Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Risultato in Coppa del Mondo: la Croazia ha battuto il Marocco e si è classificata terza grazie allo splendido gol di Mislav Orsic

Risultato in Coppa del Mondo: la Croazia ha battuto il Marocco e si è classificata terza grazie allo splendido gol di Mislav Orsic

Per la terza volta negli ultimi sette Mondiali, la Croazia è salita sul podio. Potrebbe essere un passo avanti per i finalisti del 2018, ma in quella che sarà sicuramente la sua ultima partita sul palcoscenico più importante, Luka Modric deve vincere.

Ha dato il meglio di sé fino alla fine quando la striscia da favola del Marocco è stata annullata nel primo tempo, con i gol di Jusko Gvardiol e Mislav Orsic che hanno mandato la Croazia al terzo posto ancora una volta, il che significa che, insieme alla grande squadra del 1998, avrebbero conquistato il bronzo. medaglie nella loro collezione.

Queste partite potrebbero andare in due modi, o le nazionali dalle gambe pesanti e devastanti si fanno avanti in un’occasione in cui preferirebbero essere altrove (tutto ciò è comprensibile nel caso di una Coppa del Mondo di metà stagione) o le due squadre possono prendersi la responsabilità di lasciare il palcoscenico mondiale con il botto. È stato subito chiaro che questi due avrebbero sferrato il secondo, una punizione sfacciatamente progettata che ha visto Ivan Perisic deviare il tiro iniziale per il tuffo Josko Gvardiol per portarlo via.

La loro avanzata è durata meno di due minuti. Il pareggio del Marocco è stato molto meno elegante e non meno efficace. Il tiro dal secondo uomo di Hakim Ziyech non ha funzionato, ma un colpo di testa croato ha appena fatto arricciare la palla in aria, e Ashraf Dari ha stabilito che fosse un volo e l’ha spinto dentro. Entrambe le squadre hanno avuto una possibilità per un secondo prima della fine del primo tempo, e Achraf Hakimi è stato mostrato. Succede a Youssef En-Nesyri mentre aspetta di tirare al volo la palla a porta vuota, ma è la Croazia ad afferrarla.

READ  L'allenatore di Valieva e i suoi compagni di squadra russi reagiscono alla fine olimpica del pattinatore

Il gol di Orsic è stato tra i migliori gol segnati in questo torneo. E quando ha trovato spazio all’estrema sinistra dell’area di rigore, ha aperto il suo corpo e ha colpito qualcosa che si avvicinava con un pugno nell’angolo più lontano di Yassine Bounou, bloccando il portiere marocchino mentre la palla rimbalzava nella propria rete dal secondo palo .

Forse le gambe marocchine si sono stancate nella ripresa, visto che erano passati solo 10 minuti senza che si infortunassero, ma stavano ancora inseguendo il pareggio, visto che Nesiri è riuscito a salvare momentaneamente Dominic Levakovic dopo che Soufiane Amrabat è sfuggita in modo sconcertante a un fallo su Jvardiol. nella sua zona. Anche se En-Nesyri è andato vicino a un colpo di testa in extremis, la capacità della Croazia di controllare la palla per lunghi periodi ha permesso alla Croazia di intaccare le riserve di energia degli avversari, portandoli al traguardo in un’altra impressionante Coppa del Mondo campagna.

Gambe stanche e menti nei colori marocchini

Alla fine, il puro sforzo per arrivare così lontano ha alimentato le speranze del Marocco per l’impensabile. Hanno mostrato qualità tecniche fino alla fine, ma semplicemente non avevano il fisico per continuare il percorso. Forse è stata la sfortuna nell’accordo, e forse il prezzo che ogni squadra deve pagare per aver trascorso così tanto tempo senza palla contro Portogallo e Spagna. La squadra di Walid Rekragui ha concluso questo torneo con infortuni alla deambulazione, con quattro difensori abbattuti nell’ultima settimana.

Il capocannoniere Darry era chiaramente in difficoltà prima della fine del primo tempo. Rimase un quarto della partita quando Tariq Al-Yamik se ne andò. I principali difensori centrali, Romain Sayess e Naif Ajourd, sono stati eliminati entro 20 minuti dalla sconfitta contro la Francia. Non c’è da stupirsi che in circostanze come queste l’organizzazione bellicosa negli ottavi di finale e le vittorie nei quarti di finale non si vedessero da nessuna parte, la difesa marocchina sul mare nel primo tempo con respinte tese e due difensori che andavano a respingere un tiro al volo.

READ  L'ex running back dei Dallas Cowboys, Chicago Bears, Marion Barber 3rd, è morta all'età di 38 anni

Davanti, la fatica si è manifestata con passaggi pesanti e movimenti che si sono appena spenti con l’ultimo passaggio. Hakim Ziyech era piuttosto abile e potrebbe essere passato a un ruolo centrale perché non aveva le gambe per colpire il suo uomo a lato. Hanno indagato e testato fino alla fine ma non hanno avuto la forza di esercitare pressioni costanti sulla Croazia.

La Croazia si piega forte

Coloro che hanno assistito a uno qualsiasi di questi tornei nell’ultimo mese potrebbero sentirsi colpiti duramente dalle statistiche sulla popolazione croata – sapevi che tante persone vivono a Spalato, la seconda città più grande, come Hayward, la sesta città più grande del Zona della baia? – Ma c’è un motivo. Ci sono paesi con una popolazione 10 volte superiore, potenze economiche, una ricca storia nel gioco e giocatori di talento che devono ancora eguagliare i successi della Croazia nei sei Mondiali a cui hanno partecipato.

Anche a parte il fantastico Modric, l’intera campagna ha avuto un po’ di coda dopo la loro brillantezza nel 2018. Non erano abbastanza bravi da battere i migliori in 120 minuti, ma sono stati in grado di portare i team alla frustrazione, sapendo che lo sono raramente. È una cattiva idea fidarsi dei giocatori con la loro capacità di calciare il pallone e la loro compostezza sotto pressione per vincere i rigori.

Potremmo non vedere mai più qualcosa di simile dalla Croazia. Questo è stato certamente l’ultimo ballo di Modric ed è difficile vedere il compagno di corsa Ivan Perisic tornare sulla scena mondiale all’età di 37 anni. Anche se artisti del calibro di Marcelo Brozovic, Mateo Kovacic e Orsic arriveranno in Nord America nel 2026, probabilmente essere ancora vivo. flessione della loro carriera. Ci sono ovviamente giovani talenti in ascesa, in particolare Guardiol ma anche Luka Susic, ma ci sono solo così tanti diamanti in un paese di pochi milioni. Questo potrebbe essere per la Croazia ai massimi livelli. Ma ancora una volta, lo abbiamo detto quattro anni fa, e anche dopo il loro terzo posto nel 1998.

READ  Messaggi antisemiti visti durante la partita in Florida, Georgia e altrove a Jacksonville