Febbraio 1, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rapporto: Twitter promuove segretamente gli psicologi statunitensi in Medio Oriente | Notizie sui social

Rapporto: Twitter promuove segretamente gli psicologi statunitensi in Medio Oriente |  Notizie sui social

Twitter ha contribuito a promuovere le attività delle forze armate statunitensi in Medio Oriente, secondo un’indagine basata su file aziendali.

Twitter ha collaborato con il Pentagono per amplificare la propaganda sulle attività delle forze armate statunitensi in Medio Oriente, consentendo ad account falsi di spingere narrazioni filo-USA nonostante la promessa di chiudere le campagne segrete di influenza gestite dallo stato, secondo un’indagine basata su file interni di Twitter.

Twitter ha segretamente creato una speciale “lista bianca” di account gestiti dal comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM) di messaggi di spam e abusi, dandogli maggiore visibilità sulla piattaforma, secondo un’indagine di Li Fang, giornalista di The Intercept.

Twitter ha introdotto silenziosamente la funzione nel 2017 dopo che i funzionari militari statunitensi hanno chiesto alla società di migliorare la visibilità di 52 account in lingua araba utilizzati per “amplificare determinati messaggi”, secondo un’indagine pubblicata su Twitter e The Intercept.

I “Conti prioritari” del comando centrale hanno promosso informazioni a sostegno delle narrazioni militari statunitensi, comprese le critiche all’Iran, il sostegno alla guerra in Yemen sostenuta da Stati Uniti e Arabia Saudita e affermazioni sulla superiore precisione degli attacchi dei droni statunitensi, secondo Fang.

CENTCOM in seguito ha nascosto la sua proprietà degli account, ha detto Fang, in alcuni casi utilizzando foto e false biografie per dare l’impressione che fossero gestiti da civili in Medio Oriente.

Sebbene Twitter abbia affermato di non consentire operazioni di influenza ingannevoli sostenute dallo stato, la società di social media era a conoscenza dell’attività segreta del comando centrale e ha chiuso un occhio sulla presenza degli account sulla piattaforma almeno fino a maggio 2022, ha affermato Fang.

Un funzionario di Twitter che ha parlato con me ha affermato di sentirsi ingannato dal passaggio segreto, ma diverse e-mail nel corso del 2020 mostrano che i dirigenti di alto livello di Twitter conoscevano bene il Dipartimento della Difesa. [Department of Defence] “Una vasta rete di account falsi e propaganda segreta. Gli account non sono stati sospesi”, ha dichiarato martedì Fang su Twitter.

READ  La Russia, che tiene esercitazioni militari vicino all'Ucraina, afferma che i legami con gli Stati Uniti sono "sul campo"

Ad esempio, l’avvocato di Twitter Jim Baker ha dichiarato in un’e-mail nel luglio 2020, in merito a un’imminente riunione del Dipartimento della Difesa, che il Pentagono ha utilizzato “scarsa maestria” nella creazione della sua rete e stava cercando strategie per non esporre gli account “collegati tra loro ” o Al Dipartimento della Difesa o al Sottosegretario Generale.

Baker, ex vice consigliere generale di Twitter, non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento su Twitter.

Le rivelazioni sono le ultime di una serie di storie basate sui cosiddetti “file Twitter”, documenti aziendali interni che Elon Musk, che ha acquistato Twitter a ottobre, ha condiviso con diversi giornalisti di pubblicazioni non mainstream.

Musk, uno degli uomini più ricchi del mondo, ha descritto il rilascio dei documenti come uno sforzo per aumentare la trasparenza sulle operazioni della piattaforma di social media sotto la precedente amministrazione, che ha accusato di censura e favorendo opinioni e personalità liberali.

Precedenti iterazioni dei profili Twitter hanno documentato “liste nere” che limitavano l’accesso a figure conservatrici, nonché le deliberazioni interne che hanno portato alla sospensione dalla piattaforma dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e alla soppressione della storia sulle e-mail di Hunter Biden. il computer portatile.

Il rilascio dei file interni di Twitter ha generato reazioni contrastanti, spesso polarizzate.

Mentre i conservatori hanno sequestrato i file come prova del pregiudizio liberale di Twitter e dell’ostilità alla libertà di parola, molte figure liberali hanno visto i comunicati come una dimostrazione degli sforzi in buona fede del personale per gestire decisioni di moderazione difficili.