Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Potente esplosione solare in sei anni “Bloccato nel traffico”: il fisico rivela che il debole vento solare sta causando ritardi

Potente esplosione solare in sei anni “Bloccato nel traffico”: il fisico rivela che il debole vento solare sta causando ritardi

Di Stacy Liberatore per Dailymail.com

00:09 del 4 gennaio 2024, aggiornato alle 03:29 del 4 gennaio 2024

  • La tempesta solare avrebbe dovuto colpire la Terra martedì, ma potrebbe verificarsi più tardi
  • Un fisico meteorologico spaziale ha affermato che il vento solare non era così forte come previsto
  • Per saperne di più: La NASA rileva la più potente esplosione di energia proveniente dal sole in 6 anni

Martedì il mondo aspettava che miliardi di particelle rilasciate dal sole alla vigilia di Capodanno si scontrassero con la Terra, ma un esperto ha detto che la tempesta solare era “bloccata nel traffico”.

La dottoressa Tamitha Skov ha detto a DailyMail.com Il flusso del vento solare prima di una tempesta solare, o espulsione di massa coronale (CME), Non aveva abbastanza forza per andare avanti al ritmo previsto.

“La tempesta di radiazioni è aumentata al livello ufficiale S1”, ha detto Skov, e lo Space Weather Prediction Center (SWPC) della NOAA mostra il potenziale per un disturbo in radiofrequenza mercoledì e giovedì.

Anche rivelato Alcune tecnologie terrestri hanno percepito parte della tempesta: le frequenze radio utilizzate dalle radio marine, forse Starlinks e alcune trasmissioni televisive sono state interrotte “per un breve periodo”.

Un’espulsione coronale potrebbe espellere miliardi di tonnellate di materiale coronale dalla superficie del Sole.

Il bordo della tempesta dietro lo sfondo deve superare l'orbita terrestre affinché le particelle energetiche possano avere un impatto sul nostro pianeta.

“Il flusso del vento solare pre-tempesta è stato più lento del previsto, causando un rallentamento della tempesta”, ha detto Skov a DailyMail.com.

“Proprio come nel traffico lento su un'autostrada, il veicolo più veloce che stai seguendo rallenterà fortemente e viaggerà all'incirca alla stessa velocità del traffico più lento davanti a te.”

READ  Una splendida galassia a spirale avvistata dal telescopio Hubble in una nuova immagine

L’avviso SWPC rileva che i potenziali impatti includono “effetti minori sulla propagazione radio polare HF (alta frequenza) con conseguente sbiadimento alle frequenze più basse”.

“Gli impatti minori sull’HF polare sono principalmente legati alla tempesta di radiazioni che causa il degrado dei segnali radio e GPS ad alta frequenza per coloro che si muovono e comunicano attraverso le regioni polari”, ha affermato Skov.

'Le tempeste di radiazioni colpiscono intensamente le regioni polari a causa del fatto che lo scudo magnetico della Terra è “aperto” alle particelle della tempesta di radiazioni ai poli.

L'eruzione di questo mese è stata la più potente esplosione di energia solare dal 2017, secondo la NASA, che ha catturato l'evento utilizzando il suo Solar Dynamics Observatory, una sonda che ha esplorato il Sole sin dal suo lancio nel 2010.
“La tempesta di radiazioni è aumentata al livello ufficiale S1”, ha detto Skov, e lo Space Weather Prediction Center (SWPC) della NOAA mostra il potenziale di disturbi in radiofrequenza mercoledì e giovedì.

L'eruzione di questo mese è stata la più potente esplosione di energia solare dal 2017, secondo la NASA, che ha catturato l'evento utilizzando il suo Solar Dynamics Observatory, una sonda che ha esplorato il Sole sin dal suo lancio nel 2010.

Il filmato mostra una regione luminosa del Sole, che diventa più luminosa prima di esplodere ed emettere un bagliore X5 – il livello più alto – dal bordo della stella massiccia.

L'SWPC ha spiegato che l'opinione pubblica non aveva nulla da temere, ma ha scoperto che la prima esplosione radioattiva del 31 dicembre aveva causato un blackout sull'Oceano Pacifico.

L'agenzia prevedeva che martedì la Terra sarebbe stata esposta a una tempesta geomagnetica minore, che è un disturbo temporaneo nella magnetosfera terrestre causato da un'onda d'urto del vento solare.

“Il rischio a cui fa riferimento la NOAA/SWPC è l'interruzione della radio a un certo livello, che spesso influisce sulla ricezione GPS, ma non sempre”, ha affermato Skov.

Ho continuato spiegando che Capodanno

“Ne ho parlato nelle mie previsioni più recenti (motivo per cui chiedo ai piloti di controllare gli avvisi ICAO per aggiornamenti sull'impatto sulle comunicazioni radio e sulla navigazione GPS)”, ha detto Schaaf.

READ  L'Ispace giapponese tenta il primo sbarco privato sulla Luna: guarda dal vivo
“Proprio come il traffico lento su un'autostrada, un'auto più veloce che la segue rallenterà forzatamente e viaggerà quasi alla stessa velocità del traffico più lento che la precede”, ha detto Skov a DailyMail.com.
Skov ha anche rivelato che alcune tecnologie terrestri hanno percepito parti della tempesta: le frequenze radio utilizzate dalle radio marine, da Starlink e da alcune trasmissioni televisive potrebbero essere state interrotte “per un breve periodo”.

I fisici hanno anche notato che la stessa esplosione ha causato il deterioramento dei sistemi di trasmissione televisiva che utilizzano la radio ad altissima frequenza (UHF) per trasmettere via etere.

Anche i segnali Starlink di SpaceX potrebbero essere stati interrotti “per un breve periodo”.

“Sono le onde radio (chiamate 'lampi radio') che influenzano la nostra ricezione dei segnali satellitari come il GPS e persino le comunicazioni radio ad alta frequenza”, ha detto Skov.

“È come se il sole ci stesse letteralmente urlando contro durante un'eruzione solare.

“Queste ‘urla’ sono molto più forti di quanto i nostri satelliti possano ‘cinguettare’ e quindi bloccano temporaneamente i segnali satellitari”.

“Tuttavia, il sole non sempre emette le frequenze esatte che influenzano i segnali GPS.”