Maggio 22, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ragno botola gigante scoperto in Australia: NPR

Ragno botola gigante scoperto in Australia: NPR

UN Euoplos VIP Immagine del ragno nel 2021.

Museo del Queensland


Nascondi didascalia

Cambia didascalia

Museo del Queensland

UN Euoplos VIP Immagine del ragno nel 2021.

Museo del Queensland

Una botola dai cardini di seta potrebbe sembrare uscita da una fiaba, ma in realtà è qualcosa che esce da alcuni ragni – e c’è una nuova specie da aggiungere all’elenco. I ricercatori in Australia hanno scoperto una specie rara e gigante di ragno botola che si trova solo nel Queensland centrale.

il suo nome, Euoplos VIP, Derivando dalla parola latina che significa dignità o grandezza, “riflette le dimensioni e la natura impressionanti del ragno”, ha affermato il Museum Queensland. nella situazione attuale.

“È una specie così grande e bella”, ha detto Michael Ricks, coordinatore capo dell’aracnologia presso Museums Network Queensland, in un video che annuncia la scoperta. L’obiettivo dei ricercatori era quello di “documentare formalmente e scientificamente queste nuove specie”.

Un portavoce del Museo del Queensland ha detto che il ragno era lungo più di un pollice, o circa le dimensioni di una moneta australiana da 50 centesimi, che è leggermente più grande di mezzo dollaro USA.

Euoplos VIP Vive in habitat boschivi aperti, costruendo tane nel suolo nero del Queensland centrale. Come molte specie di ragni botola, costruisce le sue tane con porte dai cardini di seta e si nutre aprendo la botola e afferrando gli insetti che passano.

READ  I funzionari statunitensi cercano di salvare il grano ucraino senza una buona soluzione al blocco delle esportazioni russe

Questi ragni tropicali e subtropicali sono timidi e Non è pericoloso per l’uomo, anche se i morsi di ragno possono causare dolore e gonfiore.

Gran parte dell’habitat del ragno appena scoperto è andato perso nel terreno, il che significa che è probabilmente una specie in via di estinzione. La specie è “ora pubblicamente nota e può essere protetta”, ha affermato Jeremy Wilson, assistente di ricerca in antropologia presso il Queensland Museum Network, nel video annuncio.