Giugno 22, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Traccia dell’uragano Lee: la tempesta ritorna allo stato di categoria 3 mentre la costa orientale si trova ad affrontare condizioni pericolose sulla spiaggia questa settimana

Traccia dell’uragano Lee: la tempesta ritorna allo stato di categoria 3 mentre la costa orientale si trova ad affrontare condizioni pericolose sulla spiaggia questa settimana



CNN

mi uragano Le immagini satellitari e i dati provenienti da un aereo cacciatore di tornado domenica hanno indicato che la forza dell’uragano era tornata a un uragano di categoria 3 con venti massimi sostenuti di 120 mph.

Secondo il National Hurricane Center, la potente tempesta, la cui intensità ha oscillato nel corso del tempo sull’Oceano Atlantico aperto, dovrebbe diventare una tempesta molto pericolosa di categoria 4 entro la fine di domenica o lunedì mattina presto.

“Pericolose correnti d’onda e di strappo hanno iniziato a raggiungere parti della costa orientale degli Stati Uniti sudorientali e si prevede che si intensificheranno e si diffonderanno verso nord lungo gran parte della costa orientale degli Stati Uniti nei prossimi due giorni”. Centro nazionale degli uragani ha detto in un aggiornamento domenica.

Si prevede che l’uragano Lee rallenterà in modo significativo mentre si sposta a nord di Porto Rico, delle Isole Vergini britanniche e americane e delle Isole Sottovento settentrionali, ma avrà un impatto lì e su altre isole dei Caraibi. È ancora troppo presto per determinare il suo percorso a lungo termine entro questa settimana e quanto significativi saranno gli impatti sugli Stati nordorientali degli Stati Uniti, sulle Bermuda e sul Canada atlantico.

Entro metà settimana, Lee si dirigerà a nord, spostandosi infine tra le Bermuda e la costa orientale degli Stati Uniti alla fine di questa settimana.

La costa orientale si sta preparando allo stesso tipo di grandi onde e correnti di strappo che i Caraibi stanno affrontando.

NOAA

Un’immagine satellitare fornita dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) mostra l’uragano Lee in movimento nell’Oceano Atlantico.

“Le onde generate dall’uragano Lee stanno colpendo parti delle Piccole Antille”, ha avvertito venerdì sera il National Hurricane Center. Anche le Isole Vergini britanniche e americane, Porto Rico, Hispaniola, le Isole Turks e Caicos, le Bahamas e le Bermuda si troveranno ad affrontare mareggiate questo fine settimana che potrebbero portare a condizioni pericolose per la vita e onde di strappo.

READ  McConnell si aspetta che il Senato discuta il pacchetto sulla sicurezza delle frontiere ucraine la prossima settimana

Si prevede che domenica le onde raggiungeranno i 6-10 piedi, secondo l’ufficio del servizio meteorologico nazionale di San Juan, Porto Rico. Questa settimana sono previste onde più grandi lungo le spiagge esposte a est e a nord.

“L’erosione delle spiagge e le inondazioni costiere sono possibili”. Ufficio postale Sui social media.

Guarda questo contenuto interattivo su CNN.com

Il centro di Lee si trovava a circa 285 miglia a nord-est delle Isole Sottovento Settentrionali alle 17:00 ET di domenica, spostandosi verso ovest-nordovest a 8 mph.

per meche giovedì è stata una tempesta di categoria 1, Si è intensificato in modo eccezionalmente rapido allo status di categoria 5 mentre si spostava verso ovest attraverso l’Oceano Atlantico, raddoppiando i suoi venti fino a 165 mph in un solo giorno.

Il centro degli uragani ha affermato che il wind shear verticale e un ciclo di sostituzione degli occhi – un processo che si verifica con la maggior parte degli uragani maggiori e di lunga durata – hanno da allora indebolito la tempesta.

Le tendenze del modello computerizzato di Lee hanno mostrato che l’uragano si è spostato verso nord all’inizio di questa settimana. Ma esattamente quando avverrà questo cambiamento e fino a che punto Lee sarà in grado di seguirlo in Occidente, giocherà un ruolo importante nel determinare quanto si avvicinerà agli Stati Uniti.

Diversi fattori di direzione in superficie e ai livelli superiori dell’atmosfera determineranno quanto vicino sarà Lee alla costa orientale.

Un’area di alta pressione sull’Oceano Atlantico, nota come Bermuda High, avrà un impatto significativo sulla velocità di rotazione di Lee. Un forte rialzo delle Bermuda manterrebbe Lee sulla sua attuale rotta ovest-nordovest e lo rallenterebbe leggermente.

L’indebolimento dell’alta pressione questa settimana mi consentirà di iniziare a spostarmi verso nord. Una volta che si verifica questo spostamento verso nord, la posizione della corrente a getto – forti venti a livelli più alti che possono cambiare la direzione del percorso di un uragano – influenzerà la vicinanza di Lee verso gli Stati Uniti.

Scenario del tracciato: un’area di alta pressione (cerchio giallo) a est di Lee e la corrente a getto (frecce argentate) a ovest di Lee potrebbero forzare la tempesta a spostarsi tra i due, lontano dalla costa degli Stati Uniti.

Lee potrebbe dirigersi rapidamente verso nord all’inizio di questa settimana se l’alta pressione si indebolisse in modo significativo.

Se la corrente a getto avesse origine lungo la costa orientale, fungerebbe da barriera impedendo a Lee di avvicinarsi alla costa. Questo scenario terrebbe Lee lontano dalle coste degli Stati Uniti, ma potrebbe avvicinare la tempesta alle Bermuda.

Scenario del tracciato: un’area di alta pressione (cerchio giallo) a est di Lee e la corrente a getto (frecce argentate) a ovest di Lee potrebbero forzare la tempesta a spostarsi tra i due, vicino alla costa degli Stati Uniti.

Lee potrebbe virare più lentamente verso nord perché l’alta pressione rimane forte e la corrente a getto si sposta verso l’interno sugli Stati Uniti orientali. Questo scenario lascerebbe parti della costa orientale, in particolare la Carolina del Nord, vulnerabili ad attacchi molto più vicini a Lee.

READ  Giochi del Commonwealth: evento 2026 in dubbio dopo la cancellazione di Victoria