Pubblicità

Gli 11 anni del Borsalino

Egregio Direttore,

Nel prossimo mese di dicembre saranno trascorsi 11 anni dall’apertura del nostro prezioso ed amatissimo Centro Polifunzionale Riabilitativo “Teresio Borsalino” di piazzale Ravazzoni, 3.

Intendiamo salutare, augurare buon lavoro per la sua nuova avventura (presso l’unità spinale del CTO di Torino) e ringraziare il dr. Salvatore Petrozzino che ha diretto la struttura per 10 anni contribuendo alla crescita, sia dal punto di vista scientifico e sanitario delle cure e sia dal punto di vista delle attrezzature secondarie ma fondamentali come la “casa amica” dotata dei migliori sistemi tecnologici per l’autonomia delle persone con disabilità motoria e cognitiva, il giardino sensoriale, la pista di atletica e, ultima creatura, la serra. Condividiamo con entusiasmo le scelte concordate dai vertici amministrativi dell’Azienda Sanitaria Ospedaliera s.s. Antonio e Biagio di Alessandria  di affidare la direzione del Centro al dr. Marco Polverelli che, insieme a noi si è battuto con grande coraggio e tenacia per ottenere i fondi e la possibilità di gestire la riabilitazione di II e III livello inserita nel piano sanitario regionale (1997/2000). Abbiamo altresì condiviso con lo stesso entusiasmo la scelta di affidare al dr. Luca Perrero la responsabilità gestionale del III livello riabilitativo (unità spinale per la cura delle persone con lesioni midollari, la riabilitazione delle persone con gravi cerebrolesioni e di quelle con gravi traumi cranici). Questo bravissimo fisiatra lavora al Borsalino, dal giorno dell’apertura nel 2006, ed ha collaborato con competenza e passione ottenendo ottimi risultati sia con il dr. Polverelli nel reparto di II livello riabilitativo (riabilitazione ortopedica e neurologica) e sia con il dr. Petrozzino nel III livello riabilitativo sopra citato.

Infine non possiamo dimenticare ed apprezzare l’ottimo lavoro del dr. Ennio Mantellini che dirige la riabilitazione di secondo livello relativa alle patologie cardio respiratorie.

11 anni sono trascorsi e i 110 posti letto che avevamo conquistato sono un sogno ed un traguardo da riconquistare rispetto agli 81 attuali, ma siamo convinti che i 600 mila cittadini residenti nelle province di Alessandria ed Asti, possano avere diritto ad un “Borsalino a pieno regime” che nel corso di questi 10 anni ha fatto tanto bene, senza dimenticare i tanti posti di lavoro a tempo indeterminato e l’indotto economico che ha prodotto anche grazie alle centinaia di persone provenienti da fuori provincia e fuori regione.

Grazie ancora a questi splendidi professionisti e alle tantissime persone che vi lavorano con amore e professionalità, con l’unico fine del bene comune.

Paolo Berta

Presidente Associazione IDEA O.N.L.U.S.

Pubblicità