Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

SpaceX Falcon 9 lancia il satellite Ovzon-3, iniziando l'anno di lancio a Cape – Spaceflight Now

SpaceX Falcon 9 lancia il satellite Ovzon-3, iniziando l'anno di lancio a Cape – Spaceflight Now

L'anno del lancio orbitale sta per iniziare in Florida nello stesso modo in cui si è concluso nel 2023: con il lancio di un razzo SpaceX Falcon 9. A bordo del veicolo di lancio si trova un satellite per comunicazioni della società svedese Ovzon. Il razzo decollerà quando si aprirà una finestra di lancio di dieci minuti a partire dalle 18:04 EDT (23:04 UTC). Si tratterà del secondo volo del Falcon 9 in meno di 24 ore, dopo il lancio di 21 satelliti Starlink dalla California martedì scorso.

La missione manderà in orbita geostazionaria il satellite Ovzon-3, il primo satellite svedese finanziato privatamente ad essere lanciato.

Spaceflight Now avrà una copertura in diretta con commenti da Città del Capo circa un'ora prima del decollo.

“La Svezia ha una forte storia nel campo dei satelliti, ma questa è la prima volta per la Svezia e penso che sia qualcosa di cui siamo molto orgogliosi”, ha affermato Christopher Alm, direttore marketing di Ovzon. “Penso che la Svezia abbia una base molto forte per continuare il nostro sviluppo”.

Dopo il lancio di mercoledì, il satellite trascorrerà i prossimi tre mesi raggiungendo la sua posizione orbitale di 59,7 est. Una volta lì, Ovzon inizierà la campagna di test completa. Il piano è che entro la metà del 2024 il satellite sarà pienamente operativo.

“La cosa buona è che non abbiamo ancora finito. Continueremo ad aggiungere funzionalità”, ha affermato Alm. “Ovviamente alcune di queste funzionalità saranno orientate al cliente, e altre le faremo perché è nella nostra tabella di marcia.”

Fondamentalmente, il satellite Ovzon-3 è progettato per missioni critiche con le cosiddette capacità “near-peer”. Alm ha affermato che l'idea è che il satellite possa essere utilizzato senza fare affidamento sulla parte terrestre della struttura, il che lo aiuta a resistere ai disturbi o ad altre operazioni intrusive.

READ  Quaoar aveva un anello "impossibile", poi gli astronomi ne hanno trovati due
Una vista del satellite Ovzon-3 una volta raggiunto l'orbita. Disegno: Offson

Il satellite è dotato di cinque raggi spot orientabili che gli consentono di regolarsi dove fornisce la massima capacità all'utente e funzionerà con la gamma di terminali satellitari Ovzon.

“La difesa è il nostro principale mercato di riferimento. La difesa è il settore in cui abbiamo avuto più successo, ma stiamo iniziando ad espanderci. Abbiamo la sicurezza nazionale e quella pubblica”, ha affermato Alm. “Quindi operiamo come servizi antincendio e di soccorso in Italia e in altri paesi”. parti d'Europa dove hanno bisogno di stazioni mobili e stazioni potenti. Hanno bisogno di un servizio che possa essere attivato rapidamente”.

“Questa è un'altra parte del nostro vantaggio, ovvero che disponiamo di una catena di servizi completa. Quindi possiamo attivare e implementare la rete sostanzialmente entro 24 ore”, ha aggiunto Alm.

Affronta la sfida in evoluzione

Ovzon è stata fondata nel 2006 per fornire leasing di energia in orbita attraverso l'uso delle sue stazioni di terra. Uno dei principali clienti dell'azienda è stato storicamente il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Nel corso degli anni, i leader di Ovzon hanno deciso che avere un proprio satellite era importante per espandere le proprie capacità e fornire un nuovo servizio ai clienti governativi nel mercato europeo, ha affermato Alm.

“Siamo sempre stati un'azienda svedese con una base clienti americana, e ora siamo un'azienda svedese con una base clienti americana ed europea e penso che sia davvero entusiasmante”, ha affermato Alm.

La stazione Ovzon T7 viene visualizzata accanto al pneumatico del veicolo. Ovzon ha affermato che le stazioni saranno lanciate in coordinamento con il servizio satellitare Ovzon-3 a partire dalla fine dell'anno. Foto: Ozono

Alm ha indicato la guerra in corso della Russia in Ucraina come un momento di sviluppo in termini di maggiore apprezzamento da parte della comunità globale per la presenza di comunicazioni residenti vitali. Secondo lui il mercato oggi è più pronto per questo tipo di servizio rispetto a due anni fa.

READ  Il lander lunare Odysseus invia le prime immagini dopo il lancio di SpaceX

“Una cosa che è accaduta quando i russi sono entrati in Ucraina è stato che hanno bloccato le comunicazioni satellitari. Come hanno fatto? 'Bene, hanno distrutto la parte terrestre'”, ha detto Alm. “Il nostro satellite può funzionare senza la parte terrestre. Quindi, quando lo diciamo ai nostri clienti, dicono “oh”.

“Quindi hanno studiato cosa sta succedendo lì e noi possiamo fornire le capacità necessarie per affrontarlo”, ha aggiunto Alm. Ciò significa che la nostra narrativa è molto rilevante per molti clienti europei in questo momento.

Vale la pena aspettare

Il debutto di Ovzon rappresenta il primo satellite svedese finanziato privatamente, ma ha anche dovuto affrontare alcune difficoltà. Una combinazione di ritardi nella produzione e della pandemia di COVID-19 ha spinto il satellite significativamente in ritardo rispetto al programma e il costo pre-lancio è stato stimato in circa 2 miliardi di corone svedesi (equivalenti a circa 195 milioni di dollari). Il lancio era previsto su un Ariane 5, ma non era pronto a volare prima che il razzo europeo venisse ritirato.

Alm ha detto che, nonostante le difficoltà, hanno avuto un forte sostegno da parte dei loro finanziatori quando hanno iniziato a decollare.

“Certo, le aspettative sono alte e ora lo siamo [ready to launch] “Sarà più alto di quello, ma penso che lo consideriamo una sfida e siamo disposti ad accettarlo”, ha detto Alm. “Ovviamente tocca a noi agire adesso e penso che sia parte dell'entusiasmo che ci aspetta perché ora abbiamo uno strumento che ci permetterà di continuare a crescere come abbiamo fatto finora.

Il satellite Ovzon-3 si trova nella sua configurazione di lancio. Questo sarà il primo satellite svedese finanziato privatamente. Immagine: Sistemi spaziali Maxar

L'inizio di un anno fantastico

Il lancio del satellite Ovzon-3 continua quello che SpaceX spera sarà un anno storicamente impegnativo per l'azienda. La missione sarà il secondo lancio orbitale di SpaceX nel 2024 e il primo quest'anno con un cliente pagante.

READ  La scoperta della "stella tripla" scuote le teorie sull'evoluzione stellare

Il booster del primo stadio a supporto di questa missione, numero di coda B1076, effettuerà il suo decimo volo fino ad oggi e ritornerà alla zona di atterraggio 1 presso la stazione spaziale di Cape Canaveral circa otto minuti dopo il decollo.

Questa missione dà il via a un paio di mesi impegnativi per SpaceX che saranno evidenziati dal lancio di due missioni con equipaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale, il lancio di una navicella spaziale Northrop Grumman Cygnus verso la Stazione Spaziale Internazionale e una missione diretta sulla Luna utilizzando Intuitive Nova delle macchine. -J Lander.

In una dichiarazione su X, precedentemente noto come Twitter, il vicepresidente del lancio di SpaceX Kiko Dontchev ha ribadito l'obiettivo dell'azienda di lanciare 144 volte prima della fine dell'anno.

“Il sistema di lancio (pad, recupero e hardware di volo) deve essere capace di 13 [per] “Per un mese in modo da poter recuperare il ritardo quando la manutenzione programmata, i disastri e le condizioni meteorologiche inevitabilmente ci rallentano”, ha scritto.