Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Spinosaurus era un dinosauro nuotatore? Probabilmente no, dice lo studio.

Spinosaurus era un dinosauro nuotatore?  Probabilmente no, dice lo studio.

Lo Spinosaurus era uno dei più grandi dinosauri carnivori e mangiava pesce. Questo è ciò su cui spesso i paleontologi concordano.

Ma è forse riuscito a guadare i fiumi e a strapparli dall'acqua come un orso grizzly? Oppure si è tuffato dietro la preda come un pinguino o un leone marino?

Questa è diventata una questione controversa tra gli esperti di dinosauri.

Un gruppo è sempre più convinto che lo Spinosaurus fosse raro tra i dinosauri: infilava la testa sott'acqua e nuotava sotto la superficie. Altri dicono di no.

Ultimi scattipubblicato mercoledì sulla rivista PLOS One, proviene dalla squadra Spinosaurus che non sapeva nuotare per contrastare un articolo a favore del nuoto pubblicato due anni fa. Un lavoro precedente, pubblicato sulla rivista Nature, Sosteneva che in generale gli animali che trascorrono la maggior parte del tempo in acqua, come i pinguini, hanno ossa più dense che conferiscono pesantezza e facilitano l’immersione. L'articolo di Nature concluse che anche lo Spinosaurus aveva ossa dense e quindi probabilmente era un nuotatore.

Ma l’analisi della densità ossea era “statisticamente ridicola”, ha detto Nathan Myhrvold, ex chief technology officer di Microsoft e paleontologo dilettante che ha condotto la nuova ricerca con Paul Sereno, paleontologo dell’Università di Chicago.

Il dottor Myhrvold e il dottor Sereno sostenevano anche che la forma corporea inappropriata di Spinosaurus lo avrebbe reso un cattivo nuotatore, sempre che fosse in grado di nuotare. Il dottor Myhrvold ha affermato che la distribuzione del peso del dinosauro lo avrebbe reso molto pesante e instabile.

“È ovvio il motivo per cui non sa nuotare”, ha detto.

La vela gigante sul dorso avrebbe reso difficile per uno Spinosauro che nuotava rimanere in posizione eretta, ha detto il dottor Myhrvold. “Se dai la mancia anche la più piccola cifra, continuerai a dare la mancia.”

READ  Le piogge meteoriche più emozionanti dell'estate sono in corso proprio ora, le migliori date da tenere d'occhio

In altre parole, lo Spinosaurus si capovolgerebbe e faticherebbe a tirare fuori la vela dall'acqua.

In questo disaccordo ci sono punti di accordo. Lo Spinosaurus era probabilmente più lungo e più pesante del Tyrannosaurus rex. Viveva circa 95 milioni di anni fa nell'attuale Sahara occidentale, ma allora era un ambiente fertile con fiumi profondi. Era anche un dinosauro dall'aspetto strano, con le sue lunghe vertebre che formavano un'enorme vela sul dorso.

C'è stato un notevole interesse per lo Spinosaurus negli ultimi dieci anni in seguito alla scoperta di un nuovo fossile in Marocco da parte di Nizar Ibrahim, autore anche di un precedente studio sulla densità ossea e ora docente senior presso l'Università di Portsmouth in Inghilterra. L'unico altro fossile fu trovato da Ernst Stromer, un paleontologo tedesco, nel 1915, e fu distrutto in un bombardamento aereo di Monaco nel 1944.

Nell'ultimo studio, il dottor Myhrvold e i suoi colleghi affermano che i paleontologi che hanno fatto affermazioni sulla densità ossea hanno utilizzato una sofisticata tecnica statistica senza comprenderne i limiti.

“Questo è stato applicato completamente in modo errato qui”, ha detto il dottor Myhrvold. “Sfortunatamente, quando si ha qualcosa che coinvolge molte statistiche dense, gli occhi della maggior parte dei paleontologi si velano.”

Il dottor Myhrvold non è un accademico tradizionale. Da quando ha lasciato Microsoft nel 1999, è forse meglio conosciuto per aver guidato lo sviluppo dei libri di cucina enciclopedici Modernist Cuisine. Ma in precedenza ha scatenato un putiferio statistico esoterico, criticando i risultati sui tassi di crescita dei dinosauri e sostenendo che i dati della NASA sugli asteroidi sono imperfetti e inaffidabili.

READ  5 pianeti si allineeranno nel cielo all'inizio di questo mese

Precedenti lavori di altri ricercatori hanno scoperto che i mammiferi che si tuffano tendono ad avere ossa più dense rispetto ai mammiferi che rimangono sulla terra. Ma anche altri mammiferi hanno ossa dense per altri motivi. Gli elefanti, ad esempio, hanno bisogno di ossa più forti per sostenere il loro peso.

Nel 2022, i ricercatori guidati da Matteo Fabbri, ora ricercatore post-dottorato presso l’Università di Chicago, hanno sostenuto nel loro articolo che la densità ossea era un indicatore affidabile del fatto che un animale vivesse in acqua o sulla terra per una gamma molto più ampia di creature, tra cui gli animali estinti. specie.

“Abbiamo pensato: 'Oh, questi sono solo mammiferi o sono anche rettili?' Lo ha detto il dottor Fabbri in un'intervista. “E se questo è vero, possiamo dedurre l'ecologia degli animali estinti, compresi i dinosauri dall'aspetto strano come lo Spinosaurus?”

Il dottor Fabbri ha affermato che l’analisi ha dimostrato che “una densità ossea molto elevata è associata alla probabilità di finire sott’acqua”.

Il team di scienziati ha concluso che Spinosaurus e Baryonyx, un parente di Spinosaurus, si sono immersi, mentre un altro dinosauro imparentato, Saucomymus, non si è immerso sott'acqua.

Tuttavia, il Dr. Myhrvold ritiene che la densità ossea non sia strettamente divisa in due gruppi. Esistono molti animali acquatici con ossa meno dense di molti animali terrestri e viceversa. “Se le due distribuzioni sono vicine tra loro, non sarà possibile ottenere un risultato corretto, o almeno uno che abbia qualche potere statistico”, ha detto.

Fa un esempio: negli esseri umani, gli uomini sono generalmente più pesanti delle donne, ma non tutti gli uomini sono più pesanti di ogni donna. Pertanto, se qualcuno ti dice che pesa 135 libbre, non sarai in grado di concludere in modo affidabile se quella persona è maschio o femmina.

READ  Il telescopio Webb cattura le galassie più lontane mai viste

Sebbene il dottor Myhrvold e il dottor Sereno siano ora in disaccordo con il dottor Fabbri e il dottor Ibrahim, erano tutti dalla stessa parte dei coautori di Un articolo del 2014 che descriveva Spinosaurus è stato scoperto in Marocco.

“Eravamo divisi intellettualmente”, ha detto il dottor Sereno.

Il dottor Fabbri attualmente lavora nello stesso dipartimento del dottor Serino, anche se quest'estate diventerà professore alla Johns Hopkins University.

“Ci salutiamo in questo corridoio”, ha detto il dottor Fabray. “Va tutto bene. Ovviamente non ci stiamo uccidendo a vicenda.”

Il dottor Ibrahim, che è in Marocco per condurre ulteriori studi, ha affermato che ulteriori scoperte fornirebbero un caso più convincente sul fatto che Spinosaurus fosse acquatico.

Ha anche rifiutato le argomentazioni biomeccaniche del dottor Myhrvold sul motivo per cui Spinosaurus non sapeva nuotare, dicendo che molto era ancora sconosciuto. Ha confrontato le scoperte del dottor Myhrvold con quelle dei paleontologi che sostenevano che i tirannosauri dovevano essere degli spazzini perché non erano in grado di correre abbastanza velocemente da catturare prede piccole e veloci. Ma i tirannosauri non dovevano essere veloci per catturare un grande e lento triceratopo.

Allo stesso modo, i fiumi africani preistorici erano pieni di pesci giganti e lenti, ha detto il dottor Ibrahim. Lo Spinosaurus non doveva essere un forte nuotatore per catturarli.

“Non posso rivelare molto”, ha detto. “Ma abbiamo nuovo materiale. Abbiamo diversi progetti in corso che sono molto entusiasmanti.”