Luglio 19, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una petroliera è bruciata nel Golfo di Aden dopo un attacco missilistico degli Houthi

Una petroliera è bruciata nel Golfo di Aden dopo un attacco missilistico degli Houthi

Muhammad Hammoud/Getty Images

Gli yemeniti sollevano un finto missile per protestare contro gli attacchi aerei guidati dagli Stati Uniti sullo Yemen.



CNN

Una petroliera ha preso fuoco nel Golfo di Aden dopo un attacco missilistico da parte di militanti Houthi nello Yemen, nell'ultimo incidente legato al gruppo sostenuto dall'Iran sulla principale rotta marittima.

La compagnia che gestisce la petroliera britannica Marilyn Luanda ha dichiarato venerdì che la nave “è stata colpita da un missile nel Golfo di Aden dopo aver attraversato il Mar Rosso” e che “a bordo della nave sono state dispiegate attrezzature antincendio per spegnere l’incendio”. che è scoppiato e controllarlo. Un serbatoio di carico sul lato destro.

I militanti sostenuti dall’Iran hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco, affermando in A dichiarazione Hanno sparato sulla petroliera in risposta “all’aggressione americano-britannica contro il nostro Paese”. [Yemen]”E a sostegno del popolo palestinese.

Il gruppo merceologico Trafigura, che gestisce la nave e ha uffici in Gran Bretagna, ha affermato che sta monitorando la situazione e che le navi militari nella zona sono in procinto di “fornire assistenza”.

Il governo britannico non ha ancora commentato l'attacco.

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha affermato che la nave ha emesso una richiesta di soccorso e ha segnalato danni dopo che i militanti hanno lanciato un missile balistico antinave da un'area controllata dagli Houthi nello Yemen.

Guarda questo contenuto interattivo su CNN.com

Il Comando Centrale ha affermato che il cacciatorpediniere lanciamissili USS Carney e altre navi della coalizione hanno risposto “e stanno fornendo assistenza”.

Ha aggiunto che al momento non ci sono notizie di feriti.

READ  Perché Nicolas Maduro compare 13 volte nel ballottaggio delle elezioni presidenziali venezuelane?

Venerdì il Fire Information Resource Management System (FIRMS) della NASA ha rilevato un incendio ancora in corso nel mezzo del Golfo di Aden, vicino all'ultima posizione conosciuta della Marlin Luanda.

Stamattina, il cacciatorpediniere americano USS Carney ha abbattuto un missile balistico antinave lanciato dagli Houthi che aveva come bersaglio la nave da guerra americana, secondo il Comando Centrale degli Stati Uniti. Non ci sono state vittime a seguito dell'attacco al cacciatorpediniere USS Carney.

Gli Stati Uniti e il Regno Unito stanno effettuando attacchi contro di essa Obiettivi degli Houthi nello Yemen Dopo che l’amministrazione Biden e i suoi alleati avevano avvertito che il gruppo avrebbe sopportato le conseguenze dei suoi attacchi sulla rotta marittima internazionale.

Gli Houthi hanno affermato che non avrebbero fermato i loro attacchi fino alla fine della guerra tra Israele e Hamas a Gaza. Il leader Houthi Abdul-Malik al-Houthi ha affermato in un discorso che è “un grande onore e una benedizione confrontarsi direttamente con l’America”.

Gli attacchi hanno costretto alcune delle più grandi compagnie petrolifere e di navigazione del mondo a sospendere il transito attraverso uno dei porti del mondo Le più importanti rotte commerciali marittime. Invece, le petroliere stanno aggiungendo migliaia di miglia alle rotte marittime internazionali navigando intorno al continente africano invece di attraversare il Canale di Suez.

CNN Precedentemente citato Funzionari dell’intelligence statunitense ritengono che l’Iran stia calibrando attentamente la sua risposta alla guerra di Israele a Gaza, consentendo e persino incoraggiando i suoi gruppi per procura a imporre costi sugli interessi israeliani e americani nella regione – astenendosi da attività che provocherebbero uno scontro diretto con lo stesso Iran. .

READ  Dentro la decisione di Biden di annunciare il suo ultimatum a Israele riguardo Rafah

Nello Yemen un anno Il conflitto tra Le forze Houthi e la coalizione sostenuta dall’Arabia Saudita hanno gettato la popolazione in una devastante crisi umanitaria caratterizzata da carestia, turbolenze economiche e povertà estrema.

Le forze Houthi hanno preso d’assalto la capitale, Sanaa, nel 2014, rovesciando il governo riconosciuto a livello internazionale e sostenuto dall’Arabia Saudita, provocando una guerra civile. Il conflitto si trasformò in una guerra più ampia nel 2015, quando la coalizione guidata dall’Arabia Saudita intervenne nel tentativo di sconfiggere gli Houthi.

Secondo il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite nel 2021, il conflitto ha ucciso fino a 377.000 persone. Più della metà di queste sono morte per cause indirette legate al conflitto, come la mancanza di cibo, acqua e assistenza sanitaria.

Questa è una storia in via di sviluppo e verrà aggiornata.