Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

UConn, Purdue ha mostrato un progetto per la costruzione dei roster dei tornei NCAA – ancora una volta

UConn, Purdue ha mostrato un progetto per la costruzione dei roster dei tornei NCAA – ancora una volta

GLENDALE, Arizona – Il piano generale per il basket universitario maschile era di nuovo in bella vista lunedì sera, ma per la distrazione dei coriandoli fluttuanti nell'area. Il Connecticut ha vinto un altro campionato nazionale, il secondo consecutivo, il che è molto difficile. Ma le impronte digitali e i detriti che hanno portato direttamente alla folla felice dell’umanità in aprile erano lì, per qualsiasi allenatore o amministratore disposto a guardarli. Questo è ciò che vince adesso. È complesso, fragile e, francamente, non così difficile da capire.

Era anche lì, dietro i passi sconsolati che Purdue lasciò il campo allo State Farm Stadium. Potrebbero esserci dubbi sul gioco a West Lafayette, Indiana, ma non dovrebbero esserci rimpianti per l'architettura. Ciò che i Boilermakers hanno fatto per guadagnarsi l'opportunità di arrabbiarsi è ciò che qualsiasi programma in questo sport dovrebbe fare in un modo o nell'altro. Non ha funzionato contro una squadra. Cos'altro c'è di nuovo quando UConn è l'unica squadra?

Vai più in profondità

UConn ostacola Purdue nella partita per il titolo e si riprende

“Puro dominio”, ha detto Hassan Diarra, senior degli Huskies, durante le celebrazioni della vittoria per 75-60 e del sesto campionato nazionale del programma. “In attacco. In difesa. Il nostro rapporto reciproco. Questa squadra è fantastica”.

Lo è, ma è anche un remake in alta definizione di un vecchio film che abbiamo già visto. I titoli nazionali nel basket universitario maschile non si vincono attraverso lo sviluppo dei giocatori, l'infusione di giovani talenti o una leadership intelligente del portale trasferimenti. Hanno vinto facendo tutto. In una proporzione appropriata, forse nell'ordine sopra. Prima di iniziare lunedì, Connecticut e Purdue hanno riaffermato ciò che ci avevano già detto Kansas, Baylor, Virginia e Villanova. I Jayhawks, i Gonzaga o i Dayton non avrebbero aggiunto nulla se non fosse stato per la pandemia che ha spazzato via la postseason quattro anni fa.

Altro materiale schtick. La cosa nuova e scintillante fu gettata nella scatola da scarpe e riposta nell'armadio.

Perché inseguire qualcosa di diverso da questo schema? Perché illuderti pensando di essere il ragazzo più intelligente nella stanza, quando probabilmente sei l'unico ragazzo nella stanza? Questo è il modo, è stato per qualche tempo e rimarrà tale per il prossimo futuro.

“Penso che dovremmo tutti stare zitti e smettere di cercare di aiutare le persone che non sanno cosa stanno facendo”, ha detto l'allenatore degli Huskies Dan Hurley il giorno prima di rivendicare i titoli consecutivi.

Qui ci rendiamo conto che bisogna essere bravi, non solo in linea con i precedenti.

READ  La NWSL annuncia accordi televisivi quadriennali con ESPN, CBS e Prime Video: perché questa è una vittoria per il campionato

“Devo ancora vedere qualcuno entrare qui e intervistare giocatori scadenti tutto il tempo”, ha puntualmente osservato l'allenatore dei Boilermakers Matt Painter alla vigilia del torneo. Ma c'era anche una recluta a cinque stelle nei roster delle due squadre che hanno giocato lunedì. Nel frattempo, ci sono stati 27.063 minuti giocati in Division One tra i 10 giocatori titolari. Esiste un tipo giusto di bene e un tipo giusto di bene che è inutile.

Purdue ha schierato un senior All-American che potrebbe essere il più grande esempio di sempre di sviluppo paziente di un giocatore, un attaccante del terzo anno che è rimasto in servizio per il suo anno da junior, due guardie del secondo anno che indossano più di qualche cicatrice e un trasferimento del quinto anno. guardia che è stata prelevata in modo molto selettivo dal cancello.

“Molte persone che scelgono il portale cercano di attirare le persone più talentuose, se riescono ad attirare più persone”, ha affermato Painter. “Qualcuno deve prendere sei o sette ragazzi: è impossibile che ce la facciano sei o sette. È impossibile, non è vero?”


Intorno a Zach Eddy e Braden Smith, Purdue aveva la giusta combinazione di roster: per battere tutte le squadre tranne una. (Grace Hollers/USA Today)

UConn? Ci sono molte novità di anno in anno, ma ci sono abbastanza somiglianze.

Lunedì, un'ex guardia di trasferimento che stava terminando il suo secondo anno con il programma, Tristen Newton, ha condotto la sua seconda corsa vincente al titolo in altrettanti anni. Ha anche iniziato con un attaccante del terzo anno che ha saltato la sua stagione da matricola, una matricola del secondo anno e una matricola in maglia rossa che sarà selezionata al primo turno e una guardia di trasferimento del quinto anno che è stata selezionata in modo molto selettivo fuori dal cancello.

“Giocatori giovani con talento isolati riportando giocatori nel vostro programma che possano supportare la cultura”, ha detto Hurley, rilasciando codici non classificati che ha detto che preferirebbe non rilasciare. “Quindi aggiunte strategiche al portale che possono portarti al top.”

Il concetto generale non è nuovo, il che lo rende ancora più sorprendente quando altri programmi non cercano di imitarlo. UConn nel 2023 comprendeva veterani avanzati (Andre Jackson Jr., Adama Sanogo), un trasferimento di sviluppo (Newton), uno studente del secondo anno in ascesa (Jordan Hawkins) e gruppi di giovani promettenti (Donovan Clingan, Alex Caraban).

READ  Lionel Messi non giocherà con l'Inter Miami nella finale della Open Cup

Kansas nel 2022? Per completare il mix sono stati sviluppati potenziali veterani (Ochai Agbaje, Christian Brown, David McCormack), un talentuoso studente del secondo anno (Jalen Wilson) e un veterano trasferito (Remy Martin).

Baylor nel 2021? Una stella in via di sviluppo (Jared Butler), che sta entrando nel suo terzo anno con il programma (Macio Teague e Davion Mitchell), un giovane talentuoso (Adam Flagler). La squadra del campionato della Virginia era tutta junior e una del secondo anno. Villanova aveva Jalen Brunson e Mikal Bridges come solidi pilastri, sostenendo i giovani intorno a loro.

Naturalmente, dopo aver messo tutto insieme, i giochi mentali rimangono. La definizione del ruolo è lavorare per arrivare lì con più mine che con un passaggio sicuro lungo il percorso.

Tutti dovrebbero voler fare ciò che chiedi loro e non andarsene quando non gli piace ciò che sentono.

Sembra che ci sia un trucco anche in questo.

“Sono molto onesti”, ha detto Karapan.

approfondire

Vai più in profondità

Top 25 Early Bird maschile: Duke, Gonzaga e Houston partono in testa per la stagione 2024-25

Il potente attaccante iniziale di UConn era una recluta tra le prime 50 consensuali. Si è unito agli Huskies come marcatore di metà anno nel 2022. Non ha giocato un solo minuto. “Mi volevano per il mio talento offensivo, ma sono stati onesti con me, in difesa devi migliorare”, ha detto Karapan. Ha pareggiato per il quarto maggior numero di tiri in una squadra del campionato nazionale come matricola in maglia rossa. Ha scattato il terzo maggior numero di scatti per UConn fino a lunedì. Non è andato da nessuna parte e non andrà da nessuna parte a meno che non si tratti di un franchise NBA.

La soddisfazione si basa sul grado, non sul decreto. “Non baciamo i bambini durante il reclutamento”, ha detto Hurley. “Non lo accettiamo mentre sono nel campus. Forniamo un enorme valore ai nostri giocatori perché seguiamo la vecchia scuola e li spingiamo a migliorare.

Nell'altro spogliatoio, domenica pomeriggio, due giocatori erano seduti in platea, felici di essere qui quando probabilmente non pensavano che sarebbero arrivati ​​in questo modo. Ethan Morton ha giocato da titolare 29 partite e ha giocato 880 minuti con la Purdue la scorsa stagione. Ha iniziato da zero e quest'anno ha registrato più di 500 minuti in meno. Caleb Forrest ha visto i suoi minuti scendere da 18,4 a partita da matricola a 9,2 da junior.

“Mi fa male che non stiano giocando”, ha detto Painter, prima di notare che è pagato per prendere decisioni che migliorino Purdue. Facile e giusto da dire. Non è facile digerirlo quando sei tu a non fare nulla per migliorare la città di Bordeaux. È particolarmente difficile quando non c'è una conversazione specifica al riguardo in quanto ci si aspetta che il giocatore sia in grado di leggere la stanza con il passare dell'anno.

READ  Daniel Snyder, proprietario di Washington Leaders, rifiuta ancora una volta l'invito della Commissione di sorveglianza della Camera a testimoniare nel raggiungimento della cultura del posto di lavoro in franchising

Per quanto qualcuno vorrebbe dire, non c'era corrosione. “Lo dico spesso alla gente”, ha detto Morton. “Se non accetti ciò che vogliono che tu faccia, continuerai in una brutta strada.”

Entrambi questi programmi e i loro allenatori hanno capito, anche se UConn ha un elemento importante nel piano – grandi guardie che le guardie più piccole non possono vedere o oltrepassare, in pratica – che Purdue non è riuscita a eseguire.

Per questo motivo, gli Huskies possono iniziare ad abbracciarsi e festeggiare con 36 secondi rimasti sul cronometro di gara; Il pittore ha eliminato gli errori intenzionali. Sapeva con certezza quello che sospettava da tempo: aveva trasformato il suo programma in una squadra che poteva battere qualsiasi altro programma, tranne quello dell'altra panchina.

Ecco perché Hurley aveva una direttiva per suo figlio, Andrew, che afferrava la palla da basket negli ultimi istanti, mentre il cronometro stava scadendo e UConn accettava di buon grado l'offesa: Spike quella palla. Andrew Hurley ha obbedito con il suo pop. Un punto esclamativo per chi si preoccupa di notarlo, ma come si potrebbe non notarlo?

Nel frattempo, i Boilermakers devono fare i conti con la loro esistenza dopo che il gigante di 7 piedi e 4 ha inclinato il pavimento per due anni consecutivi. E non saranno affatto gli stessi senza Zach Eddy, che lunedì ha segnato 37 punti. Non possono esserlo. Tuttavia, dovrebbero comunque essere abbastanza senior e tale invecchiamento completerà una classe di reclutamento tra le prime 15 che si iscriverà quest’estate. È una versione diversa dello stesso piano. “Quando ottieni il maggior numero di vittorie nella storia della scuola, sei la prima squadra a vincere campionati consecutivi (Big Ten) per più partite dal 1976, e sei lontano dal vincere tutto, questa è la norma,” Ha detto il pittore.

Sentiti libero di provare a farlo in un altro modo. Entrambi questi programmi, o chiunque altro abbia aperto gli occhi al torneo negli ultimi lunedì, saranno felici di essere di nuovo qui un giorno.

(Foto in alto di Alex Karaban, Stefon Castle, Donovan Clingan e Tristen Newton della UConn: Jamie Squire/Getty Images)