Pubblicità

Mister Favarin ha perso un’occasione per stare zitto: “Alessandria squadra di pellegrini”

Una squadra di “pellegrini e picchiatori”. Così definisce l’Alessandria Mister Favarin in sala stampa al termine del match che ha visto il Gavorrano sconfitto per 3-2 dai Grigi.

Gavorrano, Favarin: “Alessandria squadra di pellegrini e picchiatori”

“Per me l’Alessandria – ha dichiarato Mister Favarin – farà fatica a salvarsi. È una squadra di pellegrini che ha picchiato per tutta la partita, gli hanno permesso tutti: gomitate in bocca, hanno mandato in ospedale un difensore, un altro l’hanno mezzo picchiato. È un arbitraggio regolare secondo voi? Se sul 2-2 mi dai il rigore e andavo sul 3-2 la partita cambiavo. Fino all’espulsione di Gonzalez i giocatori hanno avuto occasione di picchiare. Prima di buttare fuori lui ce n’erano altri tre da espellere. Nel secondo tempo è cambiato il metro di giudizio dell’arbitro. Ora la faccio io la conferenza stampa. Per me. Hanno picchiato per tutta la partita, gli hanno permesso tutto. Gomitate, un nostro difensore è all’ospedale. È stato un arbitraggio irregolare, secondo me. Il rigore non c’era. Dopo aver raggiunto il pareggio questo episodio ha cambiato la partita”.

Se c’è un’allenatore che non può dire di aver avuto un arbitraggio contro è proprio lui. La sua, infatti, è stata una squadra in cui tre quarti dei giocatori dovevano essere ammoniti per simulazione per tutte le volte che si sono buttati per terra senza aver subito fallo.

Gli errori arbitrali ci sono stati, ma sono errori che i Grigi hanno subito.

Insomma, Mister Favarin ha dimostrato di non essere un vero sportivo e, soprattutto, ha perso un’occasione per stare zitto. Infine ci chiediamo che partita abbia visto.

Ma la maleducazione non appartiene solo a Mister Favarin. L’addetto stampa del Gavorrano, infatti, ha interrotto bruscamente la conferenza stampa e preso il nome di un paio di colleghi alessandrini. Per farne cosa non si sa. Forse per imparare come ci si comporta in conferenza stampa.

L.S.

Pubblicità