Pubblicità

Casale Monferrato accanto al Centro NeMO

Da Casale Monferrato arriva un importante contributo alla lotta contro le malattie neuromuscolari: domani sarà consegnata al Centro Clinico NeMO, centro ad alta specializzazione per queste patologie, la donazione del “Fondo Sonaglia”, iniziativa per la raccolta fondi nata dalla volontà della famiglia di un giovane della cittadina piemontese, scomparso nel 2008 proprio a causa di una malattia neuromuscolare, la Distrofia di Duchenne. Da tempo il “Fondo Marco Sonaglia” sostiene il Centro Clinico NeMO: negli ultimi otto anni grazie al Fondo si sono raccolti 42.000 euro e la donazione dell’edizione 2017 contribuisce a sostenere la realizzazione di una delle stanze del Centro predisposte per le Macro Attività Ambulatoriali ad alta Complessità Assistenziale (MAC).

E’ importante sottolineare come le malattie neuromuscolari, di cui oggi si conoscono oltre 150 tipi, tra cui le Distrofie Muscolari (DM), la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), le Atrofie Muscolari Spinali (SMA), rappresentano un grave problema sanitario poiché colpiscono in Italia circa 40.000 persone.

Sottolinea Alberto Fontana, presidente del Centro Clinico NeMO: “Siamo grati al Fondo Sonaglia per l’importante contributo. Si tratta solo dell’ultimo frutto di una consolidata collaborazione che ci unisce ormai da otto anni e per la quale ringraziamo tutta la città di Casale Monferrato. E’ grazie a chi ci sostiene che NeMO può crescere. Dopo Milano, Roma, Arenzano e Messina, proprio in questi giorni stiamo annunciando il progetto che porterà alla realizzazione di un Centro Clinico NeMO anche a Torino, grazie alla collaborazione con la Regione Piemonte e con l’Ospedale “Città della salute e della scienza” del capoluogo piemontese”.

Il “Fondo Marco Sonaglia”

Da sempre al fianco del Centro Clinico NEMO, il Fondo nasce nel 2008 dalla volontà di Bianca e Marcello Sonaglia, madre e fratello di Marco, un giovane di Casale Monferrato scomparso nel 2008 proprio a causa di una malattia neuromuscolare, la Distrofia Muscolare di Duchenne. Questo fondo è stato reso possibile grazie al supporto dell’ANFFAS Onlus Casale Monferrato e della sua Presidente Giovanna Bevilacqua Scagliotti, ed è cresciuto attraverso le donazioni dei numerosi sostenitori a Casale Monferrato e in tutta Italia.

Sottolinea Bianca Sonaglia, istitutrice del “Fondo Sonaglia” insieme al figlio Marcello: “Il nostro impegno a sostegno del Centro Clinico NeMO è un investimento nella speranza. Una speranza che condividiamo con tante persone: infatti, siamo molto felici del risultato raggiunto, perché il fondo è sempre stato sostenuto dalle donazioni degli amici di sempre ma anche di molte persone che ne sono venute a conoscenza grazie alle manifestazioni musicali e sportive promosse in ricordo di Marco, in occasione delle quali vengono coinvolti molti giovani”.

Il Centro Clinico NeMO (NeuroMuscolar Omnicentre) è un centro clinico ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alle necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), le Distrofie Muscolari e l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA). Si tratta di patologie altamente invalidanti con un grave impatto sociale, caratterizzate da lunghi e complessi percorsi di cura e assistenziali, per le quali, purtroppo, al momento non c’è possibilità di guarigione. Queste malattie interessano attualmente circa 40.000 persone in tutto il Paese. Il Centro Clinico NeMO ha quattro sedi sul territorio nazionale: Milano, Roma, Messina e Arenzano (Genova).

Pubblicità