Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sunak dice che ci vorrà del tempo perché le persone si sentano meglio

Sunak dice che ci vorrà del tempo perché le persone si sentano meglio

Fonte immagine, Immagini Getty

  • autore, Dearbil Jordan
  • Ruolo, Giornalista d’affari

Il primo ministro Rishi Sunak ha affermato che “ci vorrà del tempo” affinché le persone “si sentano davvero meglio” poiché i dati rivelano che il Regno Unito è uscito dalla recessione.

L’economia è cresciuta dello 0,6% tra gennaio e marzo dopo la contrazione nella seconda metà dello scorso anno.

Sunak ha detto alla BBC che l’economia britannica ha “un vero slancio”, ma ha ammesso che c’è “ancora molto lavoro da fare”.

Sia i laburisti che i LibDem hanno detto che non c’era nulla da festeggiare. Rachel Reeves, consigliere ombra del Labour, ha dichiarato: “Dopo 14 anni di caos economico, i lavoratori stanno ancora peggio”.

Il prodotto interno lordo – che misura la quantità di beni e servizi prodotti da un’economia – è aumentato più del previsto nei primi tre mesi dell’anno. Gli analisti si aspettavano una crescita dello 0,4%.

Sunak ha indicato che ora c’è una certa forza dietro l’economia del Regno Unito, che ha visto il ritmo di crescita più veloce degli ultimi due anni tra gennaio e marzo.

Il Regno Unito è entrato in recessione alla fine dello scorso anno, dopo aver registrato una contrazione per due periodi trimestrali consecutivi.

Sunak ha dichiarato: “Ovviamente c’è ancora molto lavoro da fare e lo capisco ed è per questo che sono desideroso di attenermi al nostro piano e continuare a fornire risultati per le persone.

Tuttavia, la Reeves ha affermato: “Questo non è il momento per i ministri conservatori di fare un tour della vittoria e dire al popolo britannico che non è mai stato così bello”.

La portavoce del Tesoro liberaldemocratico Sarah Olney ha detto che è ora di indire le elezioni generali.

L’economia sarà un importante campo di battaglia nelle prossime elezioni, la cui data non è stata ancora rivelata.

Nel frattempo, l’indice FTSE 100 ha chiuso a un nuovo massimo storico dopo la pubblicazione dei dati economici.

Ha chiuso in rialzo di 52,41 punti, o dello 0,63%, a 8.433,76 punti, e le azioni del settore finanziario e industriale sono state tra le azioni in maggiore rialzo durante la giornata.

All’inizio di questa settimana, il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey ha dichiarato alla BBC che il Regno Unito stava assistendo a una ripresa, anche se non forte.

La banca ha votato per mantenere i tassi di interesse al livello più alto degli ultimi 16 anni, al 5,25%. Si prevede che l’inflazione, che misura il ritmo dell’aumento dei prezzi, scenda al target del 2% nei prossimi due mesi.

Ciò ha aumentato le aspettative per i tagli dei tassi di interesse il prossimo mese. Tuttavia, i dati sul PIL più forti del previsto hanno smorzato tali aspettative.

Ruth Gregory, vice capo economista britannico presso Capital Economics, ha affermato che ciò dimostra che “la Banca d’Inghilterra non ha bisogno di affrettarsi a tagliare i tassi di interesse”.

Ha detto che il primo taglio dei tassi sarà in definitiva determinato dai prossimi dati sull’occupazione e sull’inflazione.

Ha aggiunto: “I salari stanno aumentando, le bollette energetiche stanno diminuendo e le tasse stanno diminuendo”.

Il governo ha ridotto l’assicurazione nazionale del 4% dalla fine dello scorso anno.

Tuttavia, ha anche mantenuto congelate le soglie dell’imposta sul reddito, in modo che quando la retribuzione di una persona aumenta, può passare a uno scaglione fiscale più alto.