Una serie di fattori hanno portato a questo cambiamento, comprese modeste speranze per un accordo di pace tra Russia e Ucraina e deboli segnali di progresso tra Stati Uniti e Iran per rilanciare un accordo del 2015 che consentirebbe alla Repubblica islamica di esportare petrolio se accettasse di limitare suo programma nucleare. ambizioni.

Inoltre, si prevede che la domanda cinese rallenterà a causa di un aumento dei casi di coronavirus lì, anche se i numeri hanno mostrato un minor numero di nuovi casi e le speranze di stimolo cinese hanno rafforzato le scorte.

L’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) ha affermato che tre milioni di barili al giorno di petrolio e prodotti russi potrebbero non arrivare sul mercato da aprile, dato l’impatto delle sanzioni e del ritardo degli acquirenti.

“Queste perdite potrebbero aggravarsi in caso di accelerazione degli embarghi o del controllo pubblico”, ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia con sede a Parigi in un rapporto che mostra anche un calo delle sue previsioni per la domanda di petrolio per il 2022.

Le azioni statunitensi sono aumentate di 4,3 milioni di barili, contro le aspettative di una perdita, mentre anche le azioni del Cushing Center, in Oklahoma, sono aumentate, attenuando un po’ le preoccupazioni per il basso livello delle scorte lì.

READ  Aggiornamento sulle operazioni commerciali di IBM in Russia

Il greggio si è attestato sotto i 100 dollari martedì, la prima volta dalla fine di febbraio. I prezzi hanno raggiunto il massimo da 14 anni il 7 marzo.

Più tardi mercoledì, la Federal Reserve dovrebbe aumentare i tassi di interesse statunitensi per la prima volta in tre anni e fornire indicazioni sulla stretta futura. Gli investitori si aspettano che la banca centrale alzi i tassi di interesse di almeno 25 punti base.

Segnali di progresso nei colloqui di pace tra Russia e Ucraina si sono aggiunti al tono ribassista. Il presidente ucraino ha affermato che le posizioni di Ucraina e Russia sembravano più realistiche, ma serviva tempo. Il ministro degli Esteri russo ha affermato che alcuni accordi con l’Ucraina sono sull’orlo dell’accordo. Per saperne di più

“I timori di interruzioni dell’approvvigionamento si sono attenuati a causa dei timidi segnali di progresso nei colloqui di cessate il fuoco tra Russia e Ucraina”, ha affermato Stephen Brennock di BVM oil brokerage.

“Tuttavia, la fine delle ostilità sembra ancora molto lontana”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Emily Chow. Montaggio di Barbara Lewis, Louise Heavens, David Gregorio e Tim Ahmann

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.